La verità non raccontata di Steve Ditko

Di Elle Collins/9 luglio 2018 15:40 EDT/Aggiornato: 9 luglio 2018 15:42 EDT

Come forse hai già sentito, l'artista dei fumetti Steve Ditko è morto all'età di 90 anni. Se sei un fan dei fumetti di lunga data, stai già pensando ai tuoi fumetti e personaggi Ditko preferiti. Se non lo sei, tuttavia, potresti chiederti chi fosse questo Ditko e perché fosse così importante. La maggior parte delle storie menziona che ha co-creato Uomo Ragno, che è senza dubbio una sorpresa per le molte persone che pensavano che lo scrittore Stan Lee fosse l'unico responsabile di quel personaggio. Ditko non è mai stato famoso come Lee, e nemmeno Jack Kirby. Del resto, non voleva esserlo.

Steve Ditko era un uomo insolito con relazioni controverse sia con i suoi collaboratori più famosi, sia con il concetto stesso di fama. Tuttavia, il suo impatto sui fumetti negli ultimi quattro decenni del 20 ° secolo non dovrebbe essere sottovalutato solo perché non ci sono interviste con lui da leggere. Spider-Man è stato solo uno dei tanti personaggi duraturi che ha creato o co-creato nel corso della sua lunga carriera, e il suo stile artista innovativo si distingue come fresco e unico fino ad oggi. Diamo un'occhiata a Steve Ditko, l'uomo e il suo lavoro.



Gli umili inizi di un eroe

Steve Ditko è nato da una famiglia slovacco-americana a Johnstown, in Pennsylvania, nel 1927. Come raccontato nel libro di Blake BellStrano e sconosciuto: il mondo di Steve Ditko, è cresciuto con i fumetti. Suo padre era un fan delle classiche strisce di giornali come Prince Valiant, ma il giovane Steve si è davvero emozionato quando l'ha scoperto Batman e Lo spirito da adolescente. Era appena troppo giovane per combattere nella seconda guerra mondiale, ma si arruolò nell'esercito dopo lo stesso liceo e disegnò fumetti per un giornale militare mentre prestava servizio nella Germania del dopoguerra.

Dopo essere uscito dall'esercito nel 1950, scoprì che Jerry Robinson, il suo artista Batman preferito, insegnava alla School of Visual Arts di New York City, quindi si trasferì lì e si iscrisse al GI Bill. Robinson fu colpito dal talento e dalla dedizione di Ditko e divenne il suo mentore. Robinson lo ha presentato Stan Lee mentre era uno studente, e nel 1955 Ditko lavorava alla Atlas Comics (il precursore della Marvel) dove Lee era un editore. Per quei primi cinque anni ha disegnato principalmente fumetti horror e di fantascienza (le basi dell'Atlante degli anni '50). Fu allora che sviluppò davvero il suo stile unico e dinamico, pieno di piccole figure dall'aspetto nervoso in mezzo a mondi grandi e minacciosi.

Quel simpatico crawler di quartiere

La storia esatta di come è stato creato Spider-Man oggetto di qualche disputa. Stan Lee era lo scrittore e editore quando il webslinger è apparso per la prima volta in Fantastica Fantasia # 15, e originariamente si è preso il merito del personaggio. Jack Kirby è stato anche coinvolto in una fase iniziale, facendo il suo disegno per il costume che alla fine è stato abbandonato e da allora è stato perso nel tempo. Elementi del lavoro di Kirby con Joe Simon sul supereroe Archie Comics noto come Fly, e persino un precedente fumetto Spider-Man inedito, potrebbero aver influenzato il personaggio.



Ciò che è chiaro, tuttavia, è che Steve Ditko ha creato l'aspetto unico di Spider-Man e del suo mondo. Il costume di Spider-Man era diverso da qualsiasi altro indossato dai supereroi prima. Il suo viso è completamente coperto e le linee a rete sulle parti rosse del costume lo rendono più affollato rispetto ad altri abiti, che tendono ad essere molto più semplici. Il fatto che nessuno l'abbia cambiato in qualcosa di più facile da disegnare dopo che Ditko se n'è andato è una testimonianza di quanto sia bello e iconico il costume. Lo stile straordinariamente nervoso di Ditko nel disegnare figure umane ha anche contribuito all'iconografia di Spider-Man: il modo in cui il suo corpo si contorce quando oscilla su una ragnatela, il modo in cui si accovaccia sui tetti e il Horn-em Horns / heavy metal-esque cosa che fa con le mani per sparare ragnatele.

