Chi ha ucciso i genitori di Batman?

Di Chris Sims/30 maggio 2017 10:07 EDT/Aggiornato: 30 maggio 2017 10:16 EDT

Un uomo armato è uscito dall'ombra e ha ucciso i genitori del giovane Bruce Wayne mentre la famiglia era fuori a fare una passeggiata lungo Park Row a Gotham City, e c'è una buona probabilità che tu conosca il resto di quel lato della storia. La strada guadagna il soprannome Crime Alley e il bambino cresce diventando Batman, il più grande criminale del mondo. Ma per quanto riguarda il ragazzo dall'altra parte della pistola?

Anche se Thomas e Martha Wayne potrebbero ottenere più attenzione, la persona che ha premuto il grilletto è probabilmente il personaggio più importante nella storia delle origini di Batman. Senza di lui, non c'è voto di fare la guerra a tutti i criminali, nessuna macchina a razzo seduta nel seminterrato, nessun maggiordomo snarky che inspiegabilmente ha allevato un bambino, nessun Batman. E tutto inizia con un criminale disperato di nome Joe Chill.



Joe Chill

Guardando indietro, è un po 'sorprendente che i creatori di Batman abbiano aspettato fino al 1948 per immergersi nei dettagli delle origini di Joe Chill, ma ad essere sinceri, sono sempre stati un po' lenti su quel punteggio. Non gli hanno dato una storia di origine fino a sei mesi dopo la sua prima apparizione, a Fumetti di detective # 33, e mentre questo introduceva Crime Alley e il rapinatore felice, sarebbero passati altri otto anni prima ancora che avesse un nome.

In Batman # 47, Bill Finger e Bob Kane alla fine hanno fatto il lavoro con 'L'origine di Batman'. Un incontro casuale con una società di autotrasporti storta specializzata nel trasporto di criminali attraverso i confini statali portò Batman al proprietario dell'azienda, Joe Chill, e quando vide il suo volto, il Caped Crusader riconobbe immediatamente l'uomo che aveva sparato ai suoi genitori tanti anni fa, e giurò per farlo cadere una volta per tutte. Invece di limitarsi a guardarlo nella mascella e trascinarlo in prigione, Batman ha affrontato Chill personalmente, smascherando e spiegando perché stava per esistere interamente in un mondo fatto di batarang e dolore.

Con l'unica altra opzione possibile stare lì e perdere i denti quattro o cinque alla volta, Chill corse in un'altra stanza e spiegò il suo problema a un trio di scagnozzi. Sfortunatamente, ha anche dovuto spiegare che era personalmente responsabile della creazione del singolo più grande flagello che il mondo sotterraneo criminale avesse mai conosciuto, e i suoi compagni criminali erano incazzati al punto di sparargli prima che potesse rivelare l'identità di Batman. Con ciò, Joe Chill fu introdotto e ucciso nel giro di una storia di 13 pagine, chiudendo per sempre il caso sugli omicidi di Wayne.



Signora Chilton

... Solo che non è proprio quello che è successo. Una grossa ruga nella storia di Joe Chill risale al 1969 Batman # 208, in E. Nelson Bridwell, Gil Kane, e The Women In Batman's Life di Jack Abel, che presentò la gentile signora Chilton.

il prestigio spiegato

Vale la pena notare che uno degli aspetti più strani della storia di Batman - il fatto che apparentemente sia stato allevato come orfano dal maggiordomo di famiglia, una vera stranezza di Old Money - è in realtà un'invenzione relativamente moderna. Nell'età dell'argento, è stato spiegato che Bruce Wayne è cresciuto vivendo con suo zio Philip, un uomo d'affari la cui tendenza a viaggiare per il mondo ha anche dato al giovane Bruce un modo per imparare da culture diverse. La vera educazione di Bruce, tuttavia, ricadde sulla governante di Philip, la signora Chilton, la cui gentilezza con un giovane orfano arrabbiato era così profonda che la chiamò 'Mamma Chilton'.

La svolta? La signora Chilton aveva due figli adulti, e il giovane Joe abbreviato il suo cognome in 'Chill' quando cadde in una vita criminale. E non solo, ma sapeva che aveva ucciso i Waynes, e che Bruce era Batman, qualcosa che Alfred ha scoperto in qualche modo lungo la strada. L'unico che non l'ha fatto so che era lo stesso Bruce. Oh, e l'altro suo figlio, Max? Anche un criminale, che è stato schiacciato a morte da una slot machine mentre combatteva Batman in un numero di Brave and the Bold.



