I più grandi buchi della trama di Game of Thrones

Di Nina Starner/21 maggio 2019 16:25 EDT

Durante la sua corsa di otto stagioni, Game of Thrones è stato uno degli spettacoli più densi e complessi in televisione, con una narrazione contorta, un enorme cast di personaggi (spesso con nomi che erano sempre più difficili da sillabare) e un mondo tentacolare, che dava ai fan molto da masticare quando arrivava al suo complotto intricato e enormi colpi di scena. Durante la sua ultima stagione nella primavera del 2019, la serie ha consegnato il suo tanto atteso conclusione a una bellaaccoglienza tiepida, con i creatori che sembrano avere un piccolo problema assicurandosi che si siano presi cura di un sacco di loro fili narrativi.

Poiché lo spettacolo è così complesso, ci sono sicuramente alcune estremità libere e buchi della trama che rimbalzano intorno e, con la sua uscita finale, troni introdotto molti più buchi della trama i fan possono agonizzarsi durante ogni rewatch. Ecco solo alcuni dei più grandi buchi della trama Game of Thrones. Seguiranno gli spoiler!



faccina da taskmaster

Gli uomini di Euron non sono più muti

Euron Greyjoy è assolutamente una delle caratteristiche più irritanti delle stagioni successive. Presentato nella sesta stagione come un nuovo cattivo allineato a Cersei, l'usurpatore esagerato e bombastico al trono delle Isole di Ferro finisce con un po 'troppo tempo sullo schermo mentre guida la sua flotta alla difesa di Cersei contro Daenerys e lei draghi. Dopo che Euron ha condotto con successo un attacco a Daenerys e alle sue forze, Daenerys si reca all'armata di Euron sulla strada per l'assedio di King's Landing, lanciandosi su Drogon per dare fuoco all'intera flotta.

Riesce a farcela, ma se ascolti attentamente la scena, sentirai urlare uomini, che non sarebbero così fuori dall'ordinario durante un attacco di drago tranne un dettaglio importante. L'intero equipaggio di Euron è fatto di mute, che ha affrontato direttamente nel corso di più episodi, incluso quando dice a sua cugina prigioniera Yara che la tiene in vita solo perché sa parlare. Questo era solo alcuni episodi precedenti, quindi perché Euron ha improvvisamente dimenticato tutto?

È solo una ferita

Nessuno vuole i personaggi principali di Game of Thrones soffrire più del necessario, ma per uno spettacolo che si è fatto un nome uccidendo i suoi cari, in qualche modo ha preso la cattiva abitudine di assicurarsi che i suoi personaggi principali non abbiano nemmeno battuto ciglio per un infortunio - anche quelli che sembravano come se fossero in pericolo di vita.



Il primo grande esempio di ciò accade nella sesta stagione dello spettacolo, quando Arya infrange le regole durante l'allenamento con gli uomini senza volto e finisce inseguita dal misterioso Waif, che è stato inviato per ucciderla. Dopo che la Waif ha pugnalato ripetutamente Arya nello stomaco, sembra che debba essere fatto per. Invece, si tuffa in un canale vicino e in qualche modo arriva fino a casa di un amico per cure mediche prima di combattere il Waif ancora (e vincendo questa volta). Se ciò fosse accaduto solo una volta, potrebbe essere più facile trascurarlo, ma nella stagione 8, Jaime finisce con le stesse magiche ferite allo stomaco non minacciose dopo un combattimento con Euron, dove quest'ultimo assegna diversi colpi di coltello punitivo all'intestino del Kingslayer. Anche così, Jaime arriva fino al Red Keep per ricongiungersi con Cersei mentre sanguina ancora abbastanza abbondantemente. Almeno gli spettatori ora sanno che se sei un personaggio principale con una ferita allo stomaco, sei praticamente garantito per sopravvivere alla scena.

Le profezie non realizzate abbondano

Adeguatamente per uno spettacolo con un ambiente così mistico e magico, troni è pieno di profezie dall'inizio alla fine, che ha dato agli spettatori molto su cui riflettere tra una stagione e l'altra. Le domande sulla fertilità di Daenerys, sull'eventuale assassino di Cersei, sul destino di Arya e sull'identità di Azor Ahai e il Principe (i) che era stato promesso correvano dilaganti per otto stagioni, e i fan erano entusiasti di ricevere almeno qualche chiusura alcuni di queste profezie in modo da risolvere alcuni dei più grandi misteri dello spettacolo.

In un colpo di scena insoddisfacentenessuno di queste profezie furono mai ufficialmente confermate. Daenerys muore senza mai sapere se è in grado di generare figli. Cersei non viene ucciso da un 'valonqar' o da un fratellino, ma anticlimaticamente schiacciato dalla caduta di pietre. Arya non uccide mai nessuno con gli occhi verdi. Azor Ahai e il Principe (i) non sono mai menzionati e certamente non sono mai stati identificati.