L'apice di Ditko Incredibile uomo Ragno era il numero 33, una storia intitolata 'The Final Chapter'. Intrappolato sotto un enorme pezzo di macchinario caduto mentre l'acqua sgorga dall'alto, Spider-Man sa che deve scappare per salvare la vita di zia May. Invece di abbandonare questa prodezza di forza e correre verso scene più piene di azione, Ditko spende pagine sulla lotta di Spider-Man, rendendolo il momento più trionfante della sua carriera quando riesce finalmente a sollevare vittoriosamente quel macchinario pesante. È diverso da qualsiasi altro fumetto di supereroi aveva fatto prima e resiste a tutto ciò che è venuto dopo. Era così influente, lo era adattato in Spider-Man: Homecoming, interpretato da Tom Holland.

Il dottore psichedelico

Doctor Strange, che è apparso per la prima volta in Racconti strani # 110, era molto di più una co-creazione indiscussa di Ditko, per cui gli viene spesso attribuita l'idea originalesi. In ogni caso, l'idea di uno stregone che aiuta le persone normali con problemi mistici che non riescono a comprendere è un'idea vecchia come i fumetti, se non più vecchia. Sono state le immagini uniche di Ditko a rendere popolare Doctor Strange. Come il Racconti strani continuò a correre, il buon dottore viaggiò sempre più lontano dal regno terrestre, finché non si trovò in spazi totalmente astratti pieni di forme inquietanti e senza un chiaro senso di su o giù. Alla fine si ritrova di fronte al demone a testa di fuoco Dormammu nel regno dell'eternità, una figura vivente fatta di stelle e galassie che è fondamentalmente la versione di Dio dell'Universo Marvel.



Questi fumetti erano estremamente popolari tra gli studenti universitari degli anni '60, che spesso presumevano che Steve Ditko stesse assumendo le stesse droghe psichedeliche che erano. In realtà, questo non avrebbe potuto essere più lontano dalla verità, come Ditko era un conservatore politico e generalmente un ragazzo molto schietto, che non ha mai toccato una droga illegale in vita sua. In un certo senso ciò rende la grafica ancora più impressionante, perché Ditko aveva questa immaginazione totalmente selvaggia, a differenza di qualsiasi cosa vista prima, nella sua mente totalmente inalterata.

Il più grande armatore della Marvel

Mentre è principalmente associato con Spider-Man e Strange, Steve Ditko ha anche lavorato su altri supereroi Marvel in quei primi giorni. Ha disegnato alcune prime storie di Hulk, aiutando l'evoluzione visiva della creazione di Lee / Kirby. Ha anche ridisegnato Uomo di ferro per diventare l'eroe che tutti riconosciamo con quel nome fino ad oggi. Nelle prime storie di Iron Man, indossava un'armatura voluminosa con un elmo simile a un secchio, ed era tutto di un colore - originariamente grigio, ma passato al giallo / oro. In Tales of Suspense # 48, tuttavia, Ditko sostituì quell'armatura con un abito molto più elegante di rosso e giallo, con una maschera gialla su un casco altrimenti rosso, un busto rosso e braccia e gambe gialle con guanti e stivali rossi. Ovviamente il design si è evoluto ulteriormente nei prossimi decenni, ma nonostante ciò Iron Man di Ditko è immediatamente riconoscibile come lo stesso ragazzo dei recenti film dei Vendicatori, mentre Kirby non lo è.

Problemi di montaggio in Spider Country

Nel 1965, Steve Ditko stava ricevendo credito per la trama dei suoi fumetti Marvel, anche se Stan Lee stava ancora scrivendo il dialogo. Dato che Lee era anche l'editore, alla fine aveva ancora il controllo dei libri e della compagnia. Ha apertamente agitato Ditko in un'intervista con il New York Herald Tribune quello stesso anno, detto, 'Da quando Spidey è diventato così popolare, Ditko pensa di essere il genio del mondo.'

