La verità su Castlevania

Di Christopher Gates/27 agosto 2017 8:20 EDT/Aggiornato: 26 febbraio 2018 13:50 EDT

Nel 1986, Castlevania ha portato i giocatori alla tentacolare dimora labirintica di Dracula. Non hanno mai guardato indietro. Ora, oltre tre decenni dopo, Castlevania non è solo una grande serie di videogiochi, è anche uno spettacolo televisivo animato, una serie di fumetti e il capostipite di un intero genere di videogiochi.

E proprio come il castello di Vlad, Castlevania è pieno di segreti. Dal suo misterioso creatore al ruolo per lo più dimenticato di un vecchio cartone animato del sabato mattina alle sue radici nell'orrore di livello B, c'è molto altro da Castlevania di fruste, catene e vampiri. Basta non chiedersi perché il vecchio Drac nasconda carne nelle sue pareti, anche Castlevania di creatore più influente non ha una risposta a quello.



Nessuno sa chi abbia creato Castlevania

Nel mondo dei giochi, Castlevania è un grosso problema. Dal momento che il primo titolo ha debuttato, oltre 30 Castlevania giochi — senza contare gli spin-off, come Kid Dracula- si sono fatti strada per riporre gli scaffali. Castlevania: Symphony of the Night, la prima uscita della serie per PlayStation, si colloca abitualmente in cima alle liste di i migliori giochi di tutti i tempi; alcuni critici sostengono che la serie si affianca Zelda, Super Mario, Metal Gear, e Fantasia finale come uno di i franchising più importanti nella storia dei giochi.

Eppure, gli storici non hanno idea di chi abbia effettivamente creato la cosa. Koji Igarashi, Castlevania di il produttore di lunga data e il nome più comunemente associato al franchise, non hanno iniziato a lavorare sulla serie fino al 1997 Sinfonia della notte, quasi 10 anni dopo Castlevania è apparso per la prima volta. Negli anni '80 e nei primi anni '90, gli sviluppatori di giochi giapponesi usarono pseudonimi per volere dei loro padroni aziendali al fine di rendere più difficile per le aziende rivali cacciare i membri dello staff di talento. Inoltre, Castlevania non ha una sequenza di crediti 'reale'. Invece di elencare nomi reali o soprannomi di sviluppatori, si conclude con un tributo a persone come 'Christopher Bee' (che suona un po 'come Christopher Lee, che ha interpretato Dracula come un'ambientazione da record 10 volte) e 'Boris Karloffice'.

Alcuni storici ho provato a rintracciare Castlevania di creatore, ma non sono andato molto oltre un nome. Fonti di Konami affermano che un uomo di nome Hitoshi Akamatsu è responsabile della creazione del franchise di lunga durata dell'azienda, ma a parte una manciata di crediti su altri giochi di Konami, nessuno sembra sapere molto su di lui. Dall'aspetto delle cose, Akamatsu è uscito dall'industria dei giochi negli anni '90 ed è scomparso, se mai fosse esistito.



È stato un franchising multipiattaforma sin dall'inizio

I primi tre numerati Castlevania giochi lanciati su Nintendo Entertainment System, dando l'impressione che sia iniziato come un franchising esclusivo per Nintendo. No Solo un mese dopo il debutto del primo gioco, la seconda voce della serie, Vampire Killer, arrivato sul computer MSX di Microsoft. Il titolo di Game Boy Castlevania: The Adventure colmato il divario tra Castlevania II: Simon's Quest e Castlevania III: Dracula's Curse.

E poi c'è Castello infestato, Castlevania di prima uscita arcade. Se non ne hai mai sentito parlare Castello infestato, c'è una buona ragione: secondo i rapporti, non è molto buono. Come in Castlevania, Castello infestato i giocatori guidano il cacciatore di vampiri Simon Belmont attraverso il castello di Dracula, usando la sua frusta per sconfiggere i mostri mentre navigano in varie sfide platform. Molti dei nemici sono gli stessi tra i due giochi, ma è lì che si fermano le somiglianze. I controlli sono atroci e il gioco è diabolicamente difficile. Ancora peggio, Simon Belmont ha solo una vita e, a differenza della maggior parte dei giochi arcade, che sono felici di inghiottire gli alloggi dei giocatori, puoi continuare solo tre volte.

Nel 2008, Konami ha portato Castlevania ai portici di nuovo, con un po 'più di successo. Mentre Castlevania: The Arcade scambia la piattaforma basata su esplorazione della serie per House of the Deadbattaglie di armi leggere in stile, i giocatori riescono a esercitare una vita reale Frusta abilitata per LED. A detta di tutti, è molto, molto bello.



