I migliori film di vendetta che non hai mai visto

Di Nolan Moore/12 ottobre 2018 18:07 EDT

La vendetta è un piatto da servire freddo e i cineasti hanno servito questo piatto particolare per molto, molto tempo. Dopotutto, a tutti piace vedere un cattivo essere fatto esplodere in mille pezzi. John Wick, Vero coraggio, e Mad Max sono tutti film amati su eroi feriti che cercano di rompere alcuni teschi, e Quentin Tarantino ha fatto un'intera carriera in cazzoni macchiati di sangue assetati di giustizia vigilante.

Ma non tutti i film di vendetta ricevono la stessa attenzione Uccidi Bill o Bastardi senza gloria. Per ogni successo principale, c'è un piccolo film vendicativo in agguato nell'ombra, in attesa di colpire quando è il momento giusto. Questi film poco conosciuti potrebbero non avere la reputazione di un classico come Desiderio di morte, ma soddisferanno la tua sete di sangue mentre ti faranno riflettere su ciò che accade quando prendi la legge nelle tue mani. Dallo sfruttamento degli anni '80 alla follia ispirata all'LSD, questi sono i migliori film di vendetta che non hai mai visto.



La signora 45 ti spazzerà via

Salutato come 'il Cittadino Kane di film di stupro e vendetta ' Signora 45 è ambientato nelle squallide strade di New York degli anni '80, una città sporca coperta di immondizia, dove c'è pericolo dietro ogni angolo. Questo è particolarmente vero se sei una donna. Questa città brulica di predatori e durante una giornata orribile, una sarta muta di nome Thana (Zoë Tamerlis) viene violentemente aggredita in due occasioni, una per strada e una volta nel suo appartamento. Dopo quel secondo assalto, Thana scatta e si trasforma da ragazza silenziosa a macchina del delitto.

Con una pistola .45 in mano, scambia i suoi abiti scialbi con rossetto rosso e pantaloni di pelle e inizia a vagare per la città, a caccia di uomini malvagi di notte. Una volta che li estrae, scarica la pistola. E mentre il corpo conta si accumula, Thana scopre che le piace davvero riempire i tizi di piombo. (Dopotutto, il suo nome viene Thanatos, il dio della morte greco.) Diretto da Abel Ferrara, Signora 45 è pieno di immagini indimenticabili, come un assassino impazzito vestito come una suora, che bacia i suoi proiettili con labbra rosso rubino prima di caricarli nella sua clip. Suo Desiderio di morte incontra Carriee anche se la nostra protagonista non fa quasi nulla, quando prende la pistola e esce di casa, è un angelo di vendetta che fa vergognare Charles Bronson.

The Quick and the Dead batte altri colpi di vendetta al sorteggio

Che si tratti di una cabina nell'horror in stile bosco o di successi da supereroi, i film di Sam Raimi sono sempre un vero spasso. E questo è altrettanto vero per The Quick and the Dead, un western del 1995 che trova Sharon Stone cavalcare in città come un Clint Eastwood con i capelli lunghi, abbassando un sigaro e cercando l'uomo che le ha rovinato la vita. Conosciuta semplicemente come la signora, questa pistolera arriva in un inferno del deserto noto come Redenzione, dove spera di trovare un fuorilegge maniacale di nome John Herod (Gene Hackman). Ha in programma di uccidere Erode - la loro carne ha qualcosa a che fare con i flashback che coinvolgono Gary Sinise - e ha intenzione di farlo nel modo più bello possibile.



ezra miller il flash

Vedi, Erode è il sindaco di Redenzione, e sta organizzando un torneo in cui i disperati più cattivi della terra si squadreranno in strada e scopriranno chi è il sorteggio più veloce. Come puoi immaginare dal titolo, chi non vince finisce morto. La Signora ha intenzione di unirsi al concorso e mettere un proiettile in Erode, giusto e quadrato, ma il suo piano di vendetta si complica mentre si imbatte in una serie di personaggi colorati, ognuno con le proprie ragioni per partecipare a questo contorto gioco.

