Le migliori scene di film del 2019 finora

Di Amy Roberts/30 luglio 2019 16:05 EDT

Il meglio di tutto è sempre soggettivo. La spazzatura di una persona è il tesoro di un'altra, dopo tutto. È vero per quasi ogni forma di intrattenimento ed è particolarmente vero quando si tratta di scene di film. Mentre può logicamente seguire che le migliori scene cinematografiche dell'anno verranno da quelli che il pubblico generalmente considera i migliori film dell'anno, è anche vero che a volte le scene migliori provengono da film che non sono eccezionali, ma che eccelleva in uno o due momenti che destava l'attenzione del pubblico ovunque.

Le migliori scene del film sono spesso quelle che colpiscono la curiosità e il dibattito o uniscono un pubblico in completo e totale orrore, ilarità, confusione, trionfo o disgusto. Possono approdare perfettamente in conversazioni già esistenti riguardanti la cultura pop o la società stessa - ma, soprattutto, sono anche scene che sono semplicemente il più duro possibile.



Con questo in mente, queste sono le migliori scene di film del 2019 finora. Sì, ci saranno spoiler.

L'autovalutazione di Captain America in Avengers: Endgame

Per capire la vera grandezza delAvengers: Endgame scena in cui il Capitan America (Chris Evans) del 2012 affronta il Capitan America del 2023, devi prima apprezzare il commento fatto da Scott Lang (Paul Rudd) in precedenza nel film che l'eroe patriottico ha 'il culo in America' - un'osservazione che anche il più ardente degli uomini eterosessuali probabilmente non sarebbe in disaccordo.

Il prodezza tecnica di Captain America che si combatte è impressionante a sé stante. Una combinazione di alcuni effetti visivi davvero impressionanti, illuminazione intelligente e coreografia impeccabile da parte dell'attore e dei suoi doppi acrobatici rendono la scena completamente senza soluzione di continuità, lasciando spazio a tutti i battiti comici spiritosi che compaiono durante esso.



Il risultato è una scena memorabile che paga il servizio dei fan senza deviare dalla trama. In definitiva, è anche una scena che offre un tributo caloroso a un personaggio che arriva al punto di arrivo dal finale. Ma è il momento finale che serve il più grande profitto - e forse il momento più divertente dell'intero MCU. Dopo aver sconfitto il suo sé del 2012, Capitan America si prende un momento per controllarsi (come faresti) prima di commentare: 'Quello è Il culo dell'America!

Se l'Accademia non inventa un'intera nuova categoria America's Ass agli Oscar di quest'anno con cui dare a Evans il trofeo che merita con tutto il cuore, allora semplicemente non c'è giustizia in questo mondo.

Tree vive le sue morti migliori in Happy Death Day 2U

Il Buona Morte Continuazione può percorrere più di un percorso fantascientifico che il percorso horror del primo film, ma non perde mai il suo senso dell'umorismo cupo e macabro. Questa volta, Tree si ritrova a svegliarsi in una realtà alternativa in cui sua madre è ancora viva, il suo fidanzato sta uscendo con la sua frenetica, ed è ancora una volta intrappolata in un ciclo temporale che si ripristina ogni volta che muore.



A metà del film, Tree e la sua banda di fidati nerd della scienza scoprono che potrebbero essere in grado di sistemare il ciclo temporale ma che hanno anche bisogno di guadagnare un po 'di tempo per testare le loro teorie e capirlo. Sfortunatamente per Tree, ciò significa che deve essere una registrazione umana del loro lavoro, e deve anche uccidersi ripetutamente in modo che possano continuare a ripristinare la sequenza temporale. Il montaggio risultante, impostato perfettamente sull'inno di sopravvivenza ottimistico di Paramore 'Tempi duri, 'È una sequenza magistrale di umorismo oscuro che dà ad Tree un cupo senso di autorità sulla sua vita e morte.

