I film di Star Trek sono stati classificati dal peggiore al migliore

Di Matthew Jackson/10 luglio 2018 10:54 EDT

Nei quattro decenni successiviStar Trek:Il film colpire il grande schermo,Star Trek - un franchise che ha già più di un decennio quando ha fatto il primo salto nei cinema - è fiorito, generando altre cinque serie televisive, innumerevoli romanzi, giocattoli, fumetti, videogiochi e, soprattutto per i nostri scopi, una dozzina di film aggiuntivi con tre diversi cast.

Una storia così vasta ed impressionante è destinata a suscitare un dibattito, e le fiamme di quei dibattiti sono sempre alimentate dall'intensa passione che ne derivaTrekking mondo dei fan. Con questo in mente, capire qualeStar Trek il film è il migliore e quale è il peggio può essere un processo complicato. Devi soppesare molte cose - casting, narrazione di fantascienza, fedeltà allo 'spirito del franchise', che a sua volta ha un significato diverso per tutti - e non importa quanto attentamente li soppeserai ne troverai sempre alcuni persone pronte a dirti quanto ti sbagli. Tuttavia, il vantaggio è che classificando ciascunoStellaTrekking film, arrivi audacemente dove nessuno è mai stato prima più di una dozzina di volte. Con questo in mente, ecco la nostra classifica di ogniStar Trek film finora, dal peggio al meglio.



Star Trek V: The Final Frontier

A questo punto nella storia del franchising, l'etichettatura L'ultima frontiera il peggiore Star Trek il film mai realizzato sembra quasi un imbroglio, come se i fan fossero destinati a cercare un angolo di rivalutazione che gli consentisse di superare la sua reputazione, anche se solo per un momento. Purtroppo, sembra che non accadrà mai. Il film inizia con una premessa particolarmente ambiziosa: un vulcaniano canaglia pieno di ideali mistici vuole attirare l'Enterprise sul suo pianeta in modo che possa essenzialmente dirigersi al centro della galassia e trovare Dio. Ma la storia continua a sgretolarsi in un modo o nell'altro lungo il viaggio prima di giungere finalmente a una conclusione anticlimatica.

Alla fine, ciò che lo tiene insieme è la chimica del cast originale, i cui ruoli si adattano così bene a questo punto che probabilmente potrebbero recitare le loro parti nel sonno, ma non è abbastanza per salvare il film. Un tono irregolare (Uhura fa una sensuale danza da fan a un certo punto di questa ricerca di Dio), la trama rocciosa e gli effetti speciali subpar pesa L'ultima frontiera giù nonostante le sue idee alte.

Star Trek: Insurrection

Le critiche più comuni che potresti incontrare in merito Star Trek:Insurrezione, la terza uscita per il Prossima generazione cast, è che suona principalmente come un episodio esteso della serie TV. È ancora una buona osservazione a 20 anni dalla sua uscita. Il film segue l'equipaggio dell'Enterprise mentre visitano un pianeta emettendo una radiazione che ringiovanisce gli abitanti, rendendoli sostanzialmente immortali. Certo, un'altra razza spera di prendere il pianeta e raccogliere quella radiazione per sé, con l'aiuto delle forze all'interno della Federazione. Picard e il suo equipaggio si ribellano agli ordini diretti di fermarlo, anche se sperimentano alcuni effetti del pianeta stesso.



È un concetto solido, ma vacilla quando viene esteso a un lungometraggio. La stimolazione non può essere paragonata agli altri film di TNG era, in particolare Primo contatto e nemesi. Come con L'ultima frontiera, tuttavia, il cast è ben versato nei loro rispettivi personaggi e ognuno di loro ha l'opportunità di dare un po 'di fascino al film, da Data che allaccia Gilbert e Sullivan alla rinascita del romanzo di Riker / Troi. Anche Patrick Stewart è brillante, come al solito, ma anche la sua presenza dominante non può sollevare questo film molto in alto.

Star trek Into Darkness

Il secondo film nel 'Cronologia di Kelvinriavvia la continuità che è iniziata con Star Trek nel 2009 ha molto da offrire. Il cast quasi perfetto del primo film è tornato, insieme all'aggiunta di Benedict Cumberbatch come cattivo del film e al ritorno di J.J. Abrams sulla sedia da regista. Di conseguenza, il film è disseminato di momenti memorabili, da ambiziosi set di azione e commedia di personaggi ad alcune sequenze davvero elettrizzanti quando tutto si riunisce davvero.

