La verità non raccontata di Jane Foster

Di Chris Sims/23 luglio 2019 12:52 EDT

Se hai dovuto scommettere su quale personaggio fin dai primi giorni Fumetti Marvel sarebbe cresciuto fino a diventare uno degli eroi più importanti nel roster dell'azienda, ci sono buone probabilità che Jane Foster abbia avuto le probabilità più lunghe dell'intero gruppo. Originariamente introdotto nel 1962 come il più piccolo dei personaggi secondari, ha iniziato la sua vita immaginaria come poco più di un obbligatorio interessi di amore per Thor.

Tagliata al 2019, tuttavia, e lei è lontana da quella storia d'amore monodimensionale che può essere, ma è stata una strada abbastanza strana per arrivarci. Dall'apparire così poco importante che è stata scritta dal libro alla dimostrazione di essere degna di portare il titolo di Mighty Thor - e un sacco di colpi di scena degni di fumetti e giri nei decenni tra questi - ecco la verità dietro Jane Foster.



Solo un altro Lois Lane?

È stata introdotta Jane Foster Viaggio nel mistero 84, solo un mese dopo che Thor stesso fece la sua prima apparizione nel numero precedente. Mentre il n. 83 era stato dedicato a presentare il mondo al dottor Don Blake e al suo alter ego fragoroso - e averlo combattuto contro un gruppo di alieni fatti di rocce - il seguente numero ha richiesto un po 'di tempo per compilare il cast di Thor, e non è difficile capire dove i creatori Stan Lee e Jack Kirby stessero prendendo ispirazione.

Se Thor - l'essere ridicolmente potente divino di un altro mondo la cui identità segreta era un uomo modesto e senza pretese - era facile da vedere come interpretazione della Marvel su Superman, allora Jane Foster era il riff di Lee e Kirby su Lois Lane. Come la sua controparte al Distinguished Competition, era la collega per cui l'eroe si struggeva, che era molto più interessato al supereroe che all'identità segreta. L'unica grande differenza era che Jane era un'infermiera che lavorava con Blake piuttosto che una giornalista - e che, almeno nelle sue prime apparizioni, Jane era una rossa piuttosto che una bruna.

È così che ha iniziato, comunque. Nel corso dei prossimi anni, Jane si sarebbe distinta da Lois - e dalla maggior parte degli altri interessi amorosi di carattere standard nei fumetti di supereroi - imparando l'identità segreta di Thor e venendo portata nel mondo mitologicamente ispirato di Asgard ... per un po '.



Jane vs. Godhood, prima parte: verso l'ignoto

Alla fine, la storia d'amore tra Thor e Jane arrivò al punto in cui volevano sposarsi. Se hai familiarità con il modo in cui i fumetti di supereroi negli anni '60 consideravano il concetto di matrimonio, probabilmente non ti sorprenderà scoprire che non ha funzionato esattamente. Il principale ostacolo per questo gruppo di piccioncini venne nella forma del padre di Thor, Odino, che proibì il matrimonio per il fatto che Thor era un immortale dio fulgido asgardiano, e Jane ... non lo era. C'è una soluzione piuttosto semplice a questo problema: vai avanti e fai di Jane una dea.

Questo è quello che succede negli anni 1967 Thor 136, quando Thor porta Jane a casa ad Asgard per incontrare la famiglia. Odino, con una mossa apparentemente benevola, usa il suo considerevole potere per trasformare Jane in una dea, dandole un nuovo costume selvaggio e il potere del volo. Sfortunatamente per Jane, questo regalo viene fornito con alcune stringhe allegate. Deve dimostrare di avere 'il coraggio di un immortale' per rimanere ad Asgard, e Odin decide che il modo migliore per testare il coraggio di Jane è di rinchiuderla in una stanza buia con l'ignoto, un horror lovecraftiano che può solo essere convocato da un gigantesco diapason magico. Tutto ciò è abbastanza strano, ma per essere onesti, non è più strano dell'attuale mitologia norrena, in cui l'universo viene all'esistenza venendo leccato fuori da un ghiacciaio da una mucca cosmica.

Inutile dire che Jane impazzisce per essere confrontata con lo sconosciuto e dichiara il suo desiderio di 'sfuggire a questo mondo di paura e follia!' Detto questo, Odin la dichiara inadatta, la spoglia dei suoi poteri di breve durata e la riporta sulla Terra senza alcun ricordo di Thor. Invece, ha dato un lavoro al dottor Keith Kincaid, di cui si innamora immediatamente. Questa è sicuramente l'esperienza meno riuscita di Jane con godhood, ma non sarebbe la sua ultima.



chadwick boseman corpo

Jane vs. Godhood, seconda parte: cosa Sif ...?