Pippo ma autocosciente, la scena mette in mostra una serie di morti spettrali relativamente prive di sangue che coinvolgono cippatrici, scarichi di rifiuti ed elettrocuzione. Ma il più bello riguarda la caduta libera dell'albero da un aereo in mutande e la rottura della quarta parete per far cadere il pubblico prima di esplodere a terra proprio di fronte al suo fidanzato e alla sua attuale fidanzata. È un gran divertimento.

Billy potenzia la sua famiglia a Shazam!

Shazam! È facilmente uno dei più grandi film dell'anno finora, e anche il più inaspettatamente geniale. Se siamo tutti onesti, qualcuno si aspettava davvero che questo film fosse il piacere eccezionalmente intelligente, spiritoso e commovente che si è rivelato essere? Probabilmente no.

Il film mostra la sua più grande mano durante il climax, in cui Billy supera il cattivo cattivo Dr. Sivana incoraggiando i suoi fratelli adottivi a raggiungere lo scettro incantato di Shazam in modo che possano condividere il suo potere tra loro. I bambini, tutti deliziosamente eccentrici a modo loro, si trasformano in supereroi adulti che possono aiutare il loro nuovo fratello a salvare la situazione.

guardiani della galassia fumetto

È un momento esaltante che unisce i temi chiave del film che ruotano attorno all'importanza della famiglia, ma anche al valore di assetti familiari non convenzionali. E la famiglia Shazam, volando nel cielo come supereroi adulti e lavorando insieme per servire un soddisfacente abbattimento, sono quasi non convenzionali come arrivano.

La resa dei conti balletica alla fine di noi

Il gioiello della corona di un film pieno di scene straordinarie, Lupita Nyong'o offre un'incredibile doppia esibizione in questa resa dei conti finale tra doppelgängers Adelaide e Red inNoi. Ambientato nel mondo sotterraneo dei Tethered e segnato dal 'Remix legato'of Luniz's' I Got 5 On It ', la scena (che era girato in soli due giorni) è un capolavoro di stimolazione, tono e coreografia perfetti.

Mostrando Adelaide e Red che si affrontano per l'ultima volta, intrappolati con le sequenze dei due che condividono un recital di balletto che si divide tra il mondo sopra e quello sotto, regista Jordan Peele infonde la sequenza con un ritmo frammentato che aumenta davvero la tensione.

È una rissa che mette in evidenza ciò che è in gioco: il desiderio di godere del libero arbitrio nel mondo molto più bello fuori terra e l'opportunità di una vita felice con una famiglia amorevole. Ma serve anche all'atterraggio della bomba del colpo di scena finale che Peele lancia diabolicamente durante le scene di chiusura del film: Adelaide e Red cambiarono posto quando erano bambini, e la donna per cui abbiamo sempre applaudito potrebbe essere stata effettivamente il cattivo. È a dir poco snervante.

La breve scena d'amore di Long Short

Storicamente, il cinema non è sempre stato il più accurato quando si tratta di rappresentare il sesso nel modo in cui lo ha un mortale mediocre. Piuttosto che mostrare il talvolta grossolano, spesso imbarazzante, e occasionalmente molto breve aspetti di due umani che lo affrontano, i film invece si concentrano sul sesso epico, perfetto e spettacolare.

Questo è ciò che rende l'improvvisa scena di sesso tra la giornalista hipster di Seth Rogen e il candidato presidenziale di Charlize Theron nella politica com-rom Long Shot tanto più intrigante. Dura circa dieci secondi e in qualche modo entrambe le parti sono soddisfatte alla fine, non solo il tipo. La scena è stata disegnata ira immediata da alcune donne che erano comprensibilmente frustrate dalla rappresentazione di una donna che raggiungeva l'apice così facilmente.

Tuttavia, fa anche parte della forza della scena: è inaspettata, un po 'goffa e meravigliosamente imperfetta. Fondamentalmente, la stranezza del momento non passa inosservata, con entrambi i personaggi che discutono immediatamente della rarità di una tale rapida soddisfazione. In tal modo, la scena offre un breve ma benvenutocommento sui cliché di Hollywood di personaggi femminili apparentemente super suscitati.

