Piccoli dettagli in Breath of the Wild sono stati notati solo dai veri fan

Di AJ Caulfield/11 marzo 2017 9:26 EDT/Aggiornato: 6 aprile 2018 13:49 EDT

Come il impressionante 19 ° episodio nel La leggenda di Zelda serie, Breath of the Wild ha portato in anticipo il brusio dei folli, e quando i fan finalmente si sono procurati da soli al lancio di Nintendo Switch, hanno notato il suo equilibrio tra originalità e onorando il generale Zelda narrativa. Ma ciò che i giocatori probabilmente non hanno ancora notato, sono le emozionanti uova di Pasqua sparse durante il gioco. Ecco uno sguardo (con alcuni potenziali spoiler inclusi) nel Breath of the Wild Uova di Pasqua che hai perso mentre prendevi il titolo per un giro.

New Spectacle Rock

Dalla sua prima pubblicazione oltre 30 anni fa, La leggenda di Zelda la serie ha caratterizzato una tonnellata di paesaggi lussureggianti in cui Link inizia la sua avventura, e tra quelle collinette erbose e salvataggi spettrali ci sono alcune strutture particolari che si distinguono. Facilmente uno dei più riconoscibili è Spettacolo rock dall'originale 1986 Zelda, che è spuntato anche nelle successive puntate. Breath of the Wild presenta una ricreazione quasi esatta della coppia di rocce a forma di occhiali, che può essere vista dall'alto in scatti grandangolari. E questa volta, la famosa formazione appare su una scala molto più ampia; piuttosto che rocce navigabili e radicate sedute due a due, Breath of the WildSpectacle Rock è visibile nelle enormi montagne a doppia punta. Un omaggio ai suoi predecessori così sottile ma con una nuova rotazione, è comprensibile il motivo per cui scivola sotto il radar.



Ritorno del rafting

Ecco l'ennesimo cenno del gioco che ha dato il via a tutto. Cavalcando le correnti del fiume su un piccolo zattera è qualcosa che molti OG Zelda i fan possono ricordare, in particolare quando la strada tortuosa verso il traguardo diventa più chiara. In Breath of the Wild, Link salta a bordo - hai indovinato - una zattera per continuare i suoi sforzi per salvare la principessa. Questa volta, il nostro eroe con il cappello verde ottiene abbastanza l'aggiornamento per i suoi viaggi acquatici, poiché la sua zattera fluviale è molto più grande dell'originale. Avanti e verso l'alto, piccolo Link!

Il teschio di grandi dimensioni

Un'altra struttura evidente che si presenta in Breath of the Wild viene nuovamente preso in prestito dal nonno di tutti Leggenda di Zelda Giochi. I teschi sono un elemento ricorrente nella serie, visti in minuscoli totem bicolore e ricordi mistici, e il primo gioco del franchise prevedeva un sotterraneo finale che, visto dall'interno, è tracciato a forma di un teschio minaccioso. Breath of the Wild riporta il buon vecchio punto di riferimento delle ossa per il cervello, posizionandolo in un punto diverso della mappa del gioco. Qui, i nemici si nascondono nel cranio opaco, ma Link riesce a accendere un fuoco (letterale) sotto i mozziconi dei cattivi per inviarli a fare i bagagli.

Posizione, posizione, posizione

Come con i suoi riferimenti più minuti alle formazioni delle mappe, Breath of the Wild richiama quelli che l'hanno preceduto in una serie di nomi di luoghi. Questi titoli rinnovati sono ispirati da altre posizioni e da una manciata di giocatori eccentrici, spesso cambiati cambiando lettere o ortografia fonetica, rendendoli quasi troppo facili da scivolare proprio dai giocatori.



leonardo dicaprio nuovo film

Breath of the WildL 'isola di Tingel è un errore di ortografia dello sfarzoso finitore Tingle, che appare più volte durante la serie. Toronbo Beach e Koholit Rock in BOTW sono omonimi di Toronbo Shores e Koholint Island, entrambi apparsi in The Legend of Zelda: Link's Awakening quasi 14 anni fa. Mido Swamp prende il titolo dal personaggio abitato nella foresta di Kokiri in cui Mido ha visto Ocarina of Time. Ci sono più Breath of the Wild luoghi che prendono il loro nome da una fonte ancora precedente, facendo riferimento a città in Zelda II: The Adventure of Link: Rauru Hillside, Ruto Lake e persino Saria annuiscono. Tutte queste città furono in seguito rivelate per essere state intitolate alla gente di Hyrule in Ocarina of Time, quindi la loro eredità si snoda per tutta la serie.