Cento numeri dopo il suo primo pennello con immortalità, Jane è tornata alle pagine di Thor in un modo che potrebbe essere caritativamente descritto come 'inaspettato'. L'idea di base era che Jane, mortale come sempre, era sul suo letto di morte piuttosto letterale e poteva essere salvata solo mediante un intervento divino. Fortunatamente, ce n'era molto in giro nell'universo Marvel nel 1975.

In questo caso, il ruolo del divino fu interpretato da Sif, la dea che era stata romanticamente legata a Thor da qualche parte intorno all'XI secolo, e tornò alla vita di Thor mentre Jane era fuori dal romanzo della dottoressa Kincaid. Scoprì che Thor provava ancora sentimenti per Jane, e quando venne a sapere del disturbo di Jane, tirò fuori un po 'di magia eldritch, fondendo la sua stessa essenza divina con la forma mortale di Jane, apparentemente sacrificando se stessa nel processo. Jane, ora guarita e con un gusto per l'avventura che Thor attribuiva allo spirito di Sif che abitava il suo corpo, tornò a frequentare il Dio del Tuono su Asgard e ottenne persino la capacità di trasformarsi in Sif, proprio come Don Blake si trasformò in Thor .

Nessuno di questi cambiamenti è durato tanto a lungo, però. Alla fine, il dottor Kincaid iniziò a chiedersi dove fosse finita la sua fidanzata, e Sif tornò al libro come il solito sé divino, niente di peggio da indossare.

Don non vive più qui

Sin dall'inizio della Marvel Thor saga, i creatori, in particolare Jack Kirby, hanno chiarito che questo non era solo un eroe moderno che è stato ispirato dal leggendario Dio del tuono. Questo era letteralmente Thor, che viveva ad Asgard, era stato adorato dai Vichinghi, aveva combattuto contro i Frost Giants, aveva comandato fulmini e tempeste, aveva un fratellastro che cambiava forma e creava problemi di nome Loki, e tutta quella roba buona. Gli è capitato di essere legato all'umano Don Blake, che era, in sostanza, una persona diversa che legava Thor a Midgard (o, come la chiamiamo di solito, Terra) con più preoccupazioni umane a causa del loro tempo -condividere sulla stessa coscienza. Col passare del tempo, tuttavia, le storie gravitavano su quelle avventure più epiche e fantastiche nel regno di dei e giganti. A differenza, diciamo, di Peter Parker, le cui preoccupazioni nella vita reale bilanciarono il supereroismo e formarono la soap opera piena di azione che era la saga di Spider-Man, Don Blake si sentiva sempre più come un elemento inutile di Thor i fumetti.

alaskan bush people

Era stato rivelato diversi anni prima che Blake non era, in realtà, una persona reale, ma un'identità che Odin aveva creato per insegnare a suo figlio l'umiltà, quindi quando Walt Simonson arrivò per scrivere e disegnare una corsa di cinque anni che sarebbe diventata l'assunzione definitiva Thor nel 1983, una delle prime cose che fece fu abbandonare completamente Blake, ragionando che fosse sopravvissuto al suo scopo. Le storie furono poi ri-concentrate su quegli elementi fantastici e mitologici, e Thor ottenne persino una nuova identità 'segreta' nella forma di Sigurd Jarlson, un operaio edile che era letteralmente solo Thor con gli occhiali. Non preoccuparti degli amici di Blake per la sua pratica medica, però: Thor # 354, Fandral the Dashing passò per dare alle sue infermiere e al suo staff un sacco di oro asgardiano mentre pagavano la fine del rapporto.

Detto questo, la vita romantica di Thor è stata rinnovata intorno a Sif. Mentre Jane appariva in ritardo nella corsa di Simonson, fu solo brevemente, e rivelò che lei e Keith Kincaid erano felicemente sposate e aspettavano un bambino. Sembrava che Jane Foster sarebbe stata consegnata per sempre al passato di Thor, ma nel mondo dei supereroi, nulla è mai andato per sempre.