Forse il più interessante, tuttavia, è il motivo per cui la scena potrebbe essere stata così breve. Theron ha detto che uno dei motivi è perché era semplicemente 'stanco quel giorno'e' non volevano fare tutto il lavoro. ' Il che, come ha replicato Rogen, è molto simile al sesso reale.

Keanu Reeves nei panni di se stesso in Always Be My Maybe

Il 2019 è stato ufficialmente l'anno di Keanu Reeves ed è passato molto tempo, unendo finalmente la critica e il pubblico nel celebrare senza vergogna l'attore notoriamente privato come un marchio raro e legittimo di star (e apparentemente molto simpatico), sia sullo schermo che fuori.

È un'idea che la Rom-com originale di Netflix Sii sempre il mio forse si mette al centro della scena con orgoglio prima di decostruire l'amato status di Reeves per grandi risate. La scena è ambientata perfettamente, con Sasha (co-sceneggiatrice Ali Wong) in attesa che arrivi il suo misterioso nuovo fidanzato mentre si trova ad un doppio appuntamento con la vecchia scintilla Marcus (Randall Park), che è chiaramente già nervoso per incontrare il ragazzo che ora sta frequentando il amore per la sua vita.

Quando Reeves finalmente entra, la regista Nahnatchka Khan regala al momento della bomba la gravità e il dramma che merita. L'attore scivola attraverso il ristorante al rallentatore e fa fermare l'intera articolazione. Comprensibilmente, Marcus è inorridito.

È una gemma comica di una scena che vede Reeves raffigurare una versione delirante di se stesso: amplificato, eccitato e pieno di tentativi banali di filosofie toccanti come: 'Le uniche stelle che contano sono quelle che guardi quando sogni. ' La scena è così perfettamente eseguita e cronometrata, colpendo questo zeitgeist di Keanussance al momento giusto, che praticamente avvolge il resto del film.

Fyre rivela un inquietante piano di pagamento per l'acqua

Quando il tanto atteso documentario per i bambini ricchi ha un brutto momento ragazzi, Presentato in anteprima su Netflix, le persone su Internet hanno prodotto una sbalorditiva collettività di memi con stupore per le rivelazioni di Andy King, il pianificatore di eventi di lunga data dell'assurdamente condannato Fyre Festival.

Il film è uno scorcio avvincente ma accattivante di ciò che accade quando un festival di lusso su larga scala riceve solo una pianificazione a livello di superficie e nessuna logistica ragionevole per far sì che ciò accada realmente. Quindi è incredibile, ma dolorosamente plausibile, quando a metà strada King rivela che il fondatore del Fyre Festival Billy McFarland gli ha chiesto di 'prendere una cosa importante per la squadra' (ed è piuttosto letterale grande cosa) al fine di ottenere acqua potabile attraverso la dogana.

vicolo kristie

Ma non è solo l'audacia di McFarland nel chiedere a un membro gay del suo staff di compiere un atto sessuale su un uomo che continua a stimolare una conversazione online. È anche accettazione devota di King che doveva semplicemente fare ciò che McFarland ha detto per salvare il festival. 'Riesci a immaginare?' lui chiede. 'Nei miei trent'anni di carriera, questo è quello che ero disposto a fare. '

Comprensibilmente, King ha effettivamente richiesto ai cineasti di rimuovere l'aneddoto dal documentario, ma lo è stato apparentemente detto del regista Chris Smith, 'Senza quella scena, non c'è un documentario'. Smith non aveva torto. Il momento inquietante è il fulcro dell'intera sconvolgente disfatta ed è tristemente rappresentativo di un'economia della cultura dei concerti in cui ai lavoratori viene costantemente chiesto di andare al di là del proprio lavoro.

Commovente cameo del capitano Marvel di Stan Lee

Il omaggi erano giustamente infiniti quando la leggenda dei fumetti Stan Lee è morto alla grande età di 95 anni nel novembre 2018. Oltre a contribuire alla creazione di alcuni dei più venerati eroi dei fumetti di tutti i tempi, Lee rimane un'icona culturale pop stimata - uno il cui status di leggenda è stato ripetutamente sostenuto in tutto il cammei ha fatto all'interno dell'universo cinematografico Marvel.

