Spiegazione della fine di Control Z.

Netflix Di Robert Balkovich/2 giugno 2020 12:59 EDT

A Netflix piace dare ai suoi spettatori ciò che vogliono e ciò che vogliono sono salaci drammi per adolescenti. A maggio, il servizio di streaming ne ha abbandonato uno nuovo: Control Z,per Serie originali Netflix a partire dal Messico che unisce la natura misteriosa di Riverdale con il intenso commento sociale di 13 motivi per cui.

Lo spettacolo segue gli studenti di un liceo d'élite a Città del Messico che viene interrotto da un pirata che continua a svelare i segreti degli studenti. Seguiamo Sofía (Ana Valeria Becerril), una solitaria che si occupa della morte di suo padre, che è in una posizione unica per osservare i suoi compagni e mettere insieme indizi sull'identità dell'hacker. Fa squadra con il nuovo bambino a scuola, Javier (Michael Ronda), e una delle vittime dell'hacker, Raúl (Yankel Stevan), per capire chi sta prendendo in giro e perché. Naturalmente, nessuno degli alleati di Sofía risulta essere esattamente quello che dicono di essere, e veniamo a sapere che Sofía ha alcuni suoi segreti.



Chi è l'hacker? Perché sono decisi a rovinare la vita dei loro compagni studenti? E quali strapiombi ci hanno lasciato lo show nella seconda stagione? Ci stiamo occupando di tutto mentre spieghiamo la fine di Controllo Z. stagione 1.

Viene rivelata l'identità dell'hacker Control Z.

Netflix

A metà stagione, Sofia viene rapita dall'hacker mascherato. Riesce a fuggire e raccoglie alcuni indizi vitali lungo la strada. Non solo scopre che il tecnico IT Bruno (Mauro Sánchez Navarro) ha aiutato l'hacker nei suoi schemi, ma trova anche un adesivo dallo zaino di Javier nella tana dell'hacker. Più tardi, trova un braccialetto che ha perso durante il suo rapimento nell'armadietto di Javier.

Sofía scopre anche esattamente perché Javier ha trasferito le scuole in primo luogo. Nella sua vecchia scuola, Javier era il capitano della squadra di calcio, che lo coinvolgeva a reclutare nuove reclute. Durante un incidente, uno studente è saltato da una sporgenza alta, con l'intenzione di atterrare in una piscina. Invece, hanno colpito il terreno e sono morti.



Dopo queste rivelazioni, Sofia è convinta che Javier sia l'hacker. Risolve il triangolo amoroso che si è sviluppato tra lei e i suoi due compagni di sonno dormendo con Raúl. Quando lo fa, tuttavia, trova la maschera che l'hacker ha indossato nei suoi video sotto il letto di Raúl, rivelando la grande svolta che era l'hacker per tutto il tempo.

Scopriamo perché Raúl ha svelato i segreti dei suoi compagni di classe

Netflix

Con Raúl senza maschera, ora ci resta una domanda: perché? In un episodio di flashback, vediamo esattamente cosa ha portato il personaggio a rivelare i dettagli intimi della vita segreta dei suoi compagni di classe. Durante una festa, i suoi amici - i compagni popolari e ricchi che hanno fatto trapelare i loro segreti - scattano foto con i preziosi beni che il padre di Raúl ha acquisito grazie al suo status di politico corrotto. Hanno quindi usato quelle foto per tentare di ricattare Raúl per i soldi che sanno che la sua famiglia ha.

Arrabbiato per essere stato usato da persone che pensava fossero suoi amici, Raúl ha escogitato il piano di hacking come vendetta. Si unisce a Bruno per fare l'hacking e rilascia persino informazioni su se stesso per scacciare i sospetti di tutti. Inoltre ricatta un altro studente di nome Luis (Luis Curiel) nell'ammettere falsamente di essere l'hacker. In uno degli episodi precedenti, abbiamo visto Luis essere picchiato in coma da Gerry (Patricio Gallardo), che credeva che fosse lui a perdere i suoi segreti. Naturalmente, Raúl ha anche usato il rapimento per inquadrare Javier.



Sofía e Javier scoprono il piano di Raúl e lo inducono a confessare in video. Suonano questa confessione per la scuola in una grande danza di fine anno per esporre Raúl. L'hacker, tuttavia, ha un altro giro di segreti nella manica.

Raúl è esposto e scoppia il caos

Netflix

Dopo essere stato esposto come hacker, Raúl usa lo stesso proiettore installato da Sofía e Javier per svelare l'ultimo giro di segreti, incluso il fatto che il padre morto di Sofía è, in realtà, ancora vivo. Il caos esplode e, nel mezzo, Gerry arriva con una pistola. Rivela che Luis è morto per le ferite subite dopo che Gerry lo ha picchiato. Gerry incolpa Raúl per aver ricattato il suo compagno di classe ormai defunto per confessare un crimine che non ha commesso, che ha portato Gerry ad attaccarlo in primo luogo.

Javier tenta di eliminare la situazione, ma finisce per essere colpito accidentalmente da Gerry nel processo. La stagione termina con lui vivo, ma sanguinante per terra mentre il resto della scuola si affolla intorno.

Javier sopravviverà alla sua ferita da arma da fuoco? Quali conseguenze dovranno affrontare Raúl e Gerry? E qual è l'accordo con il padre di Sofia che finge la propria morte? Con tutte queste domande senza risposta, sarà un sollievo per chiunque sapere che Netflix ha già ordinato una seconda stagione di Controllo Z. (attraverso CNet). Speriamo di avere delle risposte, ma data la natura contorta della serie, non sorprenderti se anche la nuova stagione avrà ancora più domande.