Russell Crowe interpreta un assassino divenuto uomo della stoffa, costretto a giocare al gioco di Erode in punto di morte. Leonardo DiCaprio ruba ogni scena in cui è nei panni di Kid, sfacciato e arrogante e cercando di impressionare qualcuno di importante. Keith David, Lance Henriksen e Tobin Bell completano il resto del cast, per non parlare della presenza di Raimi dietro la telecamera. The Quick and the Dead porta il suo umorismo e le sue tecniche tipiche, ed è un'esplosione esagerata di buon divertimento occidentale. È lucido e polposo, violento e sciocco - praticamente tutto quello che ti aspetteresti dal ragazzo che ha creato Evil Dead II e Army of Darkness.

Dormirò quando sarò morto ti lascerà stregato

Diretto da Mike Hodges, Dormirò quando sarò morto sta perseguitando un thriller su un gangster che è tornato ai suoi vecchi terreni calpestati e scopre che il suo mondo è crollato. Clive Owen interpreta Will Graham, un boss della mafia che ha lasciato gli inferi di Londra e ha trascorso gli ultimi anni a vivere nel deserto. Inseguito dalla colpa e dal rimpianto, si è completamente separato dal mondo, ma non puoi fantasticare i tuoi amici e la tua famiglia e aspettarti che tutto vada bene.



Questa è una lezione che Will impara nel modo più duro quando scopre che il suo fratellino, Davey (Jonathan Rhys-Meyers), si è suicidato. Volendo risposte per la morte di Davey, Will torna alla vita che si è lasciato alle spalle e scopre che ci sono cose malate che vanno giù nella vecchia città di Londra. La morte di Davey potrebbe avere qualcosa a che fare con un malvagio giocatore di potere di nome Boad (Malcolm McDowell), ma mentre fissa gli occhi sull'anziano Alex DeLarge, il ritorno di Will accende una guerra in erba, una vecchia storia d'amore e sentimenti di colpa per aver lasciato suo fratello dietro a.

Uno di i migliori film di gangster britannici, questa immagine si insinua ad un ritmo costante, lentamente si snoda attraverso oscuri quartieri di Londra. È neo-noir nella sua forma più meditabonda, e Clive Owen è geniale qui, così silenzioso e così intenso, pieno di rabbia e alle prese con il dolore 'per una vita sprecata', sia sua che di suo fratello. E mentre il film si sposta verso l'atto finale di vendetta, ci viene ricordato che ogni decisione ha un costo e che pagherai sempre, indipendentemente da quanto corri o da quanto tempo ti nascondi.

Dead Man's Shoes ti farà guardare oltre la tua spalla

Se conosci Paddy Considine solo come uno degli Andy di Fuzz caldo, allora sei sorpreso se guardi Scarpe da uomo morto. Diretto da Shane Meadows (che ha co-scritto la sceneggiatura con Considine), questo thriller britannico segue un soldato che sta tornando a casa, ma non si aspetta il benvenuto di un eroe. Invece, è tornato per scatenare una cattiva vendetta. Interpretato da Considine, Richard non è altro che ribollente, rabbia caotica, tutto imbottigliato e pronto ad esplodere. E sai che questo ragazzo è fuori di testa per qualcuno di cattivo dato che le sue prime battute nel film sono incredibilmente brutali: 'Dio li perdonerà. Dio li perdonerà e li lascerà in paradiso. Non posso conviverci.

Sì, Richard è un tipo hardcore, ed è alla ricerca di alcuni piccoli criminali che hanno maltrattato e torturato il fratello mentalmente handicappato (Toby Kebbell). Ora che è tornato a casa, Richard inizia a schernire gli uomini, irrompendo nelle loro case, in piedi sopra di loro mentre dormono e andando fuori di testa indossando la maschera antigas più inquietante del mondo. È tutto un gioco terrificante e terrificante fino a quando le persone non iniziano a perdere la vita. Armato di tutto, dall'ascia al tè infuso di droga, Richard diventa un vero e proprio malvagio. Ma questo film ha una piega deprimente nella manica che trasforma la missione di vendetta di Richard in un'odissea di rimpianto e disprezzo di sé. Non lasceremo cadere nessun spoiler, ma se vuoi vedere la rabbia pura personificata, allora dovresti assolutamente provare Scarpe da uomo morto.