Questo è ciò che rende il suo cameo Capitano Marvel così dannatamente emotivo. Se non hai provocato almeno una sola lacrima nel cinema sul suo aspetto, e il sorriso sapiente di Carol Danvers (Brie Larson) nella sua direzione, potresti essere morto dentro.

Ambientato nel 1995, la scena mostra Lee che legge la sceneggiatura per Generazione X, un film a cui piaceva anche un breve cameo durante una scena al fianco di Jason Lee. Si scopre che non è stato solo il pubblico che ha avuto un nodo alla gola durante la scena. Generazione X il cineasta e fumettista Kevin Smith ha confessato di essere 'un casino traballante'dopo averlo visto.

Avere Lee cameo come se stesso nella scena offre un tributo amorevole e unico all'uomo a cui la cultura pop deve molto. Ma mette anche in evidenza uno dei più grandi aspetti di molti dei recenti film dell'MCU: la loro capacità di essere autocoscienti fornendo momenti emozionanti che si attaccano positivamente ai fan.

Il disordinato combattimento con i coltelli in John Wick: capitolo 3

Diciamo la verità.John Wick: Capitolo 3 - Parabellum è gonfio di scenografie e scene scandalose che potrebbero e dovrebbero essere in questa lista. Tra Wick sta arruolando l'aiuto di un cavallo e alcuni cani appositamente addestrati all'assalto su larga scala la continentale - francamente, abbiamo l'imbarazzo della scelta. Ma il combattimento a casaccio con il coltello che si svolge nel negozio di antiquariato è a un altro livello.

Il regista Chad Stahelski, un grande fan di Sergio Leone, ha dichiarato che la scena è 'un inno diretto a Il buono il brutto e il cattivo', con Wick alla ricerca di un'arma antica che può mettere insieme per respingere i suoi aggressori. Nel caos di trovare e costruire l'arma, tuttavia, Wick si ritrova coinvolto in una goffa e realistica lotta con i coltelli che equivale a poco più di un gruppo di tizi che si scagliano contro oggetti affilati e non riescono a farli attaccare.

'È solo la realtà. Ognuno ha lanciato un coltello e non è bloccato e rimbalzato indietro ', ha detto Stahelski Poligono. 'Abbiamo tutti questi assassini che lanciano coltelli e niente si attacca e uno si attacca qui e quello non lo fa ... Abbiamo solo pensato che sarebbe stato divertente'. Il risultato è una sequenza d'azione quasi perfetta con una coreografia al momento giusto per la tensione come per la commedia.

Charlotte e Lizzie si vendicano in The Perfection

Gli ultimi anni hanno visto un nuovo raccolto di film di vendetta fronte donna come MFA, Inferno Freddo, e Vendetta portando il genere consumato al pubblico moderno. Sebbene brillanti, questi film non sfidano esattamente la natura formulaica dei loro predecessori. Inserisci Richard Shepard La perfezione, un film con una tale svolta nel film sulla vendetta così violentemente inaspettato che legittimamente fatto ammalare il pubblico.

Uno dei modi in cui il film eccelle è quello di risparmiare al pubblico qualsiasi scena gratuita degli atti per i quali le protagoniste femminili cercano vendetta. In effetti, il film diventa davvero una narrazione di vendetta di stupro nell'atto finale del film, in cui Lizzie (Logan Browning) e Charlotte (Allison Williams) rivelano la loro fedeltà dopo essere diventati amanti, e poi nemici, a seguito della loro iniziale rivalità professionale.

