Spiegazione della storia dell'Unico Anello del Signore degli Anelli

Di Matthew Jackson/27 gennaio 2020 17:06 EDT

J.R.R. TolkienL 'epico fantasyIl Signore degli Anelli è una delle opere letterarie più influenti mai pubblicate e uno dei libri più popolari del XX secolo. L'epica saga di Tolkien, divisa in tre volumi, racconta la storia di un mondo in lotta per invadere l'oscurità e una ricerca per distruggere un potente anello in grado di annullare tutto ciò per cui le forze del bene avevano lavorato. Nel corso della storia un singolo anello d'oro, introdotto per la prima volta nel romanzo di TolkienLo Hobbit, cresce da un semplice artefatto magico al più importante e potente oggetto dell'intero mondo immaginario, uno su cui re e semidei hanno combattuto, ma solo un piccolo Hobbit può distruggere.

Lo sappiamo tutti la storia diIl Signore degli Anelli e i suoi molti eroi, cattivi e battaglie, ma la storia del One Ring stesso è più lunga, con un retroscena che risale all'inizio dell'universo immaginario di Tolkien. Se vuoi un corso intensivo La tradizione di Tolkien o stai solo cercando un aggiornamento, questa è la storia di One Ring.



La corruzione di Mairon

Sauron, il 'Signore degli Anelli' menzionato nel titolo dell'epopea di Tolkien, fu creato prima dell'inizio del mondo materiale. Come Gandalf e Saruman, era un Maiar, un essere divino che era uno degli spiriti minori (all'incirca equivalente a un angelo) creato da Eru prima che il mondo fosse creato. Nella sua prima vita da Maiar, fu chiamato Mairon e servì lo Smith of the Valar (un livello superiore di spirito creato da Eru). Durante questo periodo, acquisì una grande conoscenza nella fabbricazione e nella fabbricazione, che in seguito avrebbe versato per creare gli Anelli del Potere.

Sebbene fosse puro quando fu inizialmente creato, alla fine Mairon fu sedotto dai Valar conosciuti come Melkor, in seguito chiamato Morgoth. Morgoth era l'originale Signore Oscuro di Tolkien e iniziò a cercare di conquistare e distruggere la Terra di Mezzo con Mairon come suo tenente nella Prima Era. Alla fine, Morgoth fu sconfitto dai Valar e imprigionato al di fuori del mondo materiale nella Guerra dell'ira. Sauron si pentì, ma non avrebbe affrontato il giudizio dei Valar, e fuggì e si nascose nella Terra di Mezzo, aspettando il suo tempo e costruendo il suo potere fino a che non potesse fare la sua prossima mossa. The Elves alla fine venne a chiamarlo Sauron.

Gli anelli del potere

Passarono i secoli e Sauron divenne ossessionato dall'imporre il proprio senso di ordine su tutte le razze del mondo. Per fare questo, assunse un bel volto, definendosi 'Il Signore dei Doni' e visitò gli Elfi come presunto ambasciatore dei Valar. Sebbene alcuni degli Elfi, tra cui Galadriel ed Elrond, non si fidassero di lui, il fabbro Elf Celebrimbor fu preso con i doni di Sauron e insieme iniziarono a forgiare gli Anelli del Potere. Tre furono fatti per i capi degli Elfi, sette per i capi dei Nani e nove per i capi degli Uomini. Nel frattempo, nel fuoco vulcanico del Monte Fato, Sauron ha forgiato l'Unico Anello, riversando gran parte della sua essenza e del suo potere. Il piano era di usare l'Uno per controllare i portatori di Tre, Sette e Nove, mettendo in atto la sua volontà in tutte le razze.



film scioccanti

Sfortunatamente per Sauron, gli Elfi che indossavano i Tre riuscirono a percepire la presenza dell'Uno e presero i loro anelli per evitare il suo controllo. Sauron imperversò contro questo, dichiarando guerra agli Elfi nel tentativo di riconquistare gli Anelli del Potere. La Guerra degli Elfi e Sauron terminò quando un esercito di Uomini di Numenor respinse le forze di Sauron. Sauron si ritirò di nuovo a Mordor per riprendersi. Gli anelli dei Sette e dei Nove alla fine furono tutti riconquistati, persi o distrutti a seguito degli sforzi di Sauron, ma gli anelli Elfici dei Tre rimasero nascosti da lui.

robert sheehan umbrella academy

La caduta di Numenor

Passarono altri secoli, mentre Sauron continuava a fortificare la sua roccaforte a Mordor e completò la torre di Barad-dur con l'Unico Anello in suo possesso. Vicino la fine della seconda era, era abbastanza forte da tentare di nuovo la conquista della Terra di Mezzo, ma non sarebbe rimasto libero. Ar-Pharazôn, il re di Numenor, fu offeso dagli sforzi di Sauron di proclamarsi sovrano di tutti gli uomini e marciò contro di lui con un esercito enorme. Sauron si arrese e fu riportato a Numenor come prigioniero, ma non fu umiliato da questa presunta sconfitta.