I Minshi Woods prendono il nome dalla razza hyrulean di persone conosciute come Minish, le creature diminutive presenti nel titolo del 2005 The Legend of Zelda: The Minish Cap. Linebeck Island prende l'assistente, incerto, esitante, con lo stesso nome, seduto accanto a Link Phantom Hourglass. Ma forse l'uovo di Pasqua più inducente è quello del Tempio del Tempo Ocarina of Time appare anche in Breath of the Wild, con lo stesso nome con una struttura simile. Inoltre, le Rovine del Ranch nell'ultima puntata ricordano incredibilmente il Lon Lon Ranch visto anche in Ocarina, poiché entrambi presentano vasi posizionati in modo simile, un ingresso ad arco squadrato e una struttura di mattoni simile a un camino che si trova quasi nello stesso punto su entrambe le mappe.

Questi riferimenti sono subdoli quanto intelligenti e quotidiani Zelda il fan avrebbe potuto facilmente perderli.



La gemma nascosta nel linguaggio fantasy

Un elemento di Breath of the Wild che ha lasciato i giocatori con gli occhi stellati e grattandosi la testa è il misterioso linguaggio Sheikah usato in vari oggetti, segni e descrizioni durante il gioco. Tuttavia, un utente Reddit, sparkthedarkness, presentata Breath of the Wild utenti con traduzioni complete dei simboli Sheikah, che si estendono su numeri, lettere e simboli casuali. Molti hanno utilizzato questa chiave di traduzione per decifrare i messaggi nascosti, pochi più interessanti di un frammento di testo che appare nella versione in scatola dell'edizione speciale di Breath of the Wild e legge, 'The Hyrule Fantasy', che è il sottotitolo dell'originale La leggenda di Zeldala versione giapponese - che porta i fan a speculare su come i due titoli potrebbero connettersi.

La battuta consapevole di Nintendo

La lingua Sheikah in Breath of the Wild non solo suscita curiosità su ciò che la nuova puntata potrebbe significare, ma consente anche a Nintendo di prendersi in giro da soli.

Se eri in giro alla fine degli anni '80, probabilmente hai giocato in prima persona al titolo arcade sparatutto a scorrimento laterale Zero Winge, in caso contrario, probabilmente hai sentito parlare di un particolare persino internet che ha fatto Zero Wing famigerato nella comunità di gioco. Quando installi nuove abilità su Sheikah Slate di Link in Breath of the Wild, il testo scorre sullo schermo. Alcune frasi possono essere tradotte come 'caricamento in corso' e 'non spegnere la tua (lavagna)', ma un uovo di Pasqua esilarante può essere trovato nella frase che dice 'Tutte le tue basi sono'.

Questo, ovviamente, è un riferimento alla versione inglese di Zero Wing, che ha tradotto in modo abissale l'originale giapponese del gioco nella frase confusa, 'Tutta la tua base ci appartiene'. Il dialogo è stato così macellato, i giocatori non hanno potuto fare a meno di condividerlo con gli altri, e con questo uovo di Pasqua, Nintendo fa luce su un errore del passato ormai leggendario.

Una canzone vecchia come la rima

A parte il gameplay, la narrativa e il design estetico, La leggenda di Zelda è stato anche applaudito per la sua ormai iconica colonna sonora stravagante, con canzoni che stimolano gli ascoltatori con una sola nota. Per questo motivo, è stato piuttosto comune vedere (o ascoltare, piuttosto) le uova di Pasqua rannicchiate nelle canzoni delle aggiunte della serie. Prendere The Legend of Zelda: Skyward Sword, per esempio, la cui 'Ballad of the Goddess' è semplicemente 'La ninna nanna di Zelda' suonata al contrario.