Influenzato da film di sfruttamento e lavoro di Park Chan-Wook, la scena in cui Lizzie e Charlotte si uniscono per uccidere il mentore musicale sessualmente violento Anton (e il resto della sua squadra selvaggia) è una sinfonia di violente retribuzioni piene di colpi di scena e sorprese. Tutto ciò ci porta alla conclusione finale del film: un epilogo in cui Charlotte e Lizzie suonano insieme il violoncello mentre Anton - ora senza arti, con gli occhi e la bocca chiusi - è costretto ad ascoltare in silenzio immobile. È ridicolo? Sì. Ma è anche follemente, perversamente soddisfacente? Scommetto!

Hoboman uccide il suo più grande critico in Velvet Buzzsaw

La nitida satira del mondo dell'arte di Dan Gilroy diviso consenso del pubblico e della critica a causa della miscela audace del film di orrore campy, simbolismo insignificante e spettacoli da masticare. Indipendentemente da ciò, rimane un film unico amato da coloro che apprezzano queste cose. Con una storia che ne segue in modo tenue letteralmente opere d'arte assassine e una serie di pretenziosi bruti dell'industria dell'arte che vengono successivamente assassinati dalle opere che strappano a brandelli nelle loro critiche, Velvet Buzzsaw è pieno di affermazioni sui pericoli di ridurre l'arte a una merce.

Non c'è momento in cui questa idea risplenda di più in quella in cui il selvaggio critico d'arte Morf (Jake Gyllenhaal, in ottima forma) viene brutalmente perseguito e ucciso da un'opera d'arte chiamata Hoboman, un pezzo che critica la mancanza di valore posto sulla vita umana. Infondere la scena con alcuni deliziosi spruzzi di ironia è il fatto che questa è la stessa opera d'arte che Morf rende senza valore all'inizio del film quando serve una critica al riguardo che manda il pezzo in un deposito indefinito.

Guardare Hoboman intrappolare e far esplodere Morf in una tomba precoce fornisce una giustizia deliziosamente poetica in un momento in cui il ruolo dell'arte (e dei critici che possono ucciderlo) rimane un argomento caldo di conversazione.

La scena sessuale inquietante di Christian a Midsommar

Nessuno si aspettava che Ari Aster servisse anche una sola pallina di bei tempi dopo aver servito dieci palline di incubi totali con il suo successo horror di debutto ereditario. E anche se non è certo la vacanza svedese di National Lampoon, mezza estate in qualche modo bilancia un continuo senso di terrore con una commedia davvero oscura.

giorno dell'indipendenza 3

È una sfaccettatura che si manifesta durante la terza svolta del film, quando il peggior fidanzato dell'anno Christian (Jack Reynor) viene drogato e costretto a fare sesso con una donna che non è la sua ragazza, Dani ( Florence Pugh). Per rendere il tutto ancora più scomodo per tutti, c'è anche un gruppo di donne anziane e nude che guidano Christian verso il completamento perché, beh ...perchè no?

La scena si svolge come la battuta acuta di uno scherzo perfettamente realizzato. È la stranamente inevitabile conclusione di diverse trame che includono Christian che mangia una torta di incantesimi d'amore cotta con un ingrediente inquietante e Dani che sa dalla prima scena del film che il suo ragazzo la lascerà - un fatto reso ancora più devastante quando lo prende in flagrante con metà della popolazione della città.

È un'esperienza del pubblico distintamente disorientante in cui lo spettatore non è sicuro se ridere o rannicchiarsi. Sebbene ci siano ovviamente scene più potenti e terrificanti in mezza estate, questo è quello che mette in risalto il talento di Aster nel sovvertire le aspettative del pubblico nel modo più sorprendente e sconvolgente possibile.

La danza della vittoria di Arthur in Joker

La danza della libertà. Le campane della morte. La sensazione virale istantanea di Arthur Fleck (Joaquin Phoenix) che luccica in un dosso solitario e scende da una serie di passi a 'Rock and Roll Part 2'. Todd Phillips ' Burlone è stato uno dei film più discussi (e di divisione) dell'anno. E mentre ci sono molte scene nel film che sono più inquiete o tematicamente significative, è l'immagine di Fleck che celebra vittoriosamente la sua discesa nel dominio violento che è diventato immediatamente iconico.