La condanna a morte ti farà dimenticare Death Wish

Per molti spettatori, 1974 Desiderio di morte è l'ultimo film di vendetta. Ma ecco un piccolo segreto:Condanna a morte è molto meglio. E non devi crederci sulla parola (anche se pensiamo che sia un film d'azione enormemente sottovalutato). Brian Garfield, l'autore del romanzo che ha ispirato Desiderio di morte, chiamatoCondanna a morteun 'film straordinariamente bello' sulla 'stupidità del vigile vendicativo'. E al centro di questo film pieno di proiettili, c'è Kevin Bacon che dà una delle sue migliori interpretazioni di tutti i tempi come un padre di famiglia diventato psicopatico.

Diretto da James Wan, Condanna a morte trova Bacon nei panni di Nick Hume, un marito amorevole e un buon padre la cui vita viene sconvolta quando i gangster uccidono brutalmente suo figlio. Rendendosi conto che il sistema giudiziario lo deluderà, Nick prende stupidamente la legge nelle sue mani, scatenando una guerra tra Mr. Middle Class e alcuni spacciatori di droga. Le cose vanno fuori controllo rapidamente, dandoci alcune scene d'azione incredibilmente tese, come un piede disperato che insegue un garage o l'ultima sparatoria nella chiesa rosso sangue. E le esibizioni qui sono tutte spaventosamente buone, specialmente con John Goodman che mastica lo scenario come un trafficante di armi con la bocca sporca.

Ma il vero punto forte qui è Bacon, trasformandosi da uomo d'affari mite in un animale assoluto. Dopo una serie di decisioni orribili, non gli è rimasto nulla da perdere - nemmeno i suoi capelli - e mentre questi cattivi ragazzi meritano sicuramente un sacco di soldi in faccia, Condanna a morte è un duro promemoria di ciò che accadrebbe realmente se diventassi vigilante: perderesti tutto ciò che ti è caro, inclusa la tua anima.

Ho visto il diavolo ti farà dimenare

Sai che Friedrich Nietzsche cita come 'se guardi a lungo in un abisso, anche l'abisso ti guarda?' Bene, immagina Nietzsche che scrive quella riga mentre tiene una penna in una mano, una carne intelligente nell'altra ed è assolutamente inzuppata di sangue, ed è il modo migliore per descrivere Ho visto il diavolo. Diretto da Kim Ji-Woon, questo festival delle torture del 2010 guadagna totalmente il suo titolo demoniaco e, sebbene sia un film brillante, è assolutamente un inferno da guardare.

Il film si apre con una donna bloccata sul lato della strada, in attesa di un carro attrezzi, quando Kyung-chul (Choi Min-sik di Vecchio ragazzo fama) si presenta. Sfortunatamente, Kyung-chul è un serial killer che si diletta molto nello smembrare le sue vittime, quindi, inutile dirlo, le cose non finiscono bene per la povera donna. Tuttavia, il suo fidanzato sembra essere Soo-hyun (Lee Byung-hun), un agente speciale che è abbastanza bravo a emettere dolore. Spinto dalla rabbia più calda che si possa immaginare, Soo-hyun si mette in cerca del serial killer e lo prende rapidamente ... solo per lasciarlo andare.

Vedi, Soo-hyun non vuole solo uccidere Kyung-chul. Vuole giocare con lui, per attirare la sofferenza dell'uomo. È un gioco di gatto e topo - un gioco in cui molti astanti vengono catturati nel fuoco incrociato. Ciò che abbiamo qui sono due mostri assoluti, uno guidato dal male e uno guidato dall'odio, e molto presto, è difficile distinguerli. L'azione qui è quasi non-stop, con scene di combattimento follemente coreografate e momenti grossolani che mettono il Sega serie da vergognare. Non mangiare nulla prima di guardare questo film, o vedrai qualcosa di più del semplice diavolo. Vedrai anche di nuovo il tuo pranzo.