La storia più comune sull'ultima goccia di Ditko alla Marvel è che lui e Lee hanno combattuto per la vera identità del nemico di Spider-Man, il Green Goblin, che Lee intendeva essere il padre del migliore amico di Peter Parker, mentre Ditko sentiva che doveva essere un criminale anonimo. Tuttavia, storico del fumetto Brian Cronin ha contestato tale account. Che sia vero o no, Ditko e Lee non stavano più parlando e Ditko era diventato sempre più socialmente isolato in generale. Sarebbe anche diventato un devoto seguace dell'oggettivismo, la filosofia sposata dal romanziere Ayn Rand. Come l'eroe del suo libroThe Fountainhead, Ditko non era disposto a scendere a compromessi con nessuno sulla sua visione artistica. Ciò lo rese particolarmente incompatibile con un collaboratore dominante come Stan Lee, e Ditko lasciò la Marvel prima della fine del '65.

Una nuova casa e un nuovo bug

Charlton Comics era uno stagno molto più piccolo, in cui Steve Ditko sarebbe stato un pesce molto più grande. Ha ridisegnato il loro supereroe più potente, il Capitano Atom, e gli ha regalato una nuova compagna, la superspia Nightshade alimentata dall'ombra. Ha quindi continuato a creare una versione completamente nuova di Blue Beetle. Considerando che il precedente Maggiolino, Dan Garrett, aveva dei superpoteri grazie a un mistico scarabeo egiziano, quel manufatto si perse con la sua morte, lasciando il suo giovane successore, Ted Kord, per onorare l'eredità di Garrett come un supereroe tecnologico senza motore.

Lo scarabeo blu di Ditko aveva un costume memorabile che condivide in modo riconoscibile un'estetica con quella di Spider-Man senza assomigliarla troppo da vicino. Porta una pistola che spara un lampo di luce che acceca temporaneamente i suoi avversari, indossa occhiali protettivi e viaggia in un dirigibile volante a forma di scarabeo. Oscilla anche su una linea di presa, che suggerisce Spider-Man, ma anche Batman. Se parte di questo, incluso il portare il mantello di un eroe dell'Età dell'Oro, suona sospettosamente simile a un altro, in seguito un supereroe, ci arriveremo momentaneamente.

L'uomo senza volto

L'altra importante creazione di Charlton di Steve Ditko era un eroe del tutto originale e uno con una sua eredità duratura. La domanda non indossa un costume da supereroe in sé, solo un abito e un cappello caratteristici con una maschera che fa sembrare che non abbia il viso. Nella sua vita quotidiana, è il giornalista Victor Sage, totalmente dedito alla verità e alla legge. La sua visione del mondo riflette l'oggettivismo di Ditko, con una totale riluttanza a scendere a compromessi e una forte antipatia per il caos. È apparso in cinque numeri di Scarabeo blu, prima come striscia di backup e poi in un crossover in Scarabeo blu # 5. Ha recitato in un colpo solo Suspense misteriosa Il numero 1 prima che Charlton annullasse la loro linea di supereroi quando Ditko partì nel 1967.

Anni dopo, Alan Moore si sarebbe ispirato a Ditko per la sua leggendaria serie del 1986 con Dave Gibbons:Watchmen. A quel punto, Charlton era fuori dal mercato e DC Comics aveva acquistato i diritti sui loro personaggi. Moore voleva usarli per raccontare una storia realistica e adulta su come potesse diventare un mondo distopico con veri supereroi, e progettò di usare gli eroi di Charlton per farlo. Alla fine, DC decise di voler incorporare quei personaggi nel loro universo di fumetti, quindi Moore e Gibbons popolarono Watchmen con pasticche riconoscibili. La domanda divenne Rorschach, Blue Beetle divenne Nite Owl, il Capitano Atom divenne il Dr. Manhattan e così via. Moore riconosce ancora l'influenza di Ditko, tuttavia, ed è chiaro che senza la domanda, non ci sarebbe Rorschach. Senza Steve Ditko, non ci potrebbero essere Watchmen.