Comprensibilmente, divenne un meme istantaneo, mescolato con tutto da Peppa Pig per I Simpson, dandogli una potente valuta culturale. I passaggi basati sul Bronx in cui è stata girata la scena sono persino diventati invaso dai turisti durante la notte, desiderosi di scattare in pose simili. Alcuni di loro non avevano ancora visto il film, ma ne avevano compreso il ricco valore Instagrammabile.

Indipendentemente dal fatto che sia la scena migliore in Burlone, il momento racchiude perfettamente gran parte del vivace dibattito sulla natura polarizzante del film. Per alcuni, la dimostrazione di esasperante emancipazione di Fleck da un mondo che l'ha abusato e fallito è la prova di Burloneè spesso brillantezza senza parole. Per gli oppositori, è una testimonianza di ciò in cui credono un esercizio di superficiale superficialità- uno che offre poca profondità nella conversazione sui pericoli sociali inquietanti. Qualunque sia la tua opinione al riguardo, è probabile che ne parleremo ancora per qualche tempo.

Tarantino corregge la storia in Once Upon a Hollywood

È proprio come ha detto una volta Anton Cechov: se hai un fiammante lanciafiamme nel primo atto della tua storia, allora faresti meglio a far esplodere quel cattivo ragazzo al Famiglia Manson dall'atto finale. Quentin Tarantino fa esattamente questo nel denouement profondamente soddisfacente del suo periodo di revisione revisionista, che vede Sharon Tate (Margot Robbie) sfugge al suo destino terribilmente tristemente triste nella vita reale, mentre i fratelli di Hollywood Cliff Booth (Brad Pitt) e Rick Dalton (Leonardo DiCaprio) fanno carne tritata del gruppo sfrenato di Charles Manson.

Offrendo una fantasia di spargimento di sangue che si basa fortemente sul torvo sottotesto dell'omicidio di Tate per attirare euforia e risate dal pubblico, Tarantino si dirige in un territorio assurdo mettendo in mostra Booth impiegando le sue abilità da stuntman per mettere in atto una violenza nella vita reale contro alcune persone molto cattive. I crani vengono distrutti, le lattine di cibo per cani diventano missili e il macabro orribile abbonda. Per tutto il tempo, un Dalton sprecato galleggia nella sua piscina con un gigantesco paio di cuffie, felicemente ignaro della violenza che sta accadendo nella sua stessa casa.

Tarantino è stato più volte interrogato sulla sua posizione sul se la violenza sullo schermo influenza la violenza nel mondo reale, ed è rimasto invariato nella sua opinione che 'la violenza nella vita reale è la violenza nella vita reale. I film sono film. ' C'era una volta a Hollywood, e in particolare il suo finale felice, potrebbe essere la sua affermazione più audace al riguardo, portando due personaggi che lavorano con la violenza immaginaria in un momento di trauma nel mondo reale. E così facendo, il regista offre una fine fiabesca correttiva per un terribile massacro storico.

Usher colpisce il club di Hustlers

Il film criminale di Lorene Scafaria Hustlers potrebbe essere uno degli studi più sorprendentemente brillanti del crollo della borsa del 2008 messo in scena. A seguito di una troupe di spogliarelliste che rubano migliaia di dollari da uomini ricchi dopo l'incidente mette una colossale ammaccatura nei loro affari, Hustlers fornisce una netta distinzione tra l'edonismo americano prima del 2008 e la recessione durissima che ne è seguita. Nel ricordare l'ultimo grande momento dello strip club (e forse anche dell'America) dove lei e le sue ragazze hanno lavorato prima dello schianto, Destiny (Constance Wu) descrive la notte in cui Usher è arrivata alla festa, e la scena che ne risulta è un sontuoso ritratto di avidità ed esuberanza.