Jane, Jake e Jimmy

Alla fine degli anni '90, la Marvel ha riavviato i Vendicatori e i Fantastici Quattro nel loro universo in una storia chiamata Heroes Reborn. Un anno dopo, li riportarono in una storia chiamata, abbastanza appropriatamente, Heroes Return. La maggior parte di quei libri ha adottato un approccio di 'ritorno alle origini' nei confronti dei loro personaggi e il rilancio Thor non fece eccezione, riportando l'idea di dare al Dio del Tuono un'identità civile mortale. In questo caso, Thor ha rilevato il corpo del paramedico recentemente scomparso Jake Olson, che è appena finito per lavorare nello stesso ospedale della dottoressa Jane Foster.

Thor inizialmente era riluttante a rivelare la sua vera identità a Jane, data la sua vita con Keith Kincaid e il loro figlio Jimmy, ma alla fine l'ha capito da sola quando 'Jake' è entrato nel finto dialetto shakespeariano che gli Asgardiani della Marvel tendono ad usare. Con ciò, rientrò nella vita e nelle sue storie di Thor e fluttuò nell'universo Marvel per i prossimi anni, lavorando brevemente per Tony Stark come suo medico personale e presentandosi all'indomani di Guerra civile come medico residente per i Vendicatori sotterranei.

Le cose non erano esattamente grandi, però. Jane ha avuto un paio d'anni estremamente difficili, anche per gli standard dei fumetti di supereroi. Non solo ha perso marito e figlio a causa di un incidente d'auto - che è accaduto anche fuori dal pannello, ahi - ma è stata diagnosticata lei stessa un cancro. La buona notizia è che tutto ciò spianerebbe la strada al suo ruolo più importante nell'universo Marvel, ma prima doveva fermarsi sul grande schermo.

Vedi Jane act

Mentre alla fine trarrebbero ispirazione da fumetti più contemporanei come Planet Hulk e Guerra civile, le prime voci nel Marvel Cinematic Universe hanno attinto piuttosto pesantemente dai primi anni di Marvel Comics. Uomo di ferro, per esempio, ha portato Pepper Potts e Happy Hogan, che non erano mai stati presenti nei fumetti per un po ', e del 2008 Vendicatori furono riuniti per affrontare una minaccia di Loki, proprio come gli originali erano stati nel 1963.

2011 di Thor non faceva eccezione a questo proposito e, oltre ai fantastici regni di Asgard e Jotunheim, terra dei Giganti del gelo, includeva Jane Foster come interesse amoroso molto umano di Thor. Jane questa volta è stata interpretata da Natalie Portman, e invece di essere un'infermiera o un medico, era un'astrofisica che studiava fenomeni come, diciamo, un wormhole nello spazio che era in realtà il mistico ponte arcobaleno tra le dimensioni dei Nove Reami.

La versione di Portman di Jane è stata un elemento chiave nel mescolare gli elementi fantastici e fantascientifici che hanno reso Thor un personaggio così distinto nell'universo Marvel e nel film seguente, Il mondo oscuro, ha fatto un viaggio ad Asgard stessa. Purtroppo, quando abbiamo raggiunto di nuovo Thor Ragnarok, lo aveva scaricato - o, come diceva Thor, lo avevano fatto reciprocamente decise di sciogliersi - probabilmente a causa dell'insistenza di Thor nel passare due anni a volare nello spazio e decapitare i giganti del fuoco invece di passare del tempo nella loro relazione. Questi non sono il tipo di problemi da ragazzino di cui senti cantare Carly Rae Jepsen, ma è ancora un motivo abbastanza valido per concludere una relazione.

Jane vs. Godhood, Terza parte: The Mighty Thor

Quando un evento Marvel del 2014 si concluse con il Figlio di Odino che credeva di essere indegno, e quindi incapace di eludere Mjolnir e esercitare il suo potere, l'Universo Marvel rimase senza torace ... per alcune pagine. Lo stesso Thor Odinson era, ovviamente, ancora un dio e continuò a combattere contro il male brandendo un'ascia magica di nome Jarnbjorn (che si traduce in 'Orso di ferro', un nome piuttosto bello per un'arma), ma senza il suo martello non lo era eccezionale. La sua prima uscita si è conclusa con il taglio del braccio con la sua ascia. Fortunatamente, c'era qualcun altro in giro per sollevare Mjolnir e diventare il Thor tutto nuovo e completamente diverso. Questo potrebbe sembrare confuso, ma dal momento che il nuovo Thor era anche una donna, in realtà era abbastanza facile distinguerli.