Blue Ruin ti farà ripensare la vendetta

Nella maggior parte dei film di vendetta, l'eroe è una specie di tosto professionista. La sposa è un'assassina, Massimo è un generale romano e Hugh Glass è un uomo di montagna che mangia fegato. Ma cosa succederebbe se un tizio schlubby ordinario prendesse una pistola e provasse a fare tutto John Wick? Bene, questa è la premessa di Rovina blu, un brutale thriller del regista Jeremy Saulnier, e la risposta è piuttosto semplice: non finirà affatto bene.

Interpretato alla perfezione da Dweebish da Macon Blair, Dwight ha alcuni problemi seri. Vive in una vecchia macchina malconcia, sgattaiolando tra i bidoni della spazzatura e irrompendo in case vuote in modo da poter fare la doccia. È senzatetto da molto tempo, da quando i suoi genitori sono stati assassinati. Le loro morti lo perseguitano da anni, e ora il loro assassino è appena stato rapito. Dwight sogna la vendetta da molto, molto tempo, e lo fa entrare come nei primi 20 minuti del film. È sciatto, disgustoso ed è totalmente realistico. Ma una volta che inizi una faida familiare, la faida non si ferma fino a quando tutti non sono morti.

Vedi, una volta che Dwight si vendica, la famiglia del morto viene a chiamare e sono tutti armati di hardware serio. Dwight vuole essere Rambo, ma è solo un tipo normale che dovrebbe lavorare a Best Buy. Prova a copiare tutti quei cliché dell'eroe d'azione - come curare le proprie ferite - ma raramente funziona. Dwight non ha idea di cosa stia facendo, ma con i cattivi che si avvicinano, è costretto a prendere una posizione, non importa quanto possa essere sciocco. A volte esilaranti e altre volte tragici, Rovina blu sovverte un film d'azione dopo l'altro e mostra che c'è davvero una buona ragione per cui è meglio che la vendetta sia lasciata sul grande schermo.

Gli animali notturni rovineranno per sempre i viaggi su strada

Diretto dallo stilista Tom Ford, Animali notturni ti lascerà emotivamente devastato, prosciugato dalla vita e terrorizzato dalla guida notturna. La storia inizia con Susan Morrow (Amy Adams), una donna di grande successo che gestisce una galleria d'arte e odia assolutamente la sua vita. Si sente una malvagità, suo marito la tradisce e tutto sembra andare in pezzi. In quel momento riceve un romanzo intitolato Animali notturni, scritto dal suo vecchio ex (Jake Gyllenhaal). Il libro è dedicato a Susan, ma mentre studia attentamente le pagine, scopre rapidamente che non è un complimento.

Mentre legge questo libro contorto, ci viene offerto un film all'interno di un film, in cui Jake Gyllenhaal si presenta di nuovo, interpretando il padre Tony Hastings. Sta guidando attraverso il Texas con sua moglie e sua figlia (Isla Fisher ed Ellie Bamber), quando vengono costretti a lasciare la strada da una banda di redneck, guidati da un malvagio Aaron Taylor-Johnson. Onestamente, questo confronto sul ciglio della strada è uno dei momenti più spaventosi mai realizzati per un film non horror, e restiamo con le mascelle lasciate scioccate quando i brividi decollano con la famiglia di Tony, lasciandolo urlare sul ciglio della strada.

Alla fine, Tony si unisce a un avvocato senza fronzoli (Michael Shannon) per dare la caccia ai criminali che hanno attaccato la sua famiglia, ma questa non è l'unica trama di vendetta nel film. Mentre Susan si approfondisce sempre di più nel romanzo, iniziamo a conoscere meglio la sua relazione con l'autore, e presto ci rendiamo conto che il suo ex letterario potrebbe avere un'ascia seria da macinare. La recitazione qui è incredibile dappertutto, con Taylor-Johnson che offre la migliore performance in carriera come il delinquente più squallido del mondo. È un film freddo e cattivo che ti lascerà scosso dal fotogramma finale e, alla fine, non vorrai mai fare un altro viaggio per tutto il tempo in cui vivi.

