Come dovrebbero essere davvero i mostri di The Witcher

Di Christopher Gates/23 dicembre 2019 9:07 EDT

L'autore Andrzej Skapowski potrebbe aver creato Geralt of Rivia, ma non ha inventato The Witcheril cast di mostri, bestie e creature da solo. Molti dei nemici che Geralt affronta sono tratti dalla mitologia classica e dal folklore regionale. I mostri della Polonia nativa di Skapowski sono ben rappresentati in The WitcherLa tradizione, ovviamente, ma il bestiario della serie attinge anche da una serie diversificata di fonti, tra cui racconti popolari inglesi, classici arabi, mitologia dell'Asia meridionale e persino le fiabe di Grimm.

Naturalmente, ciò non significa che sia Skapowski sia l'equipaggio dietro Netflix di The Witcher non ha fatto il proprio giro unico sulle cose. Le creature dentro The Witcher potrebbe provenire da miti e leggende, ma non sembrano esattamente come le loro controparti tradizionali. Non si comportano nemmeno come loro. Queste sono le storie che hanno ispirato The Witcherle bestie più temibili. Potresti non riconoscerli, ma se hai finito The WitcherLa prima stagione - e se non lo hai fatto, fai attenzione ad alcuniprincipali spoileravanti - dovrebbero sembrare almeno un po 'familiari.



Il kikimora

Netflix di The Witcher si apre con un duello paludoso tra Geralt di Rivia e la kikimora, una gigantesca creatura simile a un ragno con una testa inquietantemente umana. Mentre Geralt fa un rapido lavoro della bestia, la kikimora finisce per ottenere l'ultima risata. Nonostante la ferocia della kikimora, nessuno è disposto a pagare Geralt per il suo cadavere, rendendo inutili tutti i suoi sforzi.

Mentre la battaglia di kikimora è un ottimo set da aprire, The WitcherLa versione della creatura è una versione molto liberale della leggenda della kikimora. Nella mitologia slava, a Kikimora è uno spirito di casa che si intrufola nella tua casa attraverso il buco della serratura per fornire cattive notizie. Una volta che una kikimora si è stabilita, può anche causare incubi, paralisi del sonno e calamità notturne come la morte del bestiame e il cibo avariato. Non guardare nemmeno direttamente un kikimora, fallo, e potresti morire.

Invece di una mostruosità a più zampe, una kikimora sembra in genere un mix tra una donna anziana e un uccello, completa di becco e zampe di gallina e un velo avvolto intorno ai suoi capelli ricci. A differenza di Geralt, in genere non li uccidi nemmeno con una spada. Lascia un po 'di cibo dietro la stufa, dove vive Kikimory. Secondo alcune leggende, questo farà il trucco.



La striga

La striga è il nemico di Geralt nell'episodio tre della serie Netflix, 'Betrayer Moon' e 'The Witcher', la primissima storia dei witcher di Andrzej Skaposki. In quella storia, una giovane regina fu maledetta dopo aver dormito con suo fratello. Quando la regina morì, sua figlia non ancora nata continuò a crescere fino a quando non emerse e iniziò a nutrirsi degli abitanti del villaggio. Per fortuna, la maledizione può essere revocata. Geralt doveva semplicemente impedire alla striga di tornare alla sua tomba prima dell'alba, il che è qualcosa di più facile a dirsi che a farsi.

veri attori del sangue

Su The Witcher, la striga sembra un gigantesco mostro umanoide, completo di un lungo cordone ombelicale penzolante. Nel folklore polacco, lo strzyga non è meno pericoloso, ma funziona in modo leggermente diverso. Si diceva che gli Strzygi fossero persone nate con due anime e che potessero essere identificate dai loro cuori gemelli o coppie extra di denti. Quando nacque un bambino che la gente sospettava fosse uno strzyga, furono banditi. Poi, una delle loro anime morì e divennero mostri, spesso con piume e pelle blu o grigia, che si trasformarono in gufi per succhiare il sangue delle loro vittime.