Sfortunatamente, se guardi al film nel suo insieme, tutto in realtà si riunisce abbastanza raramente nel complesso, e il problema centrale è la rivelazione di Khan. La 'svolta' che Cumberbatch non sta interpretando 'John Harrison' ma invece la versione di questa cronologia di Khan Noonien Singh (qualcosa che i fan sospettavano da mesi prima dell'uscita del film solo per essere detto più e più volte che avevano torto) è una svolta che esiste solo per il pubblico, non per i personaggi, e trascina il film verso il basso. Da lì, tutto si trasforma in uno strano universo specchio L'ira di Khan remake non è così soddisfacente come il film che lo ha ispirato, e accadono troppe cose solo per spostare i pezzi giusti in posizione per raggiungere questo obiettivo. Diventa un film progettato per offrire alcuni momenti chiave e tutto ciò che li circonda ne soffre.



Star Trek: Generazioni

Il primo film a presentare il Prossima generazione il cast è anche il film che alla fine ha dato una risposta a una delle ultime domande di Trekkie: cosa accadrebbe se il capitano Kirk (William Shatner) e il capitano Picard (Patrick Stewart) si incontrassero? La risposta: non quanto vorresti. In generazioni, l'equipaggio affronta un malvagio interpretato da Malcolm McDowell che vuole tornare in un regno chiamato The Nexus, dove le leggi del tempo non sembrano applicarsi e puoi vivere i tuoi desideri più profondi. Per fare questo, è disposto a distruggere tutte le stelle e i pianeti sul suo cammino, ed è qui che arrivano Picard e Kirk, che sono entrati nel Nexus dopo essere apparentemente morti decenni prima.

Ci sono alcune sequenze meravigliose qui, tra cui il primo incontro dei due capitani e un atterraggio d'arresto indimenticabile della sezione disco dell'Enterprise, ma nel complesso generazioni è una borsa molto mista. Sta balbettando nel suo ritmo, si allontana da grandi idee proprio quando sembrano essere interessanti, e talvolta sacrifica persino quelli che potrebbero essere grandi momenti del personaggio per scene di cose come l'equitazione. Per un film con personaggi così titanici al centro, è tristemente deludente.

Star Trek: il film

La prima uscita sul grande schermo per il Star Trek il franchising è sempre famoso - o famigerato - lento, anche per gli standard della fantascienza degli anni '70. Negli anni seguenti il ​​successo di successo di Guerre stellari, l'ambiente era finalmente giusto per l'equipaggio originale dell'Enterprise per vedere il loro ritorno all'azione dal vivo. E mentre è sicuramente un favorito sentimentale per molti fan, il brivido non è lì, o almeno non tanto quanto dovrebbe essere.

Sul lato positivo, ci sono molti scatti davvero meravigliosi dell'Enterprise che brilla in tutta la sua gloria di Hollywood ... così tanti che a volte inizi a guardare l'orologio in attesa che arrivi un punto della trama. Ci sono anche i volti familiari del cast della serie originale, che in qualche modo sentono di non aver mai perso un passo tra la cancellazione della serie TV e l'inizio del film. Il film ha anche il vantaggio di alcune grandi idee fantascientifiche per aiutarlo a raggiungere un finale almeno semi-avvincente. Ma poi c'è il resto ... la trama trascinante, le uniformi scialbee l'attenzione generale sullo spettacolo di ottenere finalmente un Star Trek film invece di fornire effettivamente un Star Trek film che valeva davvero la pena aspettare. È una pietra miliare, certo, ma le cose migliori ci aspettano.

Star Trek: Nemesis

nemesi, il film finale con il Prossima generazione cast, non è un grande Star Trek film, ma è ridicolmente divertente. Il film vede l'equipaggio dell'Enterprise - appena celebrato il matrimonio di Riker e Troi - visitando il pianeta natale romolo di Romolo, dove un nuovo pretore (Tom Hardy) ha conquistato l'Impero. La grande svolta: lui in realtà un clone di Picard, creato anni prima dai Romulani per servire da sostituto segreto del capitano, fino a quando il governo romulano cambiò mano e rimase a morire come schiavo. Ora è tornato, ha preso il potere ed è pronto a spazzare via la Federazione con un'arma.