I fan di Diehard possono probabilmente trovare il modo di confermare alcune delle profezie o discernere perché non sono stati chiariti:valonqarla teoria su Cersei non è mai stata menzionata direttamente nello spettacolo, ma Tyrion è la ragione per cui era sotto il Red Keep in primo luogo, e Jon Snow ha ucciso Daenerys potrebbe essere contorto per far funzionare Azor Ahai - ma resta il fatto che per tutto il tempo trascorso nello show in queste stagioni precedenti, sembravano semplicemente svanire per il gran finale.

The Night's Watch non ha più uno scopo

Come punizione per aver ucciso Daenerys (anche se probabilmente la Regina Pazza avrebbe ucciso migliaia di altre persone innocenti nella sua ricerca del dominio del mondo), Jon Snow viene bandito a Castle Black per il resto della sua vita per servire nella Guardia della Notte, portandolo a posto indietro da dove ha iniziato. Sarebbe tutto bene e forse - e forse anche un finale poetico per il bastardo di Ned Stark trasformato in Targaryen segreto che ora sarà nascosto al Muro - tranne per un evidente problema.

Ora che Army of the Dead è finito per (grazie ad Arya) e la pace è stata negoziata tra i selvaggi e i cittadini di Westeros (grazie a Jon), non sembra esserci qualsiasi punto alla Guardia della Notte. Apparentemente Jon si sente allo stesso modo, chiedendo a Tyrion perché la Guardia della notte esiste, ma dal momento che non ha una risposta, nemmeno gli spettatori, lasciandoli nel buio sul perché Jon avrebbe dovuto riprendere il nero. Tuttavia, nei momenti finali del finale, Jon, Tormund e il fantasma del lupo mannaro di Jon sono visti cavalcare a nord del Muro circondato da Wildlings, portando alcuni a credere che Jon sia a modo suo diventare il Re oltre il muro, il che potrebbe significare che la Guardia della notte è finita. Tuttavia, con questo non confermato, non c'è proprio una buona ragione per cui i Guardiani della Notte restino in giro.

Il magico Dothraki che si moltiplica

Proprio all'inizio della battaglia di Winterfell, Daenerys si ritrova in un grave deficit. Anche se Melisandre armatamente aiuta l'esercito Dothraki della Regina dei draghi con spade fiammeggianti per l'accusa dell'Esercito dei morti, in una delle sequenze più agghiaccianti dell'intera serie, sia gli spettatori che i personaggi guardano con orrore mentre le fiamme sono veloci e silenziose tirò fuori. Solo Jorah Mormont, Ghost e alcuni Dothraki sfuggenti sfuggono al massacro per mano dei morti.

altezza dave bautista

Con questo in mente, la maggior parte degli spettatori ha ipotizzato che l'esercito di Dothraki, che quasi tutti hanno seguito Daenerys di Vaes Dothrak, si sia sostanzialmente estinto all'indomani della battaglia di Winterfell. Ma nei tre episodi che seguirono, qualcosa abbastanza strano ha iniziato a succedere. Sempre più Dothraki continuava a saltar fuori, apparentemente moltiplicandosi per l'episodio, fino al finale della serie, quando Daenerys tenne un discorso commovente al resto del suo esercito Immacolato (che è ancora stranamente enorme) e un'enorme folla di guerrieri convulsi di Dothraki. A meno che questo non sia un segreto che i telespettatori di Dothraki non abbiano mai scoperto, Daenerys non dovrebbe assolutamente lasciare che molti soldati Dothraki rimangano alla fine dello spettacolo.

Il tempo è un cerchio piatto

All'inizio di Game of Thrones, con così tanti personaggi impegnati in varie missioni e missioni, i lunghi viaggi sono stati di fatto un punto della trama dello spettacolo.Westeros non è esattamente un posto piccolo, e il viaggio da Winterfell, che arriva fino al Nord, fino a King's Landing, che è abbastanza a sud, richiederebbe sicuramente molto tempo. Se tieni a mente quanto tempo ha impiegato Daenerys per attraversare il Mare Stretto e arrivare a Westeros in primo luogo, è chiaro che viaggiare in questo mondo non è cosa da poco.