A Numenor, Sauron assunse di nuovo un bel volto e sedusse Ar-Pharazôn, approfittando della paura della morte dei Numenoreani e convincendoli che avrebbero dovuto adorare il suo vecchio maestro, Morgoth. Sauron sperava di convincere i Numenoreani a lanciare direttamente un attacco contro i Valar, sostenendo che un giorno Morgoth avrebbe potuto salvarli dalla morte.



Fu qui che intervenne Eru, il creatore supremo di tutti. Gli eserciti di Ar-Pharazôn furono annegati, Numenor affondò nel mare e il Beato Regno dei Valar fu rimosso dal mondo materiale in modo che Sauron non potesse raggiungerlo. Anche la forma fisica di Sauron fu distrutta nella caduta di Numenor, ma il suo spirito fu in grado di tornare a Mordor, dove conservava ancora l'Unico Anello.

Il secondo portatore dell'anello

Sebbene Ar-Pharazôn sia stato corrotto da Sauron, vi furono alcuni Numenoreani che rimasero fedeli agli altri Valar. Guidati da Elendil, questi sopravvissuti sfuggirono alla caduta di Numenor e salparono verso la Terra di Mezzo, dove stabilirono i regni di Gondor e Arnor. Sauron osservò la formazione di questi regni e il suo odio per Elendil lo portò ad attaccare i nuovi regni all'inizio della loro vita. Elendil e i suoi figli, incluso Isildur, sapevano che non potevano combattere da soli Sauron e formarono l'Ultima Alleanza con il leader elfico Gil-galad per prendere una posizione contro l'oscurità.

L'Alleanza respinse Sauron e assediò Barad-dur per anni, fino a quando Sauron alla fine uscì per unirsi al combattimento. Fu allora che Isildur prese Narsil, la spada del padre caduto, e tagliò l'Unico Anello dalla mano di Sauron. Sauron fu sconfitto e la vittoria segnò la fine della Seconda Era.

Isildur, ora Alto Re di Gondor e Arnor, teneva per sé l'anello unico anziché distruggerlo, sedotto dal suo potere. Due anni prima della Terza Era, Isildur fu uccisa durante un'imboscata degli Orchi. Cercò di usare il potere dell'invisibilità dell'anello per scappare nel fiume Anduin, ma l'anello gli scivolò dalle dita, esponendolo alle frecce degli Orchi. L'unico anello era perduto nel fiume e non sarebbe stato più visto per secoli.

Deagol e Smeagol

Per più di 2000 anni, l'Unico Anello fu perso, svanendo nella leggenda mentre il mondo procedeva attorno ad esso. Ciò ha cambiato il giorno in cui due cugini Hobbit, Smeagol e Deagol, sono andati a pescare vicino al punto in cui Isildur è stato ucciso, e Deagol ha scoperto un anello d'oro nell'acqua. Smeagol fu immediatamente attratto dal potere del One Ring, sebbene non sapesse cosa fosse, e chiese a Deagol di regalarglielo come regalo di compleanno. Deagol ha resistito e Smeagol ha risposto strangolando suo cugino a morte e prendendo l'Unico Anello.

Respinto dalla sua famiglia, Smeagol fuggì nelle Montagne Nebbiose e in isolamento con il suo anello, che soprannominò 'Il mio prezioso'. Trascorse 500 anni da solo nel buio, mangiando pesce crudo mentre il suo corpo e la sua mente erano contorti dall'anello. Col tempo, divenne noto come 'Gollum' a causa di un suono abituale e gutturale che emetteva in gola. Col tempo, divenne così contorto che sviluppò due personalità: Smeagol, il lato che ancora ricordava il bene in lui, e Gollum, il lato oscuro che voleva solo possedere l'anello.

Bilbo vince l'anello

Gollum e il suo anello vissero in isolamento per secoli, finché un giorno uno Hobbit di nome Bilbo Baggins si imbatté accidentalmente nella tana della creatura mentre si perdeva nelle Montagne Nebbiose. Bilbo, alla ricerca della Montagna Solitaria guidata da Thorin Oakenshield, trovò l'anello al buio e, quando scoperto da Gollum, propose una gara di indovinelli con la sua vita sulla linea. Gollum dedusse che Bilbo aveva preso il suo Precious, ma non sapeva che Bilbo aveva già scoperto il suo potere di garantire l'invisibilità. Con l'anello al dito, Bilbo riuscì a seguire un Gollum confuso fino all'uscita della sua caverna, dove fuggì per ricongiungersi a Thorin e ai suoi nani.

Star Wars Force Unleashed 3 annullato

Sebbene inizialmente avesse mentito sul ring, Bilbo alla fine lo disse il mago Gandalf il Grigio maggiori dettagli su come è arrivato a possederlo e Gandalf è stato in grado di dedurre che era un Anello del Potere che ha avuto un effetto pericoloso e seducente sul suo portatore. Tuttavia, Gandalf decise che l'anello era relativamente al sicuro in possesso di Bilbo e lo Hobbit lo tenne in suo possesso nella sua casa nella Contea.