Dracula di Bram Stoker è il canone di Castlevania, una specie di

Senza il romanzo horror gotico di Bram Stoker Dracula, non ce ne sarebbero Castlevania. Mentre prima c'erano stati i miti sui vampiri Dracula, Il libro di Stoker gettato le basi questa è stata la base per quasi ogni pezzo di narrativa sui vampiri che seguì. Dracula è il Castlevania il cattivo principale della serie, e la sua storia - che racconta la saga in corso della famiglia Belmont mentre combattono Dracula e le sue forze malvagie ogni cento anni - deve un bel po 'all'opera magnum di Stoker.

A sua volta, Konami ha fatto Dracula (il libro, non il personaggio) parte della linea temporale di Castlevania in Castlevania: Bloodlines. Secondo Bloodlines, uno dei personaggi del romanzo di Stoker — Quincey Morris, che aiuta Jonathan Harker a uccidere Dracula prima di soccombere alle sue ferite indotte dai vampiri — è in realtà un membro della linea di Belmont. Nel gioco, Quincy (nota che il suo nome è scritto in modo leggermente diverso) ha inviato Dracula e ha continuato con il padre Bloodlines' eroe John Morris. Castlevania: Ritratto di Rovina Jonathan è il nipote di Quincy.

Bloodlines non menziona nulla di Jonathan Harker o Dracula eroe principale, il professor Abraham Van Helsing. La sua storia, inoltre, non è del tutto in contrasto con quella di Stoker, secondo Bloodlines, John ha visto Quincy assassinare Dracula quando era un bambino (nel libro, Quincey è scapolo) e Quincy ha fatto l'atto solista, senza l'aiuto di Harker. Come dispositivo narrativo, collega Stoker e Castlevania solleva più domande di quante ne risponda. In omaggio a Castlevania di ispirazione primaria, tuttavia? Funziona benissimo.

Alucard non è un originale di Castlevania

Uno dei personaggi più popolari in Castlevania il canone è Alucard, figlio di Dracula ed eroe di Castlevania: Symphony of the Night. Il nome di Alucard potrebbe essere sciocco, ma è un nobile e feroce guerriero che ha rimesso suo padre a terra e salvato l'umanità più volte.

Mentre tutto ciò che riguarda i suoi retroscena puzza di videogiochi di fine '80 e metà degli anni '90, Alucard, come il suo vecchio, è in realtà sollevato da materiale di origine più vecchio. Nel 1931, Universal Studios pubblicò Dracula, che - grazie in gran parte all'esibizione di Bela Lugosi - ha immediatamente catapultato la popolarità del personaggio a nuovi livelli. La Universal ha fatto seguito al grande successo con due sequel: La figlia di Dracula, che è uscito nel 1936, e Figlio di Dracula, che ha debuttato nel 1943.

In Figlio di Dracula, la star dell'orrore Lon Chaney Jr. ha interpretato il misterioso conte Alucard, che seduce una giovane erede con promesse di immortalità e alla fine incontra la sua morte per mano del fidanzato disprezzato della donna. Uno dei personaggi, che capita di leggere Dracula, si rende conto che Alucard è semplicemente Dracula scritto all'indietro e si rende immediatamente conto di essere contro un vampiro, dando ai bravi ragazzi un vantaggio nella battaglia che ne segue.

È stato adattato all'animazione due volte

Netflix di Castlevaniaè in realtà il secondo adattamento animato della serie di giochi classici. Nel 1989, DIC Entertainment ha prodotto un cartone animato sabato mattina chiamato Captain N: The Game Mastere personaggi di Castlevania ha giocato un ruolo importante.

Capitano N racconta la storia di un adolescente di nome Kevin Keene che è stato risucchiato nel suo Nintendo Entertainment System e affrontato i cattivi di vari videogiochi a 8 bit. Lungo la strada, Kevin ha ricevuto aiuto da Mega Man, Kid Icarus, un Game Boy senziente e Castlevania di primo protagonista, Simon Belmont. In Capitano N, Simon è un vano avventuriero che si preoccupa più del suo bell'aspetto accattivante e dei muscoli sporgenti che della lotta contro il male. Mentre è apparentemente un eroe, Simon trascorre la maggior parte del suo tempo cercando di ingaggiare Kevin, che vede come un rivale per gli affetti della principessa Lana.