Joe Chill of the DC Animated Universe

Lo stesso Chill rimane abbastanza coerente nella maggior parte delle versioni di Batman, ma la sua morte per mano dei suoi stessi scagnozzi non è sempre il modo in cui incontra la sua fine. Nell'universo animato DC, la continuità iniziata nel 1992 con Batman: The Animated Series e continuato fino alla fine di Justice League Unlimited—Chill è scappato con il suo crimine. Soprattutto.

Nel 2004 Batman Adventures # 17, tecnicamente l'ultima storia solista di Batman del DCAU, Ty Templeton e Rick Burchett presentarono una versione di Chill che non fu mai catturato, ma soffrì ancora per i suoi peccati. Sebbene non sapesse che Bruce Wayne fosse Batman, era ancora abbastanza consapevole di aver fatto qualcosa di veramente terribile con qualcuno che era cresciuto per avere miliardi di dollari e un sacco di tempo libero. Anche senza tutto quello in cui si veste come Dracula, è abbastanza terrificante.

Di conseguenza, Chill viveva con le allucinazioni del volto di Bruce Wayne che lo perseguitava ad ogni turno. Quando la sua carriera da sicario lo ha fatto aggrovigliare con Batman, Chill è riuscito a strappare la maschera di Batman, e invece di rendersi conto di aver appena scoperto l'identità segreta di Batman, ha pensato di essersi finalmente rotto sotto la pressione del suo omicidio più famoso. Indietreggiando per la paura, Chill prese un colpo di testa dal balcone più vicino e si rifiutò di prendere la mano di Bruce Wayne quando Batman gli saltò dietro. Batman, da parte sua, non aveva idea di chi fosse Chill o del perché avesse reagito in quel modo. Solo un altro mistero irrisolto, ma come per molte storie sulla morte di Chill, ha posto fine alla domanda su chi avesse ucciso i genitori di Batman.

Lew Moxon

Solo che Joe Chill non lo era veramente quello che ha ucciso i Waynes dopo tutto. Certo, ha premuto il grilletto, ma invece di essere semplicemente un rapinatore, era in realtà un sicario che agiva su ordine di qualcun altro: il boss della mafia Lew Moxon.

Per quanto riguarda il motivo per cui Moxon voleva che Waynes fosse ucciso, ciò risale a un vecchio rancore che vediamo per la prima volta Fumetti di detective # 235. Quando Moxon fu ferito dalla polizia mentre fuggiva dalla scena di un crimine, i suoi uomini organizzarono una festa in costume dell'alta società in cerca di un chirurgo esperto per tirar fuori il proiettile, e ne trovarono uno: Thomas Wayne, che era vestito come ... cos'altro ?-un pipistrello. Il fatto è che Wayne ha dimenticato brevemente il suo giuramento ippocratico e, piuttosto che eseguire l'operazione, ha battuto l'inferno vivente fuori da Moxon e dai suoi imbroglioni, mandandoli sul fiume per i loro crimini. Moxon ha promesso vendetta e, quando è stato rilasciato, ha assunto Joe Chill per prendere le distanze dal crimine, e il resto è storia.

Ecco dove diventa strano, però: quando Batman lo rintracciò, Moxon soffriva di amnesia e non ricordava il suo incontro con i Waynes o il colpo. Fu solo quando Bruce indossò il vecchio costume da pipistrello di Thomas Wayne e lo affrontò che la vista scioccante gli sconvolse la memoria, mandandolo nel panico e facendolo fuggire direttamente sul percorso di un camion in arrivo. Alla fine, il caso degli Wayne Murders fu chiuso. Per un po ', almeno.

Batman: secondo anno

Vale la pena notare che tutto ciò che abbiamo menzionato finora è accaduto nei secoli d'oro e d'argento, ma quando DC ha riavviato la loro continuità nel 1986, hanno pulito l'ardesia per una nuova interpretazione della loro complicata mitologia. Per Batman, l'esempio più famoso è stato la sua nuova storia di origine in Frank Miller e David Mazzucchelli Batman: primo anno, che ha mantenuto le basi ma aggiornato per l'ondata criminale degli anni '80. Il sequel, tuttavia, è molto meno noto e completamente selvaggio.