Lo strzyga è una delle creature più pericolose del folklore polacco e non è facile liberarsene. Alcune persone affermano che tagliare la testa di uno strzyga e seppellirlo lontano dal corpo porterà a termine il lavoro, anche se si dice che seppellire uno a faccia in giù con una falce intorno al collo funzioni.



Sylvan

In 'Four Marks', Geralt attraversa Torque, un 'deovel' che ha tormentato gli abitanti della Posada Inferiore. Tranne il fatto che Torque in realtà non è affatto un diavolo - in realtà è un silvano, che è anche conosciuto nel mondo di The Witcher come un salice, un disco o uno yaksha.

'Sylvan' è solo una parola per qualcosa associato a boschi e foreste. yakshas sono spiriti dell'Asia meridionale ma tendono ad essere amichevoli (anche se esiste un tipo che bazzica nel deserto e mangia passerelle). L'hobgoblin inglese Disco che sembra adattarsi meglio a Torque. Pouk era in realtà un nome per il diavolo in the medieval erae, simile a Torque, a volte Puck è raffigurato con corna e zampe di capra, come la divinità greca Pan. È quasi sempre basso e peloso.

Tuttavia, l'attuale Puck era un mutaforma e spesso usava le sue abilità per fare scherzi ai viaggiatori. In generale, Puck è più un piantagrane che un vero cattivo In una tradizione, un disco conduce folle attraverso l'oscurità e poi spegne la sua lanterna proprio prima che camminino sul lato di una scogliera. In un altro, prende la forma di un cavallo e tortura delicatamente i suoi cavalieri. Come Torque, anche Puck ha un lato positivo: in cambio di panna o vestiti nuovi, Puck potrebbe dare una mano in giro per casa, facendo le faccende che le persone normali non possono preoccuparsi di affrontare.

Il djinn

The Witcher non dà agli spettatori un'ottima visione del djinn, o genio, che unisce i destini di Yennefer e Geralt. Un filo di fumo, un rombo di tuono, un leggero luccichio nell'aria. Questo è tutto.

Nella mitologia araba, djinn sono spiriti fatti di aria e fuoco, e sebbene non possano essere visti nel loro stato naturale, possono assumere qualsiasi forma a loro piacimento - fanno molto più che esaudire i desideri. In effetti, l'intero elemento di desiderio è stato reso popolare dalla storia di Aladino, a cui non è stato aggiunto Le mille e una notte fino a il 18 ° secolo, migliaia di anni dopo l'inizio della fiducia nel djinn.

I Djinn erano maestri artigiani che potevano fertilizzare nuovamente la terra sterile. Vivevano in due dimensioni contemporaneamente e talvolta ispiravano i poeti. Possono essere buoni o cattivi, ma di solito sono persone ostili e talvolta possedute, che necessitano di un esorcismo, o attirano i bambini da percorsi noti e li conducono al loro destino. Catturare un djinn ti consente di usare il suo potere, ma non è un processo facile. Se Yennefer non potesse farlo? Probabilmente neanche tu.

Il doppler

Circa a metà strada The WitcherLa prima stagione, lo spettacolo introduce il doppler, un temibile mutaforma che può prendere la forma di chiunque gli piaccia. Tradizionalmente, non è così che funzionano i doppelgänger. Nel folklore, i doppelganger non sono coscienti, ma sono cattive notizie a prescindere. Se vedi il tuo doppelgänger, è probabile che stai per morire.

In tedesco, doppelgänger si traduce in 'doppio camminatore' e in realtà non è una persona diversa. Suo un riflesso oscuro o spettrale che assomiglia (e talvolta agisce) esattamente come te, e di solito serve come presagio di una tragedia imminente. Abraham Lincoln, ad esempio, vide un pallido e malaticcio doppio di sé mentre si guardava allo specchio, portando sua moglie a concludere (correttamente) che non sarebbe sopravvissuto al secondo mandato.