Sembra Breath of the Wild continua questa tendenza nel tema 'Hyrule Fields'. Quando ascolti la melodia mentre vaghi per i campi aperti, presta molta attenzione al violino di sottofondo, le cui melodie deboli e disconnesse possono essere messe insieme per creare una versione nientemeno che 'La ninna nanna di Zelda'. Anche se all'inizio sono difficili da individuare quando vengono riprodotti a velocità normale, i giocatori possono ascoltare più facilmente le somiglianze quando l'audio viene accelerato, una scoperta fatta dall'utente di YouTube tmo. Ben nascosto e accattivante, questo uovo di Pasqua è qualcosa di molto speciale.

Un collegamento (letterale) al passato

Quando si visualizza la Master Sword in Breath of the Wild, mostrato sigillato nel suo piedistallo nel trailer ufficiale dell'E3 del gioco, i giocatori hanno insistito sul fatto che non è la lama su cui dovresti concentrarti, sono i fiori. Ad un esame più attento, il bellissimo fogliame sullo sfondo di un colpo particolare della Master Sword si allinea perfettamente con il posizionamento dei fiori in The Legend of Zelda: A Link to the Past. Considerando questo chiaro cenno alla storia del franchise, molti da molto tempo Zelda i fan hanno iniziato a inventare i propri teorie su cosa potrebbe significare questo uovo di Pasqua.

Maestro di nessuno

In Breath of the Wild, i giocatori possono afferrare quella che sembra essere la Master Sword abbastanza presto nel gioco, dove si trova arroccata su un'alta formazione rocciosa. Deludente, però, finisce invece per essere una Broadsword arrugginita e ordinaria. Ed ecco dove si trova l'uovo di Pasqua. In Un collegamento al passato, Link attraversa Lost Woods e crede di essere inciampato sull'attuale Master Sword. I boschi sono pieni di piedistalli scintillanti e, ovviamente, tonnellate di spade fittizie, ma Link è portato a pensare di aver trovato la vera lama quando la tira da terra. Al soddisfacente schwing!, viene spinto con questo messaggio: 'Eccolo! The Master Sword! ' Poi tutto cade a pezzi quando viene rivelato che è un totale ingannevole. Poor Link, sempre ingannato.

Oman Au = Aonuma

I monaci di Breath of the Wild hanno alcuni nomi univoci, ma uno sporge: Oman Au. Riorganizza le lettere del nome del monaco e otterrai Aonuma. Questo è un collegamento diretto con Eiji Aonuma, il famoso designer, regista e produttore di videogiochi di Nintendo e l'attuale produttore e gestore di La leggenda di Zelda serie. Come evidenziato nelle altre uova di Pasqua del gioco, i nomi sono estremamente importanti nel franchise, e l'Oman Au's non è diverso.

Nuovo vecchio logo giapponese

Per tutto il tempo che la maggior parte dei fan può ricordare, il Zelda il logo è rimasto lo stesso con ogni nuovo gioco ed è stato coerente nelle versioni globali. Ma con Breath of the Wild, le cose sono state scosse un bel po '. Nel complesso, il logo per BOTW segue il formato standard visto nelle puntate precedenti, la versione giapponese ci riporta indietro di un paio di decenni per rispecchiare il logo 'Hyrule Fantasy', uno che non è stato usato in 20 anni. Ancora una volta, questo uovo di Pasqua ha scatenato una conversazione sul fatto che ci sia un significato più profondo o se si tratta semplicemente di una scelta di design. Dovremo aspettare e vedere.

Il vecchio e i pericoli dell'esplorazione

Una cosa che non è nuova è l'Old Man, chiaramente un riferimento allo stesso vecchio tizio visto nell'originale Zelda gioco che dà a Link la sua prima spada e gli dà dei consigli minacciosi. Entrando nella caverna per incontrare l'uomo, Link viene avvisato che 'è pericoloso andare da soli'.

Questo personaggio criptico si presenta di nuovo in Breath of the Wild, di nuovo con un fuoco, e di nuovo in una piccola grotta. Certo, potrebbe essere una semplice coincidenza. Strani vecchietti adorano le grotte, Dopotutto. Ma poi, Nintendo ha impilato un altro succoso uovo di Pasqua. Le lettere di Sheikah versando da fari di luce puoi posizionare contenere un messaggio nascosto che link giocatori fino alla Zelda originale. Le parole segrete? 'È pericoloso andare da soli.'