Girato con Benjamins reali (perché, come ricordava Wu, Scafaria pensava 'i soldi falsi sembravano troppo strani') e con Usher che interpreta se stesso, la scena è una fantasia esultante dell'eccesso di fine 00 in quanto è un viaggio nostalgico senza vergogna, tutto colonna sonora di 'Love in This Club' di Usher. Il risultato è una scena che ama essere meta, per tutto il tempo pulsante della drammatica ironia che questa casa di Benjamins sta per cadere in qualsiasi momento. Come ha detto Scafaria Thrillist, la scena è fondamentale per molte ragioni. 'Penso che stessimo tutti un picco culturale prima dello schianto. Penso che la cultura pop stia ... raggiungendo il punto più alto. Tutti vivevano in eccesso. Sembrava che il denaro piovesse dal cielo e poi, ovviamente, non era il prossimo.

ingegneri alieni

La resa dei conti samoana in Hobbs & Shaw

Fast & Furious i fan del franchise sanno cosa aspettarsi con l'arrivo di ogni nuovo film: un'azione più grande, migliore e persino più assurda dell'ultima. La resa dei conti di Samaon di Regali veloci e furiosi: Hobbs & Shaw ha davvero intensificato il gioco e pagato il servizio dei fan a coloro che da tempo si dilettano nelle assurdamente abilità sovrumane degli uomini macho del film. Questa volta, Luke Hobbs di Dwayne Johnson ha abbattuto un elicottero a mani nude, creando un nuovo precedente per le deliranti vetrine del machismo del franchise.

Ma era anche molto più grande di una folle flessione di ipermasculinità. Ambientato a Samoa con un enorme cast di attori polinesiani a disposizione per aiutare a sconfiggere il mercenario geneticamente potenziato di Idris Elba, la scena utilizzava una cultura che raramente riceve una rappresentazione sullo schermo per uno dei più grandi pezzi del franchise. Anche lo sceneggiatore Chris Morgan storie incorporate dall'educazione di Johnson dare alla scena un po 'di autenticità familiare nello sviluppo di un retroscena radicato per Hobbs, con il cugino di Johnson (Joe Anoa''i, meglio noto come il lottatore Roman Reigns) è anche protagonista della scena. Ha detto Johnson The Ringer, 'È stata una vera opportunità per mostrare al mondo una delle mie culture autentiche'.

Successivamente, la scena fonde un'azione ad alto numero di ottani con un pathos genuino, esplorando lo stress fin troppo correlabile che può sorgere quando torni a casa a lungo ritardato (per scoprire che tua madre ha buttato via tutti i tuoi preziosi beni, non meno ). Ma con un sacco di pugni ed esplosioni che per fortuna non si verificano nei nostri ritorno a casa.

Il bagno di sangue di compleanno in Parasite

Offrendo una satira bruciante che esplora le divisioni di classe sempre più ampie, il capolavoro tristemente comico di Bong Joon-HoParassita fornisce una narrativa toccante e scioccante piena di colpi di scena strazianti e inaspettati. Esplorando la storia di una famiglia indigente che si fa strada nel lavorare come individui per una famiglia oscenamente ricca, il film arriva a una raccapricciante conclusione in cui i poveri sono costretti a combattere tra di loro anche per gli scarti più umili e terribili. Ogni tema esplorato da Joon-Ho arriva a una testa straziante durante la festa di compleanno nell'atto finale, durante il quale un uomo che ha vissuto nel seminterrato della casa della ricca famiglia emerge per un violento atto di vendetta.

È una valanga di spargimenti di sangue che arriva apparentemente dal nulla e si intensifica verso tragici traguardi. Coloro che vivono in schiavitù e (letteralmente) sotto questa ricca famiglia finiscono per affrontarsi invece di riconoscere i veri cattivi che mantengono la loro lotta - la ricca famiglia che ignora la loro sofferenza. Per un film che si diletta nell'auto-descritto umorismo insolito di Joon-Ho, la sequenza imprevedibile e orribile annuncia il messaggio centrale del film con un pugno gutturale che porta direttamente a una conclusione cupa. Come ha detto il regista Avvoltoio, 'È abbastanza crudele e triste, ma ho pensato che fosse reale e onesto con il pubblico'.