rambo cast

Simon non è l'unico Castlevania personaggio che si è presentato Capitano N. Dracula, andando come Conte, è stato un cattivo ricorrente. Alucard, che ha debuttato nel NES Castlevania 3, si presenta anche - anche se forse non avrebbe dovuto. Nell'episodio della terza stagione 'Return to Castlevania', Alucard fa il suo debutto animato come un adolescente saggio con occhiali da sole, uno skateboard a forma di pipistrello e un'ossessione malsana per il rock and roll. È stata praticamente la cosa più imbarazzante dei primi anni '90 di sempre, e per fortuna, quella versione di Alucard è rapidamente scomparsa e non è più tornata.

Castlevania: Symphony of the Night originariamente non vendeva molto bene

Anche 20 anni dopo il suo debutto, Castlevania: Symphony of the Night è ancora considerato il punto più alto per il Castlevania serie, per non parlare di uno dei migliori videogiochi mai realizzati. Eppure, quando è uscito per la prima volta, il gioco era destinato a diventare un enorme flop, specialmente negli Stati Uniti.

Vedi, come i suoi predecessori, Sinfonia della notte è un sidescroller 2D, e questo è di progettazione. Non solo Sinfonia della notteregista Koji Igarashi amo i giochi 2D, ma in realtà pensa che sia l'unico modo di giocare Castlevania (cita il 3D Nintendo 64 Castlevania titoli, sui quali non ha lavorato, come prova). Nel 1997, quello era un problema. All'epoca, la grafica 3D era la nuova grande novità del settore dei giochi, grazie in gran parte a successi di successo come Super Mario 64 e Final Fantasy VII; di conseguenza, Konami non pensava Sinfonia venderebbe, e la compagnia non ha stampato molte copie del gioco o metti molte risorse nel marketing. Nonostante le recensioni positive, è iniziato lentamente sul mercato.

Ovviamente, nel tempo, il passaparola positivo si è diffuso e il gioco è diventato un classico di culto - e quindi solo un classico a sé stante. Originale Sinfonia della notte i dischi vendono per vicino a $ 100 su eBay e il gioco è considerato responsabile dell'invenzione di un intero genere. Non male per un software che avrebbe dovuto tankare.

Il padre della moderna Castlevania vorrebbe fare un gioco Metroid

Sinfonia della notte ha molto in comune con Nintendo Metroid serie. Entrambi i giochi sono avventure a scorrimento laterale che si svolgono in grandi mondi aperti. Entrambi mescolano combattimento, platforming e risoluzione di enigmi, ed entrambi richiedono ai giocatori di esaminare a fondo l'ambiente per guadagnare nuovi oggetti, armi e abilità, che possono quindi essere utilizzati per superare gli ostacoli e raggiungere aree precedentemente inaccessibili.

In effetti, il ciclo di base di entrambi i titoli è così simile che i giocatori hanno iniziato a chiamare quel tipo di gioco 2D, Metroidvania, ricco di esplorazioni, per rendere omaggio alle doppie influenze del genere. Praticamente nessuno sviluppatore è in grado di farlo meglio di Koji 'IGA' Igarashi. Come co-direttore di Sinfonia della notte e condurre Castlevania produttore dal 2001 al 2010, è l'uomo dietro 16 separati Castlevania Giochi. Sa cosa fa funzionare un gioco Metroidvania e dice che sarebbe 'incredibilmente onorato' di prendere una pugnalata nell'altro grande franchise Metroidvania.

Non che accadrà mai, ovviamente. Igarashi non solo nota che 'Nintendo è molto attenta a proteggere i propri IP e ad apportare modifiche ai propri giochi', ma mentre Igarashi stava dando il via al 2D Castlevania titoli (molti dei quali lanciati sui sistemi portatili Nintendo), Metroid Prime spostato la serie dal 2D al 3D. 'probabilmente hanno deciso da quel momento in poi che Metroid sarebbe diventata una serie di giochi in 3D', afferma Igarashi, 'e secondo quella logica, il mio stile di gioco non si adattava ai loro criteri'.

Mai dire mai, ovviamente. All'E3 2017, Nintendo ha rivelato Samus Returns, un 2D Metroid per il portatile 3DS, mentre Koji Igarashi è un agente libero con il suo studio, uno su cui è al lavoro Macchiato di sangue, che è, hai indovinato, a Sinfonia della notte-come avventura a scorrimento laterale.