Mohawk ti farà paura dei boschi

Girato sul più indipendente dei bilanci indie, Mohawk è un ibrido d'azione-horror che ci ricorda storia americana è fondamentalmente un grande bagno di sangue. Questo film del 2017 segue un trio di amanti - un inglese (Eamon Farren) e due indiani Mohawk (Kaniehtiio Horn e Justin Rain) - mentre si ritrovano in fuga da un gruppo di americani assetati di sangue. Stanco di vedere la sua gente scalpellata e uccisa, il guerriero Mohawk Calvin (Rain) attaccò un campo americano e lasciò indietro un bel po 'di corpo. Ora le truppe rimanenti sono in cerca di sangue e il loro vizioso comandante (Ezra Buzzington) non si fermerà davanti a nulla per ottenere il suo pezzo di Manifest Destiny.

Quindi, con un gruppo di vendicativi Yankees sulla loro scia, il nostro trio cerca di svanire nel bosco, tirando fuori tutti i trucchi dal playbook Mohawk per rimanere in vita. Questa foresta è vasta e profonda e ti inghiottirà, e più l'inseguimento andrà nel bosco, più il film diventa mistico. Alla fine, la dinamica del potere cambia ed è il nostro eroe (non diremo quale) in cerca di vendetta contro i tormentatori americani. L'ultimo atto del film va dritto nel territorio dell'orrore, e questo non dovrebbe sorprendere poiché il film è stato diretto da Ted Geoghegan (Siamo ancora qui) e scritto dall'autore horror Grady Hendrix. Il risultato è un film che sembra Il rituale incontra Rambo, completo di mutilazione, decapitazione e molte esplosioni di sangue. È la prova che non hai bisogno di un grande budget per grandi emozioni, ed è un promemoria che il passato americano è pieno di morte e distruzione. Ti farà anche preoccupare di andare nel bosco per molto, molto tempo.

Mandy ti cullerà

Prendi il film più folle di Jodorowsky, l'album più metal di Black Sabbath, la copertina più spaventosa di un romanzo di Stephen King, quindi mescolali tutti insieme con un pizzico di LSD. Gettalo nel fuoco dell'inferno per alcuni minuti e quando ha finito di cucinare, otterrai Mandy, uno dei film di vendetta più selvaggi mai realizzati. Ambientato nel favoloso anno del 1983, questo terrificante gorefest trova Nicolas Cage nel suo assoluto Cage-iest, sbattendo la vodka, sbuffando cocaina e forgiando la sua stessa ascia per combattere una banda di ciclisti Cenobiti.

E oh sì, abbiamo un Cheddar Goblin.

Diretto da Panos Cosmatos, Mandy inizia come una splendida poesia d'amore lirica. Guardiamo il taglialegna Red Miller (Cage) e la moglie artista, la bellissima e ossessionante Mandy (Andrea Riseborough), che trascorrono le loro giornate da soli nei boschi. Si sono ritagliati un piccolo paradiso per se stessi, dove possono guardare stupidi film di fantascienza, parlare di astronomia e guardarsi l'un l'altro dopo il tramonto. Sfortunatamente, Mandy attira l'attenzione di un folle cantante folk diventato leader del culto (Linus Roache) che vuole disperatamente che lei si unisca alla sua strana famiglia. Quando lo rifiuta ... beh, questa è una storia di vendetta, dopo tutto.

Ed è allora che il film cambia marcia, con Red che evoca il potere di ogni personaggio pazzo che Nicolas Cage abbia mai suonato. Armato di una balestra, va in punta di piedi con il culto e una banda di motociclisti demoni. C'è un'epica battaglia con la motosega, molte decapitazioni e tra tutti gli spargimenti di sangue, abbiamo immagini psichedeliche a bizzeffe. Con la brillante colonna sonora di Johan Johansson che guida il film in avanti, Cage è una bestia assoluta, che combatte i demoni e caccia gli hippy nel film più heavy metal mai realizzato.