Nel frattempo, Blue Beetle, The Question e Captain Atom hanno tutti i loro DC Comics negli anni '80, e mentre Ditko non era coinvolto, la sua influenza era inconfondibile. Tutte le sue creazioni Charlton esistono ancora nell'Universo DC in qualche forma fino ad oggi. Ironia della sorte, nel 2014 Grant Morrison e Frank Quitely hanno creato un omaggio a Watchmen chiamato Pax Americana, come parte della serie DC multistrato di Morrison Multiversitye questa volta hanno usato i personaggi originali di Charlton, creando un Capitano Atom che assomigliava ancora di più al Dr. Manhattan, una domanda che era più simile a Rorschach e così via. I fumetti, è stato spesso detto, sono ciclici.

Falchi, colombe e altri mostri ombrosi

Steve Ditko ha anche lavorato direttamente per la DC Comics diverse volte nel corso della sua carriera. Sebbene il suo lavoro sia meno rivoluzionario rispetto a Marvel o Charlton, ha creato diversi personaggi e concetti duraturi. Il Creeper è apparso per la prima volta in vetrina # 73. La sua identità segreta come reporter alla ricerca della verità Jack Ryder è molto simile al Vic Sage della domanda, ma il Creeper è l'opposto della domanda: è uno strano strambo ridere che assomiglia ad un essere di altre dimensioni anche se è davvero solo Ryder in un raccapricciante costume. Ha ottenuto la sua serie, Attenti al Creeper, anche se ha funzionato solo per sei numeri, con Ditko in partenza a metà dell'ultima.

Ha anche creato l'originale Hawk and Dove per vetrina # 75, due fratelli superpotenti che simboleggiano la guerra e la pace. Sebbene le identità del duo siano cambiate molte volte nel senso dei decenni, i disegni unici dei costumi di Ditko - tutte le linee affilate e frastagliate per Hawk e le capesante piumate per Dove - hanno resistito in gran parte invariato.

Ditko ha anche lanciato Ombreggia l'uomo che cambia a Washington nel 1977, interpretando un personaggio che è diventato totalmente irriconoscibile nella serie Vertigo degli anni '90 di Peter Milligan e Chris Bachalo, anche se alcuni elementi del mito di Ditko sono stati mantenuti. Le creazioni Ditko di DC Comics meno importanti includono la versione di Starman del principe Gavyn e l'eroe della spada e della stregoneria noto come Stalker.

Far volare la sua strana bandiera anti-maniaco

Mentre lavorava per la DC alla fine degli anni '60, Steve Ditko iniziò anche a pubblicare fumetti indipendenti, il che gli diede l'opportunità di inserire ancora di più la sua visione del mondo nelle storie e di possederle a pieno titolo. Il suo personaggio più famoso di proprietà del creatore è Mr. A, che è apparso per la prima volta nell'antologia underground scherzoso # 3, e in seguito ha avuto alcuni numeri del suo stesso titolo.

Il signor A è stato chiamato per il concetto oggettivista 'A is A', il che significa che nulla può mai essere altro che ciò che è. Un uomo con un solido vestito bianco e una maschera bianca con un volto umano generico, il signor A era più di un hardliner di persino Hawk o la domanda. In la sua prima apparizione, ad esempio, il signor A fa cadere un criminale adolescente di nome Angel piuttosto che salvarlo. Quando la donna ferita che viene salvato da Angel lo accusa di mancanza di misericordia, il signor A risponde 'Non ho pietà o compassione per gli aggressori ... solo per le loro vittime ... per gli innocenti! Avere simpatia per un assassino è un insulto alle loro vittime. Anche se non fossi stato ferito ... Non avrei salvato Angel! '

Mentre Ditko continuava a disegnare Mr. A fumetti, hanno gradualmente abbandonato le narrative convenzionali per diventare saggi di fumetti illustrati che promuovono idee oggettiviste.