Non c'è modo di fermare un doppelgänger - sono premonizioni, non creature reali - ma puoi identificarne una. Ovviamente, se vedi qualcuno che è la tua immagine speculare, è un omaggio morto. Se sospetti che qualcun altro possa essere un doppelgänger, puoi cercare la loro ombra o il loro riflesso nello specchio. Tradizionalmente, anche i doppelgänger non ne hanno.

Dune, il cavaliere riccio

The WitcherIl quarto episodio, 'Of Banquets, Bastards and Burials', è basato sulla storia di Brothers Grimm 'Hans My Hedgehog.' In quella storia, un bambino di nome Hans è nato con le gambe di un essere umano, ma il corpo e la testa di un riccio. Anni dopo che la sua famiglia lo ha cacciato, Hans incontra due re perduti nella foresta. Hans si offre di aiutarli a trovare la loro strada, ma a un prezzo: ogni sovrano deve dare a Hans 'la prima cosa che saluta (il re) alla corte reale al suo arrivo a casa'. Questo finisce per essere la principessa, il che significa che Hans ottiene una moglie bellissima per i suoi problemi.

È esattamente quello che succede a Duny, il cavaliere maledetto The Witcher che vince sua moglie tramite la legge della sorpresa. Come Hans, Duny è mezzo riccio. Come Hans, Duny invoca la Legge della Sorpresa dopo aver salvato il Re Roegner e finisce fidanzato con la figlia sconosciuta di Roegner, sebbene la moglie di Roegner, Calanthe, non ne sia troppo felice.

Tuttavia, Hans e Duny offrono in alcuni modi sottili. Mentre Duny è grande come un uomo, Hans ha le dimensioni di un riccio. Cavalca un gallo come un cavallo ed è spesso scambiato per un animale. Inoltre, Duny si trasforma semplicemente in un essere umano. Il turno di Hans è molto più raccapricciante: non solo perde fisicamente la sua pelle di riccio, ma dopo averla gettata nel fuoco, la sua nuova pelle umana è carbonizzata di nero, richiedendo l'aiuto del guaritore locale.

Odino divinità americane

Le driadi

Le driadi della foresta di Brokilon non scherzano. Costretti a nascondersi da umani e mostri, proteggono terribilmente la loro terra dagli intrusi. Sparano all'amica di Ciri, Dara, prima ancora che riesca a raggiungere il bosco. Costringono tutti i nuovi arrivati ​​a bere l'acqua di Brokilon, che uccide chiunque porti cattiva volontà contro la foresta e fa sì che chiunque non dimentichi lentamente il proprio passato.

di conseguenza, The WitcherLe driadi si vestono con armature e trucco pesante. Sono figure imponenti, come dovrebbero essere, e risolutamente sostengono il loro terreno. Questa è una grande deviazione dalle driadi di mitologia greca, dove hanno origine le creature. Nei miti originali, le driadi - o le ninfe che erano legate a foreste o alberi - erano in realtà note per essere eccezionalmente timide. Non combattevano davvero, sebbene alcuni di loro potessero trasformarsi da creature simili ad esseri umani in alberi.

Come tutte le ninfe, le driadi erano esclusivamente femmine e di solito sono piuttosto belle (e, secondo la classica arte greca, abbastanza nude). Come tali, sono spesso il bersaglio di progressi sessuali, benvenuti o meno. Euridice, moglie del famoso poeta e mago Orfeo, era una driade. Anche due delle dieci mogli di Danao, re della Libia, erano driadi. Tuttavia, per la maggior parte, le driadi sono figure passive nei miti greci. Dipendeva da The Witcher per dare loro un po 'di coraggio.

Renfri

Alla fine di 'The End's Beginning', non è chiaro se Renfri sia davvero un mostro. Il mago Stregobor pensa di esserlo, poiché è nata sotto un sole nero, ma non è esattamente una fonte affidabile. Renfri implica che è un mostro, ma parla meno di una mutazione fisica e di più di tutte le persone che ha ucciso. Alla fine, ovviamente, non importa. Renfri muore per mano di Geralt e la morte perseguiterà per sempre lo strigo.

