Cosa significa davvero la scena post-crediti di Deadpool

Di Looper Looper/12 febbraio 2016 18:05 EDT/Aggiornato: 24 febbraio 2016 19:46 EDT

Film di fumetti! Hanno sempre un po 'di assurdità dopo i crediti, giusto? Piscina morta non è diverso. Bene, va bene, in realtà è molto diverso, ma non nel modo in cui potresti pensare. Senza ulteriori preamboli, ecco il vero significato dietro la scena post-crediti nel bagno di sangue di supereroi commedia del 2016, Piscina morta. Spoiler, tutti voi.

Il giorno libero di Deadpool

C'è una buona probabilità che molti giovani Millennial alla moda che hanno visto Piscina morta nel weekend di apertura sono fan dei fumetti e dei film sui supereroi. Ma c'è anche la possibilità che il grande bavaglio della sequenza post-crediti sia andato proprio sopra i loro fianchi, giovani teste. In esso, Deadpool si presenta in un accappatoio dall'aspetto familiare, parla direttamente al pubblico e chiede loro perché sono ancora lì a guardare il film. Questo, ovviamente, è un omaggio alla scena post-crediti degli anni 1986 Ferris Bueller's Day Off, con Matthew Broderick nei panni di uno studente liceale scaltro che rompe costantemente la quarta parete e parla direttamente al pubblico. Chick-ah-chick-ah, davvero.



I discorsi sul sequel dimostrano super-fiducia

Getty Images

La maggior parte degli studi inizia a lavorare allo sviluppo di sequel di film di fumetti prima che le luci del teatro possano persino abbassarsi per il primo. Piscina morta, a quanto pare, non fa eccezione, poiché qui Deadpool parla specificamente dei piani per un sequel. Senza alcun accenno di ironia, lo dice al pubblico Deadpool 2 presenterà un'apparizione di Cable, un personaggio di X-Men il cui retroscena è una vera e propria assurdità (più su questo in un secondo). Il fatto che il film parli al pubblico del prossimo film della sua serie è terribilmente presuntuoso, ma nel caso di Piscina morta, mostra solo quanto i cineasti fossero fiduciosi di quanto fosse andato bene il loro film. Buona cosa anche. Se Piscina morta si è rivelato spazzatura, questa scena sarebbe abbastanza imbarazzante per tutti i soggetti coinvolti.

Cavo? Veramente?

Quindi, parliamo di Cable. È il figlio di Ciclope e un clone di Jean Gray, da un futuro in cui l'Apocalisse malvagia (da X-Men Apocalypse, natch) governa il mondo e infetta Cable con un 'virus tecno-organico'. Cable tiene sotto controllo il virus usando i suoi poteri telecinetici, il che significa che deve fare affidamento sulle pistole in battaglia, cosa che fa quando torna indietro nel tempo (fino ai giorni nostri) per provare a far sì che l'Apocalisse non possa mai salire al potere. Hai tutto?

Considerando che ci vuole un intero paragrafo per spiegare le origini di un tizio con un nome sciocco come 'Cable', non si sarebbe mai adattato facilmente al resto dei più seri X-Men franchising cinematografico. Ma portarlo sul grande schermo attraverso Deadpool, permettendo al suo atteggiamento ultra-serio (e di origine senza senso) di essere giocato per le risate, è una mossa geniale. Ancora meglio è il fatto che il duo abbia anche recitato in una serie a fumetti preferita dai fan chiamata, giustamente, Cable & Deadpool. C'è un sacco di materiale con cui lavorare qui.



Apri le porte

Portare il cavo nel X-Men universo significa che tutte le scommesse sono disattivate in termini di ciò che gli altri personaggi potrebbero mostrare in seguito. Nonostante i loro temi seri, il X-Men i fumetti non mancano di personaggi e storie asinine che possono essere estratti per l'oro dei fumetti in futuro. Ci sono personaggi ridicoli come Cypher, un mutante il cui unico potere è la sua capacità di imparare le lingue, o Strong Guy (nella foto qui), un eroe che è, um, un ragazzo forte. Dipenderà ancora dal far funzionare le cose con Cable, ma considerando quanto bene i cineasti siano riusciti a farcela Piscina morta, sembra che 20th Century Fox inizierà davvero a estrarre il suo X-Men licenza dura.

Marvel Studios e Fox non lo risolveranno mai

Il successo di Piscina morta, e il riferimento alla scena post-crediti di 'Sam Jackson in a eyepatch' (un cenno al suo ruolo di Nick Fury dei Marvel Studios), dimostra solo che 20th Century Fox non ha intenzione di lavorare nell'universo cinematografico di supereroi della Marvel. Mentre la Marvel e la Sony sono riuscite a trovare un accordo per portare Spider-Man nel più grande universo Marvel, Piscina morta sembra una chiara prova che Fox non vuole giocare affatto bene. Il fatto che Ryan Reynolds nei panni di Deadpool faccia delle battute a spese di Fury nella scena post-crediti fa sembrare che Fox sappia che i fan vogliono che gli X-Men vadano ai Marvel Studios e che non accadrà mai.