Il produttore Koji Igarashi ha un grande rimpianto

Non fai quasi 20 partite in dieci anni senza fare alcuni errori, ma c'è una decisione in particolare che Igarashi desidera che possa riprendersi.

Durante lo sviluppo Sinfonia della notte, Igarashi ha sviluppato una serie temporale per gli sviluppatori da utilizzare come riferimento. Trapelò una rivista di giochi, e il Castlevania il team ha deciso di renderlo ufficiale. 'È stata una decisione sbagliata' Dice Igarashi. Secondo la cronologia, Dracula ritorna per minacciare i Belmonts e i loro alleati ogni 100 anni. Sfortunatamente, la cronologia ufficiale è così accurata che ha danneggiato il processo creativo di Igarashi e Konami. 'Perché da quando Dracula appare solo ogni 100 anni', spiega Igarashi, 'abbiamo creato l'intera sequenza temporale e abbiamo finito i posti per aggiungere un altro gioco.'

Naturalmente, c'è una soluzione semplice a quel problema, ed è quella che i produttori dietro Uomo Ragno e Fantastici Quattro i film lo sanno molto bene: quando la continuità diventa troppo affollata, basta buttare tutto fuori e ricominciare. Questo è quello che Konami ha fatto nel 2010 quando ha consegnato allo sviluppatore MercurySteam le redini Castlevania: Lords of Shadow, una serie di giochi d'azione in 3D che hanno più in comune con Dio della guerra di Sinfonia della nottee si svolgono in un universo completamente diverso.

Il creatore di Metal Gear Solid, Hideo Kojima, ha contribuito a trasformare Lords of Shadow in un gioco di Castlevania, per la seconda volta

Come detto dal produttore Dave Cox, la storia è simile a questa: alla fine degli anni '00, Konami ha arruolato Cox e lo studio MercurySteam per creare un nuovissimo riavvio 3D del Castlevania franchising. Cox e gli sviluppatori hanno messo insieme un prototipo e lo hanno mostrato ai dirigenti di Konami. I dirigenti si sono innervositi per tutti i cambiamenti che MercurySteam stava apportando al franchise classico e mentre volevano che Cox e il suo team continuassero a lavorare sul gioco, hanno eliminato il Castlevania branding.

Sviluppo su Luce e ombra—Che alla fine sarebbe diventato Lords of Shadow—Continuò e debuttò pubblicamente alla Gamescom 2009 a Colonia, in Germania. Più tardi quell'anno, Cox si recò in Giappone per mostrare l'ultima versione di Lords of Shadow a Konami superiori, che includeva Metal Gear Solid signore supremo Hideo Kojima. Kojima lo adorò e chiese alla stanza: 'Perché non è così Castlevania?' Secondo Cox, è stato imbarazzante.

Alla fine, Kojima si unì Lords of Shadow come produttore, anche se Cox afferma di essere stato in gran parte senza mani, e soprattutto ha contribuito a gestire il gioco Localizzazione giapponese. Ironia della sorte, qualche anno dopo, né Cox né Kojima avrebbero lavorato presso Konami. Konami e Kojima hanno sofferto di confusione rottura pubblica mentre Kojima si stava sviluppando Metal Gear Solid 5e Cox lasciò la compagnia dopo Lords of Shadow 2, dicendo che le priorità di Konami erano cambiate e 'era chiaro che non c'era più un ruolo per me'.

Lo scrittore della serie Castlevania Netflix non ha mai giocato ai giochi

Getty Images

Warren Ellis è regale geek. Come scrittore, è responsabile di scrivere fumetti innovativi come L'Autorità e Transmetropolitan. È un autore affermato, con due romanzi, Piccola vena storta e Gun Machine, al suo nome. Il veicolo d'azione di Bruce Willis Netto si basa su una delle sue creazioni. Così è Uomo di ferro 3e il ben accolto ma alla fine accantonato Frequenza globale pilota. È persino dilettato nei videogiochi: Ellis è uno dei tre sceneggiatori accreditati Spazio morto, Lunatico gioco di sopravvivenza fantascientifico di Electronic Arts.

