I film horror più sottovalutati pubblicati nel 2017

Di Andrew Handley/14 settembre 2017 10:42 EDT/Aggiornato: 15 febbraio 2018 11:58 EDT

Finora, il 2017 è stato un grande anno per l'orrore. Dai colpi di sonno come Arriva di notte agli interruttori al botteghino come esso e Esci, abbiamo visto tutti i generi di film horror lanciarsi sul grande schermo, offrendo allo stesso tempo terrificanti spaventi bagnati dai pantaloni e consensi dalla critica. Ma per ogni killer di clown di alto profilo, ci sono una dozzina di film horror di basso profilo che scivolano direttamente su DVD o, più frequentemente in questi giorni, video on demand, dove siedono come uova di Pasqua dimenticate da tempo sotto le prime derive innevate del prossimo inverno. Ecco i film horror sottovalutati che ti sei perso nel 2017.

The Devil's Candy

Mescolando heavy metal e horror, The Devil's Candy segue un artista in difficoltà, interpretato da ciò che possiamo definire raccapricciante inquietante naturale da Ethan Embry, che trasferisce la sua famiglia in una casa nelle zone rurali del Texas. Quando il precedente proprietario della casa inizia a fare visite notturne sinistre nella loro nuova casa, lo stile di vita già turbolento della famiglia scende nel terrore.



The Devil's Candy ha fatto il giro dei festival horror nel 2015, ma non è stato fino al 2017 che il film ha ottenuto un rilascio più diffuso tramite servizi di video on demand. Scritto e diretto da Sean Byrne nel suo secondo ruolo da regista (il suo film precedente è Gli amati, un film horror dormiente ugualmente unico), The Devil's Candy gioca con temi tratti da film occulti della vecchia scuola mentre si inserisce con sicurezza nella sua versione moderna del genere.

maghi nel signore degli anelli

Uno dei punti forti di The Devil's Candy, sebbene (e ce ne siano molti) è la colonna sonora di Mads Heldtberg e Michael Yezerski, che usa riff di heavy metal per infondere il film con l'intero spettro di emozioni, danzando tra terrore, gioia, terrore e crepacuore sulle stesse sei corde d'acciaio.

Il male dentro

Sarebbe facile dire che la storia dietro questo film è più interessante del film stesso, ma ciò toglierebbe quello che è in realtà un film horror molto ben fatto e altamente visivo che senza dubbio lascerà molti spettatori con alcuni incubi molto specifici. Tuttavia, è impossibile parlarne Il male dentro senza menzione dello scrittore / regista / erede-milionario Andrew Getty, che trascorso più di un decennio realizzare meticolosamente questo progetto di passione schizofrenica prima di morire nel 2015 da complicazioni legate all'abuso di metanfetamina.



Il male dentro racconta la storia di un uomo con handicap mentale di nome Dennis (Frederick Koehler) che vive in una villa con suo fratello (Sean Patrick Flanery). Dopo che la sua riflessione inizia a dire a Dennis di uccidere le persone, le cose vanno in discesa piuttosto velocemente. Il risultato finale è un miscuglio di trucchi visivi eleganti e di un horror corporeo protesico che passerà sicuramente alla storia come una delle esperienze horror più strane del decennio. Sfortunatamente, Getty non è mai riuscito a vedere il suo film finito: è stato rilasciato due anni dopo la sua prematura scomparsa. E a giudicare dal film Pomodori marci pagina, anche poche altre persone l'hanno visto.

Sindrome di Berlino

La sindrome di Stoccolma è a condizioni reali e inquietanti in cui qualcuno che è stato rapito sviluppa un senso di affetto per il suo rapitore. Sindrome di Berlino gioca con quell'idea seguendo un turista australiano che ha una notte con un uomo a Berlino, solo per ritrovarsi rinchiuso nel suo appartamento. La lotta che segue è un puro orrore psicologico che si tuffa in profondità nella mentalità della sopravvivenza e nelle sottigliezze della psicosi, il tutto ancorato da una performance fenomenale dell'attrice australiana Teresa Palmer e da una colonna sonora di fascia bassa che batte le ossa. A volte toccante, a volte brutale, Sindrome di Berlino è sicuramente un viaggio all'estero che non dimenticherai presto.

The Blackcoat's Daughter

Piace The Devil's Candy, il film sul possesso a fuoco lento dello scrittore / regista Ox Perkins The Blackcoat's Daughter è stato realizzato nel 2015 ma non è stato rilasciato fino al 2017. Protagonisti storia dell'orrore americanaEmma Roberts e destroJames Remar, questo film è incentrato su due ragazze che sono rimaste nella loro scuola di preparazione dopo che il resto dei bambini è andato a casa per le vacanze. Si scopre che entrambe le ragazze nascondono un segreto e presto gli eventi sfuggono al loro controllo nel peggiore dei modi.



Doctor Strange Ghost Rider

Se stai cercando una festa gore piena di spaventi, è meglio cercare altrove. Ma se vuoi passare la notte con un film dell'orrore atmosferico che sanguina la tensione e dove nulla è come sembra, fai la fila.

Una canzone oscura

Non si potrebbe chiedere un debutto alla regia più potente di Una canzone oscurae Liam Gavin, che ha svolto il doppio ruolo di sceneggiatore e regista in questa rappresentazione intelligente e coinvolgente della magia nera rituale, è sicuramente un regista da cercare in futuro.