Tornando alla Marvel

Con il passare del tempo, Steve Ditko si ritrovò alla Marvel, dove la sua vecchia nemesi Stan Lee non era più coinvolta nella produzione quotidiana di fumetti, sebbene rimase il personaggio principale della compagnia. Nel 1988 Incredibile Spider-Man annuale # 22, Ditko e lo scrittore Roger Stern hanno introdotto Speedball, un personaggio che si legge come un chiaro sforzo per riconquistare parte della magia distintiva di Spider-Man degli anni '60. Come Peter Parker, Robbie Baldwin viene presentato come un adolescente nerd che acquisisce super poteri in un incidente nel laboratorio di scienze e diventa un eroe con un costume e uno stile di movimento unici. Speedball non oscilla da un thread; rimbalza come una palla di gomma, completa di sfere multicolori immateriali che lo circondano quando usa i suoi poteri. sebbene il Speedball la serie, che è stata disegnata e disegnata da Ditko con sceneggiature di Stern, ha funzionato solo per 10 numeri, il personaggio è diventato un membro del popolare superteam degli anni '90 i New Warriors e rimane una parte duratura dell'universo Marvel.

prosciutto di ragno

L'eroina che nessuno ha visto arrivare

Nel 1991 Supereroi Marvel Vol. 2 # 8, Steve Ditko e lo scrittore Will Murray hanno creato un personaggio che nessuno avrebbe mai pensato fosse una grande star - fino a quando non è diventata una 23 anni dopo. Squirrel Girl è stata introdotta in una breve storia di Iron Man. Ha un aspetto strano e sembra un po 'sfigata, quasi una parodia del tipo di personaggi Marvel che Ditko aveva visto introdotti negli anni dalla sua corsa originale negli anni '60. Nonostante la sua stranezza e il suo apparentemente insignificante potere, Squirrel Girl colpisce Iron Man sconfiggendo Doctor Doom con l'aiuto di - cos'altro? - il suo esercito di scoiattoli.

A causa delle apparenze sporadiche nei prossimi due decenni, è diventato uno scherzo che Squirrel Girl sconfigge i cattivi che sembrano fuori dalla sua portata, come ha fatto con Doctor Doom nella sua prima apparizione. Ecco perché, quando alla fine ha ottenuto il suo titolo da Ryan North ed Erica Henderson, è stata chiamata L'imbattibile scoiattolo. North e Henderson hanno rimodellato e reinventato il personaggio. Sotto la penna di Ditko, sembrava una maniaca da deridere. Con North e Henderson, Squirrel Girl si è trasformata in un simpatico e simpatico protagonista che ora è una delle più grandi star della Marvel Comics. Presto passerà interpretato da Milana Vayntrub nella serie TV FreeForm di I nuovi guerrieri, al fianco di Calum Worthy nel ruolo di Speedball.

Non smettere mai di lavorare, ma lavora solo per te stesso

L'ultimo lavoro di Steve Ditko per un editore tradizionale è stato una storia di backup di Orion che ha scritto nel 1998, anche se è rimasto inedito per dieci anni, alla fine è apparso nel Tales of the New Gods brossura commerciale. Tuttavia, non si è mai veramente ritirato. Per il resto della sua vita, Ditko ha continuato a pubblicare fumetti indie simili a zine, che spesso erano poco più che propaganda oggettivista, oltre a insulti sull'industria dei fumetti e sullo stato del mondo in generale. Anche in questo contesto, tuttavia, la sua opera d'arte dinamica brilla spesso. Di recente, nell'autunno 2017, Ditko e il suo amico e collaboratore Robin Snyder hanno lanciato a Kickstarter per un nuovo Mr. A comico.

Ditko è diventato sempre più un recluso nel corso degli anni, guadagnandosi la reputazione di 'il dottor Salinger di fumetti.' Rifiutò interviste e richieste di collaborazione, lavorando solo con Snyder e comunicando con pochi altri. Oltre a ciò, sono noti alcuni dettagli della sua vita successiva. Come Il Reporter di Hollywood per dirla quando si spezza la storia della sua scomparsa, 'Ditko è sopravvissuto da suo fratello e suo nipote. Si ritiene che non si sia mai sposato. '

Sebbene non abbia mai fondato una famiglia tutta sua, la sua eredità è assicurata dall'influenza indomita che ha avuto sulla forma d'arte dei libri di fumetti.