Piuttosto che fare un pugnalato al realismo accigliato, Mike W. Barr, Alan Davis e Todd McFarlane Secondo anno era un dramma di supereroi puro, in cui un omicida vigilante chiamato il Mietitore tornò a Gotham dopo anni di assenza, con una brutalità che nemmeno il Cavaliere Oscuro poteva sopportare. Disperato, Batman decise di combattere contro il Mietitore con un'arma che aveva tenuto in riserva per decenni - la pistola che uccise i suoi genitori, sollevata dalla scena del crimine quando era bambino - e fece un accordo con i criminali di Gotham per fare squadra con il loro miglior grilletto: Joe Chill.

Il piano di Batman era di abbattere il Mietitore e poi girare la pistola su Chill nell'ultimo atto di giustizia poetica, ma al momento della verità, la decisione di uccidere l'assassino dei suoi genitori è stata presa da lui quando il Mietitore lo ha fatto l'atto invece. Nella lotta che seguì, il Mietitore si rivelò essere il padre della ragazza di Batman, un punto della storia che (molto liberamente) ispirò il film d'animazione Maschera del Fantasma. Oh, e poi c'è un seguito a quello storia con una nuova versione di Reaper, che si rivela essere Joe Chill Jr., per vendetta. I fumetti sono complicati, tutti voi.

Ora zero

Nonostante l'idea alla base del personaggio risalisse al lontano 1948, un altro cambiamento di continuità nel 1994—Ora zero—Risultato nel fatto che Joe Chill veniva completamente cancellato per continuità.

Invece di avere un colpevole identificato, l'omicidio dei genitori di Batman è stato rifuso come un atto casuale di violenza, con una mancanza di prove che lo ha portato a essere un caso permanentemente irrisolto. A livello metaforico, rimuovere Chill (e Moxon) dall'equazione significava che Batman non stava combattendo il crimine nella speranza di vendicarsi di una sola persona, ma che era in guerra con il concetto stesso di crimine stesso. Divenne una questione se stava cercando vendetta o cercando altruisticamente di impedire che ciò che gli accadeva accadesse a qualcun altro, con l'aggiunta dell'ironia drammatica del detective più grande del mondo che non era in grado di risolvere quello che era probabilmente il suo caso più importante.

Ovviamente, tutto ciò ha sollevato la domanda a cui quelle storie originali stavano cercando di rispondere: cosa accadrebbe se lui fatto incontrare l'assassino dei suoi genitori? Continuerebbe a essere Batman anche dopo la chiusura del caso? A quanto pare, quella domanda era troppo bella per resistere a lungo.

Joe Chill In Hell

Piuttosto che aderire alle rigide linee guida della continuità, il mandato di otto anni di Grant Morrison come principale scrittore di Batman è stato caratterizzato da un approccio in cui qualunque cosa è accaduto. L'origine cupa e grintosa di Anno uno, le storie di fantascienza più selvagge dell'età dell'argento - tutto è apparso in una forma o nell'altra e in Batman # 673, lui e l'artista Tony Daniel hanno impresso il loro marchio sull'assassino di Waynes con 'Joe Chill In Hell'.

Traendo ispirazione dalla storia originale, Secondo anno, e tutto il resto, 'Joe Chill In Hell' è stato ambientato nella prima carriera di Batman e si è aperto con Chill giustificando i suoi crimini come 'guerra di classe', e chiedendo cosa facesse così male da essere 'perseguitato' da Batman ogni notte per un mese. Alla fine, dopo aver terrorizzato Chill e aver dimostrato che non c'era nulla che potesse fare per impedirgli di presentarsi quando voleva, Batman affrontò Chill, spiegando chi fosse e restituendo la pistola di Chill.

Chill, di fronte alla prospettiva di aver creato il singolo nemico più intrepido della storia - e di fronte alla consapevolezza che se gli inferi avessero scoperto di essere responsabile di Batman, lo avrebbero ucciso proprio come avevano ucciso la sua controparte dell'Età dell'Oro - trasformando il suo arma del delitto su se stesso e si suicidò dopo che Batman lo lasciò per l'ultima volta.

Joe Chill nella trilogia del cavaliere oscuro

Nel 2005 Inizia Batman, Joe Chill, interpretato da Richard Brake, è uscito dalla pagina dei fumetti e sullo schermo del film. Come la versione originale del 1948, Chill era un semplice rapinatore che incontrò la famiglia Wayne mentre camminavano attraverso un vicolo sospettosamente sudicio proprio accanto a un teatro d'opera dell'alta società, derubandoli e sparando ai genitori dei giovani Bruce in una lotta.