Ma mentre Castlevania è uno dei franchise di videogiochi classici di tutti i tempi, racconta Ellis Cablata, 'La terribile verità è che non ho mai giocato o visto il gioco. Terribile, no? Invece, quando Ellis ha ottenuto per la prima volta il Castlevania Per un concerto, si rivolse a Google per una rapida sessione di sessioni, dicendo: 'Ciò che mi ha colpito immediatamente è stato come inizialmente sembrava, almeno per me, essere una trasposizione giapponese dei film di Hammer Horror con cui sono cresciuto e amato. Sono sicuro che è una percezione completamente sbagliata, comunque. '

Dipendenti di Konami, in particolare Koji Igarashi, aiutò Ellis a mantenere le cose autentiche. Nel 2007, quando iniziò la pre-produzione della serie (in origine, sarebbe stato un film di 80 minuti), Igarashi fece scrivere a Ellis cinque volte la premessa e lo costrinse a fare tre passaggi sullo schema per fare certo che ha ottenuto Castlevania destra. È un sacco di lavoro - Ellis dice che rimane 'assolutamente appassionato di battere la merda dell'IGA in un vicolo buio', ma ha dato i suoi frutti. Netflix di Castlevania è uno degli adattamenti di videogiochi più fedeli mai realizzati, pur mantenendo la voce unica e contorta di Ellis.

Il produttore di Castlevania ha rifiutato l'opportunità di fare un adattamento live-action

Getty Images

Adi Shankar non è solo il produttore dietro la grintosa tariffa di Hollywood Dredd e Il grigio. È anche un appassionato di buona fede che si preoccupa appassionatamente di fumetti, videogiochi e programmi TV. In una serie di cortometraggi senza licenza chiamati 'Bootleg Universe', Shankar ha fatto un giro unico (e decisamente cupo) in serie classiche come Power Rangers, il Punitore, e 007. Questi sono molto più che film cupi e grintosi per i fan: ognuno di essi funge sia da una decostruzione dettagliata di un franchise iconico che da una lettera d'amore per la serie stessa. Come dice Shankar, 'Mi sentivo come se gli studi principali fossero palesemente irrispettosi di fandom'. Decise di prendere in mano la situazione.

La oscura narrazione di Shankar e la passione infuocata lo rendono una persona eccellente da pastore Castlevania dalle console agli schermi grandi o piccoli, e altri chiaramente concordano. Nel 2014, poco dopo Dredd in anteprima, i dirigenti dello studio hanno offerto a Shankar l'opportunità di dirigere un'azione dal vivo Castlevania film. Come lo descrive Shankar, sarebbe stata una caratteristica di medie dimensioni, 'nella stessa ottica di Malavita, dal punto di vista del bilancio '.

Shankar ama Castlevania, ma alla fine ha deciso che il film proposto non era fedele al videogioco e 'si sentiva il 250 per cento sbagliato', quindi ha finito per andarsene. Non è stato facile, ovviamente. 'Questo è uno dei miei giochi preferiti', ha ricordato, 'e sto letteralmente fissando la possibilità di adattarlo, ma devo dire di no.' Questo è probabilmente per il meglio. Uno incontro casuale più tardi, e la serie animata era in movimento, dando a Shankar l'opportunità di adattarsi Castlevania di nuovo — e questa volta, poteva fare le cose nel modo giusto.

Castlevania è il primo adattamento per videogiochi ad ottenere una valutazione 'fresca' su Rotten Tomatoes

Lascia a Belmonts la rottura di una delle maledizioni più antiche dell'industria dell'intrattenimento. Per la prima volta in assoluto, un adattamento da gioco a film ha una colonna sonora 'nuova' Pomodori marci, il che significa che ha ricevuto almeno il 60% di recensioni positive dalla critica. Infatti, Castlevania non ha solo rotto il soffitto di vetro, ma l'ha distrutto. Al momento della scrittura, Castlevania ha un punteggio Tomatometer del 90 percento.

migliori film da guardare da soli

In confronto, 2016 Warcraft segnato il 28 percento. Assassin's Creed ha il 18 percento. Il Cattivo ospite i film vanno dal 35% (l'invio climatico del 2017 Resident Evil: The Final Chapter) al 21 percento (Resident Evil: Apocalypse). Combattimento mortale, considerato il 'buon' adattamento ai videogiochi negli anni '90, ha ottenuto solo il 34 percento. Super Mario Bros. è riuscito a raccogliere solo il 15%.

C'è un grande avvertimento, ovviamente: Castlevania manca delle 20 recensioni di cui uno spettacolo TV ha bisogno per qualificarsi per la certificazione 'Certified Fresh' di Rotten Tomatoes. Non importa Secondo il sito, sia i critici che i fan stanno impazzendo per questo — in effetti, la lamentela più grande sembra essere che a quattro episodi, è troppo breve. Ehi, Netflix: seconda stagione al più presto, per favore.