Evitando i cliché del possesso / genere demoniaco, Gavin ha realizzato un film surreale e minimalista che potrebbe essere uno dei film occulti tecnicamente più dettagliati dell'ultimo decennio, se non mai. Non ci sono spaventapasseri e sangue prezioso, ma l'accumulo è finito Una canzone oscuraLo scarso tempo di esecuzione di 100 minuti è altrettanto soddisfacente come il climax finale. Se sei il tipo di persona che ama un film tanto per il viaggio quanto per la destinazione, Una canzone oscura potrebbe diventare un nuovo preferito dell'orrore.

Voi due tombe

Voi due tombe non è un tipico film horror; è più un racconto di vendetta sodo racchiuso in un involucro horror. Il che non vuol dire che sia peggio per questo. La storia è incentrata su una ragazza che fa un patto con un gruppo di uomini di montagna zingari per riportare in vita il fratello morto ... se è disposta a pagare il prezzo. Ma non sa che è solo l'ultima persona ad essere trascinata in una faida intergenerazionale che risale a decenni fa.

Questo thriller indipendente è stato presentato in anteprima al Festival del cinema di New Orleans nell'ottobre 2014, poi si è seduto tranquillamente nell'ombra fino a quando non è stato rilasciato online nel 2017, ma sicuramente valeva la pena aspettare. Voi due tombe fonde temi di vendetta, thriller, fantasy e horror in un racconto contorto di potere andato storto e una ragazza che potrebbe dover compiere l'ultimo sacrificio per la sua famiglia.

Lago Bodom

Ragazzi che festeggiano nei boschi? Dai un'occhiata. Misterioso assassino a piede libero? Dai un'occhiata. Montaggio del conteggio dei corpi degli adolescenti di cui sopra? Controllare e ricontrollare. Colpi di scena intelligenti che ti inducono a indovinare e alla fine si incontrano alla fine in una storia completa? Cucchiai gli aroni e il formaggio perché piccola, hai uno stufato in corso.

Lago Bodom può sembrare un grido festivo, ma il più grande colpo di scena del film si sta vendendo come un film slasher per adolescenti quando riesce ad essere molto di più. Se non ne hai mai sentito parlare, non maltrattarti. Dopo un breve festival, questa versione horror finlandese è scivolata silenziosamente su Shudder, un servizio VOD specializzato in film horror, assicurando praticamente che solo una manciata di persone al di fuori della Finlandia ci avrebbe mai guardato. Ma per i puristi dell'orrore, Lago Bodom vale sicuramente la pena rintracciare.

l'ultimo di noi ha lanciato

Il vuoto

Jeremy Gillespie e Steven Kostanski si sono uniti per la prima volta a scrivere e dirigere la commedia horror del 2011 Festa del papà, un neo-macinaio omaggio al genere ultraviolento del 'film di sfruttamento' che ha raggiunto il suo apice negli anni '70. Il loro follow-up del 2017 Il vuoto usa gli stessi spunti specifici per genere di quel film, solo che questa volta rendono omaggio all'orrore corporeo degli anni '80.

Il vuoto è disordinato, strano e molto divertente, concentrandosi su un agente di polizia (Aaron Poole) che si ritrova intrappolato in un ospedale quando misteriose figure incappucciate si presentano fuori e iniziano a uccidere chiunque si avventuri attraverso le porte. Ma mentre stare dentro sembra la scommessa più sicura, scopre presto che il terrore più grande sta vivendo nelle viscere dell'ospedale stesso. Indica sangue, fegato e alcuni dei migliori effetti mostri pratici da questo lato di un supercut di Cronenberg.

Casa in Willow Street

Certamente una delle voci più deboli in questo elenco, Casa in Willow Street potrebbe anche essere un po 'al di sotto del segno della stimolazione, ma la premessa e il design visivo compensano più gli altri suoi difetti.

Diretto da Alastair Orr, Casa in Willow Street parla di due truffatori che rapiscono una giovane donna nella speranza di ottenere un riscatto dal suo ricco padre. Non sanno, però, che la loro vittima è posseduta, e presto inizia a girare i tavoli sui suoi rapitori. Casa in Willow Street non fa molto per sfidare le convenzioni di genere, ma serve molto bene come un sanguinoso divertimento scatenato nell'orrore per una serata pigra. Spegni le luci, fai scoppiare un po 'di popcorn e accontentati di tutti gli spaventi che riesci a gestire.

The Dark Tapes

A questo punto, abbiamo quasi riempito i nostri film di antologia. Probabilmente la moda è iniziata con quella del 2012 V / H / S, ma da allora è cresciuto fino a comprendere tutto il V / H / S sequel, L'ABC della morte (1 e 2), Una storia horror di Natale, Vacanze, e Storie di Halloween, per dirne alcuni. Per quanto ne sappiamo, probabilmente c'è un'antologia horror a tema Black Month Month, perché se segui uno scarafaggio nelle assi del pavimento, sei destinato a trovare un nido.

Quindi, quando arriva un film antologico che non solo supera le aspettative (che erano basse in cantina) ma le distrugge completamente, vale la pena menzionarle. Forse perché i cineasti avevano già tanti esempi stantii da cui imparare, The Dark Tapes aumenta con successo il terrore evitando tutte le insidie ​​che hanno condannato tante altre voci in questo genere.

L'antologia è composta da quattro storie diverse che in realtà sono collegate - niente di nuovo lì - ma la brava macchina fotografica e la sceneggiatura rigorosa fanno la differenza qui. Se vuoi essere alterato alternativamente da mostri alieni e spaventato senza senso da visitatori paranormali, The Dark Tapes è la scelta perfetta. E mentre siamo in tema di antologie, il 2017 XX è un altro voce sopra la tacca in questo genere, e diversamente The Dark Tapes, quello è disponibile su Netflix.