La svolta è stata che invece di svanire nella notte, Chill è stato arrestato lo stesso giorno, condannato per il doppio omicidio e condannato al carcere. Fu solo anni dopo che fece un patteggiamento, fornendo informazioni sul boss criminale di Gotham City Carmine 'The Roman' Falcone. Anche se espresse grande rimorso per ciò che aveva fatto, ciò non fece molto per placare Bruce Wayne e i suoi incredibilmente capelli lisci, che intendevano sparare a Chill morto sui gradini del tribunale. Non ha mai avuto la possibilità, però; Chill è stato assassinato da uno dei sicari di Falcone prima che potesse testimoniare.

C'è ancora una ruga nel cinematografico Joe Chill, tuttavia: proprio come un colpo di scena della storia di Lew Moxon, è davvero solo un pacchiano. Questa volta non è un sicario assoldato: secondo Ra's al-Ghul, Chill era stato portato al crimine solo a causa delle condizioni socioeconomiche che la League of Shadows aveva creato nel tentativo di distruggere l'alveare della corruzione che era Gotham City. Sembra una lunga strada da percorrere solo per uccidere un paio di per cento, ma non puoi aspettarti che una società segreta di ninja del gas della paura prenda mai la strada semplice.

Jack Napier

L'altro grande esempio cinematografico degli omicidi di Wayne ha preso una strada completamente diversa. Piuttosto che restare con Joe Chill, Tim Burton e Sam Hamm nel 1989 Batman il film ha combinato Joe Chill e il Joker per creare un nuovo personaggio: Jack Napier.

kikimora witcher

È facile capire perché anche loro lo farebbero. Invece di vedere i supereroi come fanno i fumetti - come personaggi in corso con una varietà di criminali in una storia continua che non avrebbe mai avuto fine - i produttori di Hollywood hanno strutturato molti film di supereroi come semplici film d'azione. Seguendo questa logica, Batman non era diverso, diciamo, Commandoe richiedeva un singolo cattivo con una connessione personale in modo che l'eroe potesse passare il film a vendicarsi. Secondo questa logica, il più grande nemico di Batman, il Joker, aveva essere il ragazzo che ha ucciso i suoi genitori, anche se in pratica non aveva molto senso.

Inoltre, congratulazioni! Ora sei consapevole che 'Jack Napier' è un gioco di parole su 'jackanape', un'altra parola per un jolly. E qui hai pensato che i film di Batman non riuscissero a giocare a giochi di parole davvero terribili fino a quando il signor Freeze si è presentato Batman e Robin.

Dr. Hurt

Con tutto quello che abbiamo passato finora, non dovrebbe sorprendere che ci sia un'ultima svolta in Joe Chill e la domanda su chi abbia davvero ucciso i genitori di Batman. Un altro elemento introdotto durante la corsa di Grant Morrison sui titoli di Batman era il personaggio del dottor Hurt, che affermava, tra le altre cose, di essere Thomas Wayne, che era sopravvissuto segretamente alla rapina e che ora era tornato a rovinare sia Batman che la famiglia Wayne nome. (Anche il dottor Hurt ha affermato di essere il diavolo, ma sai come stanno queste cose.)

Una delle sue affermazioni più oltraggiose, come visto in Morrison e Frazer IrvingBatman Incorporated N ° 11, fu che fu Thomas Wayne a ingaggiare Joe Chill per uccidere sua moglie e suo figlio, liberandolo per condurre una vita di dissolutezza satanica come il cattivo che era veramente. All'ultimo minuto, Chill ha avuto i piedi freddi e ha invece puntato la pistola contro Thomas, lasciando Bruce in vita per diventare Batman e Thomas gravemente ferito per fingere la sua morte, tornando come membro della sinistra organizzazione chiamata Black Glove.

Alla fine, è stato tutto rivelato falso. La vera spiegazione era molto più semplice: il dottor Hurt era in realtà solo uno scienziato misterioso che poteva o meno essere un attore che per coincidenza era un doppio esatto di entrambi Thomas e Bruce Wayne di nome Mangrove Pierce, una forza demoniaca convocata da Thomas Jefferson chiamato Barbatos, un 'iperadattatore' in viaggio nel tempo inviato ad uccidere Batman dallo spazio da Darkseid, un antenato immortale della famiglia Wayne tenuto in vita dalla magia nera, o forse solo il diavolo stesso. Non siamo sicuri del perché i lettori abbiano avuto difficoltà con questa storia. Ci sembra abbastanza semplice.