Il più potente Sith nell'universo di Star Wars

Di Luis Prada/1 novembre 2016 10:00 EDT/Aggiornato: 19 dicembre 2017 12:03 EDT

Siamo qui per parlare dei Sith più potenti del Guerre stellari universo, ma prima dobbiamo definire cosa intendiamo per 'potente'. Alcuni tra questo clan superpotente di mistici malfattori spaziali hanno esercitato una potente magia; altri hanno esercitato un impatto duraturo sulla galassia. Alcuni Sith erano più potenti nei modi della Forza di quanto fossero influenti, mentre altri realizzarono cose incredibili nonostante mancasse il comando totale di quella strana magia spaziale. Attingeremo a entrambe le definizioni per individuare chi tra il terrificante pantheon di Sith Lords rappresenta l'intero pacchetto del malvagio di Star Wars.

Darth Bane

Darth Bane è il Guerre stellari ampliata la versione dell'universo di un Padre Fondatore quando si tratta del Lato Oscuro della Forza. Credeva che la struttura organizzativa dei Sith fosse profondamente imperfetta. Prima che arrivasse, i Sith erano molto simili ai Jedi, in quanto vi erano un certo numero di maestri e apprendisti in tutta la galassia, e si prefiggeva di condensare il numero di Sith nella galassia, fino all'ultima coppia. Questa filosofia era conosciuta come la Regola dei due.



Freedon Nadd

Freedon Nadd era un Jedi ai tempi della Vecchia Repubblica, con talenti della Forza ben oltre i suoi pari. (Ricorda quella frase, perché sarà un tema corrente in questo elenco). Durante l'addestramento divenne geloso del potere e dell'autorità del suo maestro Jedi, quindi, in perfetto stile Sith, lo uccise e rinunciò alla sua affiliazione con i Jedi. Nadd viaggiò su Yavin 4 per essere addestrato sulle vie del Lato Oscuro da Naga Sadow, un signore dei Sith che viveva in esilio che una volta portò quasi all'Impero Sith il dominio galattico durante la Grande Guerra Iperspaziale.

Marchio Ragnos

Marka Ragnos era un Signore dei Sith che si stancava della loro riluttanza ad espandersi oltre il loro mondo natale di Korriban. Il suo regno fu spietato e brutale, devastando tutti i nemici che osavano attraversare il loro cammino, ma non sempre ottenne vittorie attraverso la violenza. In effetti, il più delle volte, ha ottenuto la vittoria senza alzare un dito. Un maestro di manipolazione, Ragnos mise gli avversari l'uno contro l'altro, usando la loro distruzione reciprocamente assicurata per liberare un percorso facile per i Sith.

Ragnos visse per oltre un secolo e la sua storia non si concluse con la sua morte. Come fantasma della Forza, ha contrapposto due Lord Sith l'uno contro l'altro per determinare quale sarebbe stato più adatto per il suo posto vacante come sovrano Sith, e Naga Sadow ha vinto l'onore. Lo spirito di Ragnos indugiò per qualche tempo in una tomba su Korriban fino a conferire un altro Jedi trasformato in Sith, Exar Kun, il titolo di Dark Lord of the Sith. Kun alla fine incendiò la cataclismica Grande Guerra Sith.



Darth Vitiate

Marka Ragnos ha riconosciuto il potenziale di questo giovane ragazzo sensibile alla Forza e gli ha dato il pianeta Nathema per governare come suo - insieme a un nuovo nome: Darth Vitiate. Quando Ragnos morì, Vitiate scelse di non essere coinvolto nella battaglia per il suo posto a capo dell'Impero Sith, aspettando invece l'occasione perfetta per prendere il potere. Quel momento arrivò nelle ricadute della Grande Guerra Iperspaziale.

Una volta fuori dal nascondiglio, Vitiate assunse la testa di oltre 8.000 Sith e li costrinse a prendere parte a un rituale di 10 giorni che si concluse con la completa distruzione di Nathema. Ha assorbito l'energia della Forza di un intero pianeta, concedendosi così l'immortalità, e da quel momento in poi non era più Darth Vitiate - era semplicemente l'Imperatore.

Quando la versione dei Sith di un organo di governo, il Consiglio oscuro, cospirò per uccidere l'Imperatore, li spazzò via in un colpo solo. Ha continuato a governare i Sith per 1300 anni, un regno senza pari Guerre stellari tradizione dell'universo espanso.