È tutt'altro che il più intellettuale di Star Trek film, ma l'intero cast brilla nei loro rispettivi ruoli e Hardy mastica ogni pezzo di scenario in vista del nuovo arrivato Shinzon. È gloriosamente campy e dà il tono giusto per questo film oscuro e strano che è vicino alla gloria fantascientifica di un film B come qualsiasi altro Trekking il film diventa. È una puntata divertente, anche se molto imperfetta, e un solido rimbalzo per la seconda generazione delle star del franchise. Potrebbe essere sciocco, ma sicuramente non è noioso.

film distopici

Star Trek III: La ricerca di Spock

Il modo migliore per seguire un classico come L'ira di Khan è fare tutto il possibile per evitare la copia L'ira di Khane sotto questo aspetto La ricerca di Spock ci riesce molto ammirevolmente. Ci vuole un altro rischio, però, e questo sta rendendo la forza trainante dell'intero film una missione essenzialmente per annullare il grande pugno emotivo che è venuto a definire L'ira di Khan. Ogni Trekking i fan sapevano che in questo film Spock era morto, eppure l'idea che sarebbe tornato a vivere era proprio lì nel titolo. Come puoi farlo? Facendo il film su Kirk e McCoy che soffrono per salvare il loro amico - Kirk attraverso la morte definitiva di suo figlio, e Bones attraverso l'angoscia mentale che deriva dall'avere la forza vitale di Spock che gli bussa in testa.

Fa brillare la trinità delle stelle nel cuore della serie originale anche quando non condividono lo schermo. Getta una nuova minaccia Klingon guidata da una meravigliosa performance di Christopher Lloyd e bellissima Klingon Bird of Prey verde, oltre a una sequenza divertente e divertente di furto di navi, e hai una terza puntata vincente che ha tenuto il passo Trekkingserie calda.

Star Trek Beyond

Questo Star Trek film del 2016 completa una trilogia di film con protagonista il cast della timeline di Kelvin e riesce, in parte, scappando entrambi Nell'oscurità e facendo alcune delle cose che il film ha fatto - ma meglio. Come il secondo film di questa iterazione in franchising, l'attenzione si concentra di nuovo su un cattivo intento alla vendetta contro la Flotta Stellare, qualcuno che sembra pensare a diverse mosse davanti all'equipaggio dell'Enterprise. A differenza di quel film, tuttavia, Al di là più o meno prende il via buttando via molti dei segni distintivi del franchise, facendo crollare l'Enterprise e lasciando l'equipaggio con qualsiasi speranza possano trovare su un pianeta alieno.

La stessa energia che ha guidato i primi due film è lì, il cast sembra ancora che si stiano divertendo, e i pezzi questa volta sono molto più inventivi dell'approccio più formulaico di Nell'oscurità. Inoltre, il climax di questo film dipende fortemente dalla riproduzione di una canzone dei Beastie Boys il più forte possibile. È sempre divertente, ma è particolarmente divertente nello spazio.

Star Trek (2009)

Il film che ha dato il via alla più recente cronologia del grande schermo di StellaTrekking i film hanno avuto un incarico molto difficile sin dall'inizio. Non è stato solo un tentativo di far ripartire un franchise che non era stato al multiplex per sette anni e non aveva pubblicato un nuovo episodio della televisione in quattro anni, ma era anche un tentativo di far ripartire il franchise con familiarità personaggi interpretati da volti completamente nuovi. Come rifondere Kirk, Spock o Uhura? Come è possibile sostituire i volti che sono rimasti nell'immaginazione pubblica per decenni e attraverso sei film abbastanza recenti? In qualche modo, J.J. Abrams e compagnia ce la fecero.

Il primo grande successo del 2009 Star Trek è nel suo casting, che è stellare su tutta la linea ma in particolare nelle forme di Chris Pine come Kirk, Karl Urban come McCoy e Zachary Quinto come Spock. Poi c'è la storia, che ha trovato un modo per rendere tutto in un modo nuovo senza sacrificare la vecchia cronologia. Il film, infatti, ne incorpora persino una parte grazie al ritorno di Leonard Nimoy come Spock anziano e alternato. Non è un film perfetto, in particolare quando si appoggia troppo all'azione e non abbastanza al personaggio, ma è buono come avremmo potuto sperare in un riavvio di questo tipo.

