La verità non raccontata di The Exorcist

Di Benjamin Davis Brockman/24 agosto 2016 16:16 EDT/Aggiornato: 13 maggio 2020 8:51 EDT

Pochi film di Hollywood hanno suscitato tante polemiche L'esorcista. La sua uscita teatrale nel 1973 terrorizzava e oltraggiava il pubblico con una storia grottesca possessione demoniacae nonostante sfuggendo a malapena a una valutazione X., ha fatto la storia diventando il primo film horror ad ottenere una nomination all'Oscar come miglior film. È ancora considerato uno dei film più spaventosi mai realizzati, ma l'intrigo circostante L'esorcista non si limita al suo valore di shock. In effetti, alcuni degli aspetti più avvincenti del film provengono da dietro le quinte. Ecco alcuni fatti meno noti sul classico che sta 'girando la testa' da oltre 40 anni.

Era basato su un esorcismo di vita reale

Il film è basato sul romanzo di William Peter Blatty L'esorcista, che ha attinto dai resoconti di un esorcismo reale. Gran parte del materiale originale per il libro e il film è stato raccolto dalle riviste dei preti gesuiti che documentavano una faticosa batteria di rituali che eseguivano su un ragazzo di nome Roland Doe nel 1949.



Questi sacerdoti affermarono di aver assistito al seguente fenomeno: parlare in lingue, misteriosi segni della pelle che compongono le parole 'inferno' e 'male', il violento scuotimento del materasso del ragazzo e la rottura delle restrizioni ospedaliere e del naso di un prete, per nominare un pochi. Molte affermazioni sono certamente abbellite nel romanzo di Blatty e nell'adattamento cinematografico (da nessuna parte si vedono vomito verde caldo e teste rotanti viste nei diari), e il genere del bambino è stato cambiato per proteggere ulteriormente l'anonimato di 'Roland Doe'.

La Chiesa cattolica ha sostenuto il film

Può sorprendere che molti funzionari della Chiesa cattolica ha elogiato il film al suo rilascio. Non solo ha suscitato molto interesse nella tradizione cattolica, ma ha anche evidenziato i preti cattolici come eroi che eseguivano un rituale consacrato dal tempo che risale al Nuovo Testamento. La Chiesa attribuisce al film un enorme slancio nelle domande per il sacerdozio. La Chiesa cattolica è nota per essere piuttosto protettiva nei confronti dei suoi segreti, ma un funzionario ha fatto un'eccezione L'esorcista. Mentre lo faccio Codice DaVinciin stile ricerca per il film, il regista William Friedkin ha incontrato il presidente della Georgetown University (un'istituzione gesuita), che secondo quanto riferito gli ha consegnato una cartella rossa contenente i diari del sacerdote supervisore presente, nonché i resoconti dei testimoni oculari dell'esorcismo del 1949.

Molti credono che la sua produzione sia stata maledetta

La produzione di L'esorcista era pieno di complicazioni e tragedia. All'inizio della produzione, il set raffigura la casa della famiglia MacNeill misteriosamente preso fuoco, ritardando le riprese. Ancora più misterioso: il set per la stanza di Reagan, in cui sarebbero stati girati gli esorcismi, è rimasto completamente intatto.



La nonna di Linda Blair, il fratello di Max Von Sydow e due attori del film sono morti improvvisamente nel corso della produzione e il figlio di Jason Miller è stato quasi ucciso in un bizzarro incidente in moto. Si dice che fino a nove membri del cast e della troupe siano morti durante le riprese. Inoltre, Ellen Burstyn ha subito una lesione alla colonna vertebrale durante le riprese di una scena di possesso violento, che secondo come riferito la disturba ancora oggi. Con l'accumularsi dei problemi imprevisti, la produzione si è estesa ben oltre la scadenza prevista. Friedkin anche fece benedire il set da un prete fungendo da consulente tecnico per il film, anche se ha rifiutato di condurre un esorcismo.

Il film ha causato il pandemonio al momento del rilascio

Penseresti che uno dovrebbe essere piuttosto arrabbiato per inviare minacce di morte a una ragazza adolescente. Ma questo è esattamente ciò che alcuni lo hanno fatto i religiosi per Linda Blair. A seguito dell'annuncio del famoso evangelista Billy Graham che 'il diavolo è in ogni fotogramma del film, 'la posta dell'odio si riversava nell'accusare Blair di' glorificare Satana '. La Warner Bros. dovette assumere guardie del corpo per proteggerla per sei mesi dopo l'uscita del film.

daniela bianchi oggi

Parecchi incidenti bizzarri che circonda l'uscita cinematografica del film. Un uomo riferito è caduto e si è rotto la mascella durante una proiezione, sostenendo che gli effetti subliminali del film lo hanno fatto svenire. Ha fatto causa allo studio e si sono stabiliti fuori dal tribunale. Questo era solo uno degli innumerevoli rapporti di paramedici chiamati nei cinema per curare gli spettatori terrorizzati per isterici e svenimenti. Alcuni teatri hanno persino dotato di sedili con 'sacchi da bar' gratuiti.



Il suo antagonista non ha mai un nome

Viene chiamato il demone che possiede Reagan Pazuzu, ma quel nome non è mai menzionato nel libro o nel film originale. Pazuzu è basato su una figura mitologica babilonese, un re dei venti demoniaci, composto da parti umane e animali. Padre Merrin trova un manufatto nel deserto all'inizio del film che dovrebbe essere una porzione di una statua di Pazuzu. Mentre il demone è visto, non sarebbe stato nominato fino al sequel del 1977 The Exorcist II: The Heretic.

Presenta alcuni effetti piuttosto economici

Friedkin ha fatto molto affidamento su effetti pratici per creare alcuni elementi visivi, oltre a disegnare le performance desiderate dagli attori. lui secondo quanto riferito ha sparato con una pistola prima prende per produrre il massimo terrore nel suo cast. Molte scene sono state girate a temperature inferiori allo zero per massimizzare l'effetto del respiro (e del disagio) degli attori sul film. Quel vomito? Zuppa spessa di piselli spezzati. Il suono del vomito del proiettile Reagan è stato prodotto da un artista della registrazione che mela ammuffita rigurgitata e uovo crudo. In un'altra 'svolta' creativa, il suono della svolta di Reagan è stato creato da un membro dell'equipaggio che attorcigliato il suo portafoglio di pelle in un microfono boom. Le urla del demone che viene scacciato da Reagan sono in realtà registrazioni di maiali guidato al massacro.

Secondo il regista, non è un film horror

Secondo Friedkin, tutti questi anni di terrore potrebbero essere stati un caso di intenzioni errate. Come ha detto, piuttosto che un film horror, ha sentito che stava facendo una storia sul 'mistero della fede' conL'esorcista. Come ha detto, 'Non avevo intenzione di fare un film horror, ma ormai ho accettato che lo è'. Questo è un punto di vista nobile, ma molto diffamato esorcista sequel e prequel hanno mantenuto il franchise abbastanza bene nel territorio del genere.