Inizialmente, l'identità di Thor era tenuta segreta sia dai lettori che dall'Odinson. La sua prima teoria fu che era sua madre Frigga, ma Thor dimostrò che lei (si spera) non lo stava facendo con lui, che di solito è qualcosa che vuoi fare dopo assicuri a qualcuno che non sei la loro madre. Alla fine, si è scoperto che questo nuovo Thor era Jane Foster, che aveva sollevato il martello con la motivazione che c'era sempre un Thor in giro per proteggere le persone. La sua trasformazione la tenne anche in vita mentre la sua forma mortale, a quanto pare, stava morendo di cancro.

Jane ha servito mirabilmente nel ruolo di Thor, ma alla fine ha incontrato un problema piuttosto grande: Mangog, 'il giudizio supremo di tutti gli dei', una creatura mostruosa inarrestabile formata dalla 'rabbia raccolta, l'odio sfrenato' di una razza di miliardi che erano stati massacrati da Odino nei secoli passati. Con nessun altro modo per sconfiggerlo, Jane incatenò il Mangog a Mjolnir e lo gettò nel cuore del sole, distruggendo sia Mangog che il martello stesso, privandola della sua capacità di trasformarsi. Con ciò, il suo corpo mortale morì, ma fu presto rianimato da Thor e Odin, che incanalarono la tempesta divina che aveva spinto Mjolnir a resuscitarla. Si è quindi concentrata sul suo trattamento e il suo cancro è andato in remissione. Tuttavia, non aveva ancora finito.

Jane vs. Godhood, Quarta parte: Valkyrie?

Recentemente, è apparsa Jane War of the Realms, un enorme crossover Marvel in cui tutti i nemici di Asgard si unirono sotto la direzione di Malekith e assediarono la Terra, dividendoli tra loro. Alla fine, è tornata brevemente al ruolo di Thor, impugnando un Mjolnir da un'altra dimensione e combattendo a fianco di altre tre versioni di Thor da diversi punti della sua vita immortale. Se questo suona un po 'complicato, è perché lo è, ma si è concluso con il martello di Jane in frantumi, che si è rivelato essere Undrjarn l'All-Weapon, un metallo mistico in grado di modellare se stesso in qualsiasi arma di cui avesse bisogno.

biografia di hannibal lecter

Un'altra conseguenza importante di War of the Realms è stata la morte della Valykirior, tra cui Brunhilde, che è stata conosciuta come il supereroe Valkyrie da quando ha debuttato nel 1973, e ha ispirato l'omonimo personaggio MCU che ha debuttato in Thor: Ragnarok. Quando Jane visitò Brunhilde all'obitorio per pagare i suoi ultimi rispetti, lo spirito di Brunhilde accusò Jane di 'stare tra il mondo dei vivi e dei morti', 'temuto come la morte, quanto necessario come il riposo, forte come il dolore'.

Jane, rendendosi conto che c'era un lavoro da fare in assenza delle Valchirie - proprio come aveva fatto quando non c'era Thor - era d'accordo. Con ciò, ha assunto la sua ultima identità come Valchiria, è stata lanciata in una nuova serie e ha continuato la sua ascesa come una delle eroine più importanti della Marvel.

Amore, tuono e il potente Thor

Alberto E. Rodriguez / Getty Images

Nel luglio del 2019, i Marvel Studios hanno approfittato del Comic-Con International per definire i piani per la Fase 4 dell'universo cinematografico Marvel. C'erano molti annunci di benvenuto lì dentro, da a Vedova Nera film solista all'arrivo di un 'Multiverso della follia' nel sequel di Doctor Strange, ma uno degli annunci più interessanti è arrivato quando il prossimo Thor il film è stato discusso.

Thor: Love and Thunder fu annunciato per il rilascio nel novembre del 2021, con Taika Waititi che tornò alla regia dopo il successo di Thor: Ragnarok. Naturalmente, Chris Hemsworth tornerà come Thor, e Tessa Thompson tornerà come Valkyrie, ma ci sarà un altro ritorno più sorprendente. Dopo essere stato assente per Ragnarok e solo essere visto in filmati riciclati da Il mondo oscuro quando apparve brevemente dentro Avengers: Endgame, Natalie Portman sta tornando al MCU come Jane Foster ... e non è questa la grande novità.

Mentre ci sono molti dettagli da vedere Amore e tuono, una cosa che sappiamo per certo è che Jane apparirà come Thor, portando Mjolnir e presumibilmente combattendo a fianco dell'Odinson e del suo nuovo martello, Stormbreaker. Ciò renderà Jane solo la quarta persona del MCU a sollevare il martello, e considerando che gli altri tre sono Thor, Odin the Allfather e Captain America, è una buona compagnia.