È un finale triste per un personaggio basato su, di tutte le persone, Biancaneve. Secondo il racconto su cui si basa l'episodio 'The Lesser Evil', Stregobor ha scoperto per la prima volta le possibili mutazioni di Renfri quando la sua matrigna ha visto una visione in uno specchio raffigurante Renfri che commetteva un omicidio. Su richiesta di Stregobor, la regina mandò Renfri nel bosco per essere ucciso, ma l'uomo la violentò e la derubò. Renfri uccise l'uomo e si trasferì con un gruppo di gnomi, che l'aiutò a costituire una banda di criminali. La regina mandò assassini dopo Renfri e la uccise quasi con una mela avvelenata, ma la ragazza sopravvisse.

Certo, anche l'originale Biancaneve diventa piuttosto scuro - come punizione, il principe in Biancaneve costringe la regina malvagia a ballare in pantofole roventi finché non muore, quindi almeno Sapkowski arriva dall'oscurità onestamente.

Il drago

In 'Rare Species', Geralt e Jaskier si uniscono a un gruppo di guerrieri che competono per vedere chi può uccidere per primo un drago. Non solo la caccia che ne deriva è piena di colpi di scena, ma è una grande parte di The WitcherLa storia dietro le quinte: la storia su cui si basa l'episodio, 'The Bounds of Reason', è un adattamento del racconto popolare polacco che ha ispirato Skapkowski a creare Geralt in primo luogo.

Il storia del drago di Wawel risale al 13 ° secolo, e mentre assume molte forme, alcuni elementi sono sempre gli stessi. C'è sempre un re i cui soggetti sono terrorizzati da un drago divoratore di bestiame che mangia l'uomo. Ci sono sempre cavalieri coraggiosi che cercano di conquistare il drago nella speranza di vincere la mano della principessa. Falliscono sempre. Infine, c'è sempre un eroe, di solito raffigurato come un calzolaio, che decide di usare l'appetito del drago contro di lui. Il calzolaio riempie una pelle di montone con fieno e zolfo, quindi aspetta che il drago lo mangi. Ciò rende il drago così assetato che beve acqua fino a quando non esplode letteralmente.

È una delle storie più amate della Polonia - c'è persino una statua commemorare il drago a Cracovia - ma Sapkowski pensava che fosse ridicolo. Non chiameresti un calzolaio per uccidere un drago, pensò. Chiameresti un professionista. E così, l'autore ha inventato un cacciatore di mostri immaginario, ed ecco, nacque Geralt di Rivia.

I ghoul

Né 'Molto di più' né la storia si basano su 'Qualcosa di più', nominano le creature scheletriche che danno a Geralt la sua brutta ferita, ma i fan tendono a chiamarli ghoul. Nel folklore arabo, a ghoul è una creatura che vive nei cimiteri e banchetta con la carne umana. In alcuni racconti, i ghoul si nascondevano anche nel deserto, dove avrebbero preso le forme di belle donne per attirare gli uomini alla morte. L'unica difesa? Uccidilo con un colpo solo. Se devi attaccare una seconda volta, tornerà in vita.

Tuttavia, c'è un'altra opzione. CD Projekt Red, che ha realizzato The Witcher videogiochi, ha usato i mostri in 'Something More' come base per il nekker, una creatura che in realtà prende il nome da un mito completamente diverso. In Racconti olandesi, un nikker (o nix, o collo) è un demone che vive nell'acqua e attira le vittime fingendo di essere un bambino che sta annegando. Una volta che ha le mani sulla preda, tuttavia, il nikker avrebbe succhiato il sangue e conservato la sua anima in un barattolo.

Alcuni racconti dicono che i nix sono mutaforma. Altri affermano di avere la pelle nera, i capelli e gli occhi rossi o i capelli verdi o blu. Richiamare il nome di un nikker lo ucciderà per sempre, anche se l'argento farà anche il lavoro, oppure puoi tenerlo separato dall'acqua per un po '. Una volta che si asciuga, è buono come se fosse andato.