Compagnia dell'Anello

Bilbo Baggins ha tenuto l'Anello a casa sua per decenni, con l'intenzione di lasciarlo un giorno suo nipote Frodo, con la benedizione di Gandalf. Quando venne il momento, però, Bilbo sembrò riluttante a separarsene. Questo, combinato con altri sussurri di cose come Nazgul che vagava per la Terra di Mezzo, portò Gandalf a Minas Tirth a Gondor per fare delle ricerche. Nel tempo, si rese conto che l'anello di Bilbo non era solo per anello magico, ma il ring - One Ring perduto da tempo di Sauron.

Il pericolo dello stesso Anello Unico, unito alla recente comparsa di Gollum nella Terra di Mezzo e al ritorno degli Spettri dell'Anello, riportò Gandalf nella Contea per avvertire Frodo. Disse al giovane Hobbit di partire per l'Undici città di Gran Burrone, dove Elrond stava riunendo un consiglio di leader di Elfi, Nani e Uomini per decidere cosa fare dopo. Al Consiglio di Elrond, fu deciso che l'anello doveva essere portato a Mordor per essere distrutto dagli incendi del Monte Fato, poiché era l'unico modo per impedire a Sauron di reclamarlo. Frodo si offrì volontario per rimanere il portatore dell'anello. Alla sua ricerca si unirono il Dunedain Ranger Aragon, il comandante gondoriano Boromir, il principe elfico Legolas, il nano Gimli, lo stesso Gandalf e tre Hobbit: Meriadoc 'Merry' Brandybuck, Peregrin 'Pippin' Took e Samwise 'Sam' Gamgee, il giardiniere di Frodo e il migliore amico.

The Breaking of the Fellowship

La Compagnia partì da Gran Burrone, mentre gli agenti di Sauron continuarono a inseguirli e ad accumulare forze. La chiave tra loro era il mago Saruman, che aveva tradito Elfi e Uomini e divenne un servitore del Signore Oscuro. Di conseguenza, la Fellowship ha subito affrontato pericoli e gravi perdite. Mentre tagliava le Miniere di Moria, Gandalf fu apparentemente ucciso durante una battaglia con un Balrog. Più tardi, quando la Compagnia fu attaccata da Uruk-hai, Boromir fu ucciso mentre difendeva la vita di Merry e Pipino. Prima di morire, Boromir ha ceduto alla tentazione e ha cercato di prendere l'anello da Frodo, il che ha portato Frodo a credere che doveva lasciare la Compagnia per risparmiare agli altri il peso dell'esca dell'anello. Sam si rifiutò di lasciar andare Frodo da solo, e così i due si avventurarono insieme a Mordor.

Romulani

Quando Frodo e Sam si persero nel tentativo di trovare la strada per Mordor, si resero conto che Gollum - che era stato liberato dopo la tortura per mano degli Orchi - li stava seguendo e tratteggiò un piano per catturarlo. Gollum si dichiarò il servitore di chiunque possedesse l'anello e Frodo e Sam gli ordinarono di condurli da Mordor.

La caduta dell'anello

Dopo aver incontrato brevemente i Ranger di Gondor sotto il comando del fratello Faramir di Boromir - che li fece passare a Mordor - Frodo, Sam e Gollum si fecero strada nel regno oscuro di Sauron. La guerra esplose intorno a loro, mentre il resto della Compagnia continuava a combattere gli eserciti degli Orchi nel tentativo di guadagnare tempo a Frodo per distruggere l'anello. Gollum, nel frattempo, ha continuato a tracciare la morte degli Hobbit per riprendere l'anello da solo.

Nel suo tentativo di eliminare gli Hobbit, Gollum li condusse a quella che sosteneva fosse una scorciatoia per Mount Doom. In effetti, li condusse nella tana del ragno gigante Shelob, che paralizzò Frodo con il suo veleno. Sam uccise Shelob e salvò Frodo, mentre Gollum apparentemente svanì. Quindi, quando Sam e Frodo raggiunsero finalmente il fuoco di Doom, Frodo cedette il potere del ring e lo indossò, rifiutandosi di distruggerlo. Fu qui che Gollum fece la sua mossa, saltando su Frodo e mordendosi il dito che teneva l'anello. Gollum, finalmente riunito con i suoi preziosi, era troppo perso nelle celebrazioni per vedere dove si trovava. Cadde dal bordo della Crepa del Destino e nel magma sottostante, distruggendo se stesso e l'Unico Anello. Sauron, la cui essenza era direttamente legata all'anello, fu sconfitto e tutti i suoi eserciti crollarono all'istante.

Frodo si riprese dalle sue ferite e dall'oscurità dell'anello e navigò verso ovest con gli ultimi Elfi della Terra di Mezzo.