Star Trek VI: The Undiscovered Country

L'ultima cavalcata del cast della serie originale è una metafora tempestiva della guerra fredda che ha ancora peso quasi tre decenni dopo la sua uscita. Il film inizia con una grande metafora di Chernobyl quando esplode una luna Klingon che produce energia, quindi passa a una storia sull'Impero Klingon che vuole essenzialmente abbattere il muro che li separa dalla Federazione, che potrebbe, in effetti, rendere obsoleta la Flotta Stellare. Guidato da Kirk - che non ha amore per i Klingon, l'equipaggio dell'Enterprise viene inviato per scortare i negoziatori Klingon, solo per far cadere tutto mentre una cospirazione si sviluppa intorno a loro.

dr brule

Ha tutto ciò che desideri da un film cast di una serie originale: grandi idee, posta in gioco alta, un fulcro di battaglia spaziale, Kirk e Spock sono i migliori amici, Kirk che bacia una bella donna aliena, un Klingon che cita Shakespeare e Spock che prende il comando della nave per un po. Inoltre, tutti sembrano sapere che è il loro ultimo hurrah, quindi il film è pieno di indimenticabili momenti di lancio.

Star Trek IV: The Voyage Home

Anche le persone che hanno difficoltà a definirlo il 'migliore' oggettivamente Star Trek il film lo ammetterà piuttosto rapidamente The Voyage Home potrebbe almeno essere loro preferito film in franchising. The Voyage Home - o 'quello con le balene', come è noto ai fan casuali - è forse il miglior esempio di sempre Star TrekLa capacità di adattarsi per adattarsi a generi diversi e, a volte, persino di inserire più di un genere in una singola storia.

IlViaggio a casa inizia con un concetto fantascientifico: l'equipaggio deve tornare indietro nel tempo per salvare alcune balene estinte perché sono gli unici esseri in grado di comunicare con un oggetto pericoloso nello spazio nel presente della timeline. Presto si trasforma in una commedia di carattere infinitamente affascinante una volta che la banda arriva a San Francisco negli anni '80. Persino Kirk, l'autoproclamato esperto della cultura umana passata, è un pesce fuor d'acqua, ma ha la sensazione che stai per guardare qualcosa di troppo stupido per Star Trek viene rapidamente spazzato via dall'arco complessivo del film. Suo Star Trek nel suo divertimento più puro, ma non sacrifica mai il nucleo del franchise.

Star Trek: primo contatto

Il Prossima generazione il cast deve anche realizzare il proprio film di viaggio nel tempo, ed è il miglior film della loro epoca con un ampio margine. In Primo contatto, l'equipaggio dell'Enterprise segue una nave Borg attraverso un vortice temporale per impedire alla razza cibernetica di alterare la storia e assimilare tutta la Terra attraverso l'intervento nel 2063 giorno in cui gli umani entrarono in contatto per la prima volta con i Vulcaniani.

Quindi, l'elemento di divertimento che è insito nelle trame dei viaggi nel tempo del franchise è lì quasi dall'inizio, ma poi il film entra in un territorio più profondo. Mantiene tutto il divertimento e il fascino del Prossima generazione serie nei momenti migliori (inclusa una sequenza di Holodeck molto intelligente) e allo stesso tempo diventare una meditazione sulla natura della storia, su come definiamo i nostri eroi e su cosa significhi essere umani. Inoltre, è un'opportunità per il franchise di mostrare finalmente i Borg in tutta la loro terrificante gloria sul grande schermo, uno spettacolo che continua ancora oggi.

Star Trek II: The Wrath of Khan

È estremamente raro trovare a sequel che supera il primo film di una serie. Ce ne sono alcuni - Il padrino parte II, Terminator 2: Judgment Day, Il Cavaliere Oscuro - che probabilmente si adatta al conto. Ma forse nessuno appare più grande nella storia di un franchising di L'ira di Khan.

Dopo Star Trek: il film è arrivato - carino e ambizioso, ma privo di energia di cui il franchising aveva bisogno per sopravvivere sul grande schermo - il futuro di Star TrekI film sono stati rinnovati e abbiamo avuto una storia di vendetta su un vecchio nemico della serie TV riscoprendo l'equipaggio dell’Enterprise e scatenando il caos su di loro. Ricardo Montalban è deliziosamente cattivo come il cattivo del titolo, e il film riesce a essere una vetrina per tutti gli altri nel cast principale mentre si fa avanti attraverso una minaccia dopo l'altra.

Le sequenze di combattimento spaziale sono meravigliosamente tese, l'incontro di scacchi mentale tra Kirk e Khan è indimenticabile, e ovviamente i momenti climatici quello costruito alla perdita di Spock rendere il film un classico indiscutibile. Puoi mostrare L'ira di Khan a quasi tutti, anche a qualcuno a cui non è mai importato Star Trek affatto, e in ogni caso troveranno qualcosa che gli piacerà. Non è solo il migliore Star Trek film. È uno dei migliori film di fantascienza mai realizzati.