Tuttavia, durante lo spettacolo stagioni successive, le persone sembrano comparire ridicolmente rapidamente praticamente ovunque vogliono (o come la trama richiede), distorcendo completamente il modo in cui sia il tempo che lo spazio funzionano nei Sette Regni e oltre. Durante un episodio della settima stagione, un personaggio attraversa un'enorme distesa di terra oltre il Muro manda un corvo, che apparentemente si muove alla velocità di curvatura considerando la rapidità con cui Daenerys riceve il messaggio e arriva per salvare la giornata. Nell'ottava stagione, la situazione peggiora ancora, con i personaggi che passano da Winterfell a Dragonstone a King's Landing praticamente in pochissimo tempo (Euron non potrebbe nuota così veloce). Spostare la trama ad un ritmo rapido è sicuramente necessario, ma la velocità di marcia eccessiva è in troni'le stagioni finali sono troppo grandi per essere un buco della trama da ignorare.

King's Landing si è mosso?

La capitale di Westeros, la splendida città di sbarco del re è descritto come seduto direttamente sul mare. Fortunatamente, una città che condivide molte caratteristiche con King's Landing in realtà esiste e serviva come sua luogo delle riprese. Dopo aver girato alcune scene a Malta durante la prima stagione, la produzione per le scene di King's Landing è passata a Dubrovnik, Croazia, che è rimasto il sostituto della capitale dei sette regni per il resto dello spettacolo, ed è facile capire perché. Con i suoi dintorni pastorali e la sua straordinaria architettura, il gioiello dell'Adriatico è il perfetto imitazione della vita reale per l'atterraggio del re.

Tuttavia, durante uno scontro nell'ottava stagione dello spettacolo, King's Landing sembra averlo radicalmente cambiatoed è ora circondato da un'enorme fascia di deserto piuttosto che dal verde e lussureggiante ingresso visto nelle stagioni precedenti. Se questo è un tentativo di indicare che le risorse naturali della città stanno morendo, non viene mai affrontato o spiegato. Allo stato attuale, è solo una strana incoerenza che sicuramente gli showrunner avrebbero dovuto sapere che gli spettatori avrebbero notato.

Obiettivo temporaneamente grande di Euron

I draghi di Daenerys sono alcune delle creature più importanti e apprezzate di tutti Game of Thrones. Molti personaggi non credono nemmeno che i draghi esistano fino a quando uno dei 'figli' di Daenerys non appare davanti a loro. Dopo aver perso uno contro il potente e non morto Re della Notte, Daenerys è scesa a soli due draghi: il suo drago più grande e preferito, Drogon e Rhaegal, chiamato per suo fratello.

Durante l'ottava stagione, tuttavia, è ridotta a Drogon solo dopo Rhaegal quasi immediatamente sparato dal cielo da Euron (da una barca in movimento, non meno), che diventa il primo umano in assoluto ad uccidere un drago. Alcuni spettatori potrebbero essere in grado di attribuire questo alla sua infallibile abilità con uno scorpione (un balista gigante che può sparare enormi lance nel cielo), ma nell'episodio successivo, Euron è improvvisamente completamente incapace di mirare a Drogon, che, come il drago più grande, dovrebbe essere più facile da colpire per un tiratore così abile. Tra un episodio e l'altro, Euron sembra essere peggiorato durante le riprese e Drogon sembra essere diventato invincibile. Anche circondato da scorpioni, Drogon incendia l'intera flotta e metà della città senza alcun problema, portando gli spettatori a chiedersi come e perché Rhaegal è sceso così facilmente in primo luogo.

costanza nunes

I nuovi bambini in città

Con l'assassinio di Daenerys e la scelta di un nuovo leader, rimane un'enorme domanda: cosa succede ai suoi due enormi eserciti stranieri a seguito della morte di Khaleesi? Gli Unsullied e Dothraki sono entrambi gruppi ferocemente fedeli dedicati alla Regina dei draghi, e per quanto riguarda gli Unsullied - almeno, secondo al loro leader Grey Worm - Jon dovrebbe pagare per l'ultimo crimine di queenslaying (l'esercito di Dothraki in espansione magica non fa mai una dichiarazione ufficiale sulla morte della loro regina). Tuttavia, alla fine, a Jon è permesso di unirsi alla Guardia della Notte, a cui salpano gli Immacolati proteggere il naath (mantenendo una promessa fatta da Grey Worm al Missandei), e il Dothraki ... beh, nessuno è molto chiaro su ciò che accade al Dothraki. Anche il modo in cui uno dei due eserciti ha permesso a Jon Snow di lasciare indenne la città è piuttosto confuso.

Sembra abbastanza improbabile che tutte le forze di Daenerys, che sono furiose per la morte della loro regina, accettino tranquillamente un nuovo sovrano il cui fratello è quello che l'ha uccisa in primo luogo. Sia gli eserciti di Dothraki che quelli di Unsullied sono noti per la loro eterna lealtà, e sembra che con il Nord indebolito, probabilmente potrebbero tenere la città da soli. Invece, gli eserciti o non fanno nulla o se ne vanno in silenzio all'indomani della morte del loro amato leader, che non solo sembra anticlimatica, ma semplicemente sconcertante.