Darth Revan

Darth Revan iniziò anche come Jedi che era rivolto al Lato Oscuro, in questo caso, perché i suoi superiori si rifiutavano di indulgere nella sua curiosità per tutti gli aspetti della Forza. Alla fine si è laureato al grado di Jedi Knight, anche se presto si è trovato in conflitto con il Consiglio Jedi quando si sono rifiutati di proteggere le vite degli innocenti di Outer Rim catturati nelle guerre Mandaloriane. Oltre alle loro obiezioni, Revan si riunì in una grande squadra di difesa Jedi che finì per essere la ragione principale per cui la Repubblica vinse la guerra e alla fine portò alla sua stessa corruzione.

Darth Nihilus

Il lato oscuro della forza può essere visto come una metafora della dipendenza. Una volta che qualcuno con sensibilità alla Forza ha un assaggio del Lato Oscuro, trovano immensamente difficile tornare indietro e spesso finiscono per dedicargli la vita. La storia di Darth Nihilus offre un esempio letterale di quel principio in azione: dopo essere stato catturato dalla detonazione di una super-arma conosciuta come il Generatore di Ombre di massa — ordinata da Darth Revan — che distrusse il pianeta Malachor V, il corpo di Nihilus fu distrutto , e gli fu lasciato un desiderio insaziabile di energia della Forza. Era, essenzialmente, un vampiro della forza.

Darth Plagueis

Uno dei temi in corso nella tradizione Sith è la loro insaziabile sete di conoscenza, conoscenza che solitamente porta coloro che la tengono in aree oscure e moralmente discutibili. Darth Plagueis non era il più abile utente della Forza, né era particolarmente bravo con una spada laser, o anche con un tremendo leader militare. Invece, Plagueis era uno studioso e - se si può dire una cosa del genere su un discepolo di energia mistica - qualcosa di uno scienziato. Concentrò i suoi sforzi accademici su un singolo inseguimento: capire come manipolare la Forza e i midi-clorici in un modo che gli avrebbe permesso di vivere per sempre e forse anche riportare in vita i morti. Se gli utenti Force sono maghi spaziali, allora Darth Plagueis era un negromante spaziale.

Darth Vader

Prima di diventare Darth Vader, Anakin Skywalker era un apprendista Jedi - fino a quando il suo amore per la regina Amidala di Naboo non fu usato dal malvagio Sheev Palpatine, ovvero Darth Sidious, per torcerlo verso il Lato Oscuro. Sidious avvelenò la mente di Anakin, rivoltandolo contro tutto ciò che Amidala rappresentava e, in ultima analisi, contro il suo stesso Maestro Jedi, il leggendario Obi-Wan Kenobi. Mentre Vader non è mai stato pienamente all'altezza del suo potenziale di Sith (aveva il più alto numero di midi-chrloriani mai registrato, dopo tutto) è stato determinante nell'aiutare l'ascesa di Palpatine all'Imperatore. Mentre Palpatine governava senza pietà dalla sicurezza del suo trono, aveva il suo apprendista apprendista Darth Vader a fare il suo sporco lavoro nella galassia.

Darth Sidious

L'ascesa al potere di Darth Sidious non può essere vista come un colpo da maestro della più grande mente strategica di tutti Guerre stellari canone. Prendendo nota del suo maestro, Darth Plagueis (che Sidious uccise a causa dell'intera Regola delle Due cose), si nascose in piena vista come un senatore che rappresentava valorosamente i cittadini di Naboo. Nessuno era certo del suo intento malevolo fino a quando non era troppo tardi.

stridio salvato dalla campana

Nel ruolo di Palpatine, Sidious orchestrò clandestinamente le Guerre dei Cloni, che alla fine gli conferirono un enorme potere politico. La sua incoronazione come onnipotente imperatore della galassia fu completata con la fase finale del suo piano: Ordine 66, un ordine che ordinava ai cloni di sterminare di sterminare tutti gli Jedi. In un colpo solo dopo decenni di pianificazione, Palpatine realizzò ciò che ogni Sith prima di lui aveva sognato, spazzando via gli Jedi e mandando i loro pochi sopravvissuti a nascondersi, allo stesso modo in cui i Jedi avevano sconfitto i Sith innumerevoli volte per migliaia di anni.