Perché Charlie Hunnam non è mai stato lo stesso dopo Sons of Anarchy

Rich Fury / Getty Images Di Jane Harkness/23 luglio 2019 17:51 EDT

Forse hai catturato Charlie Hunnam per la prima volta in uno dei suoi primi ruoli televisivi Queer than Folk o Non dichiarato. O forse ricordi la sua interpretazione di Raleigh Beckett nel film mostro di fantascienza margine Pacifico. Ma è probabile che tu sia stato presentato a Hunnam come Jax Teller, il vice presidente (e infine, presidente) di un club motociclistico su Figli dell'anarchia. Il ruolo ha rappresentato una svolta nella carriera di Hunnam e all'improvviso si è trovato ad attrarre un fan club.

Figli dell'anarchia ha funzionato per sette stagioni dal 2008 al 2014 e Hunnam è rimasto un favorito del pubblico per tutta la durata. Il finale della serie è andato in onda circa cinque anni fa e i fan che hanno seguito il lavoro successivo di Hunnam hanno probabilmente notato che da allora ha portato la sua carriera in una direzione diversa. Nelle interviste, è pronto a dispensare consigli sulla vita ispirati alla filosofia Zen, e si è spostato verso il lavoro nel cinema piuttosto che salire a bordo con un altro programma TV. Ha anche preso alcune decisioni controverse in cui la gente si chiedeva se la sua carriera potesse riprendersi. Ecco perché Hunnam non è più stato lo stesso uomo da allora Figli dell'anarchia conclusa.



cavaliere cavaliere

Ha avuto qualche problema ad andare avanti

Passare da un ruolo dopo a le amate serie TV finiscono non è mai facile per un attore, specialmente quando recitano quel personaggio da diversi anni. Per Hunnam, dire addio a Jax Teller è stato difficile. In effetti, il modo in cui descrive l'esperienza fa sembrare che abbia attraversato una sorta di processo di lutto.

Hunnam è stato onesto sulla sua vita post-Figli dell'anarchia, e ha detto che togliersi dalla testa Jax non è successo dall'oggi al domani. Era straordinariamente nostalgico per il suo tempo trascorso Figli dell'anarchiae ha ammesso che avrebbe inventato delle scuse per visitare il set e rivivere i suoi giorni nello show. 'Conoscevo le guardie di sicurezza e per un paio di giorni ho detto:' Oh, ho dimenticato qualcosa '', ha detto Hunnam Fascino. 'Così mi lasciavano salire sul set e passeggiavo di notte perché volevo essere in quell'ambiente e passare attraverso un processo personale di dire addio.' Dopo aver trascorso tanto tempo come Jax, passare al ruolo successivo e saltare nell'ignoto è stata una sfida per Hunnam, ed è chiaro che ricorda ancora Figli dell'anarchia con affetto.

Ha avuto a che fare con la perdita

Ore Huiying / Getty Images

La perdita di un genitore potrebbe indurre chiunque a ripensare la propria vita. Nel 2013, Hunnam aveva appena girato l'ultima stagione di Figli dell'anarchiae sapeva che stava per entrare in una fase di transizione nella sua carriera. Ma anche la sua vita personale ha preso una svolta inaspettata. Suo padre morì e la tragedia lo costrinse a riconsiderare le sue decisioni di carriera. Questo è stato uno dei fattori a cui ha contribuito La scelta di Hunnam di abbandonare il ruolo di Christian Grey in Cinquanta sfumature di grigio, una decisione che ha fatto domandare a tutti cosa sarebbe successo alla sua carriera.



Certo, la famiglia viene prima del cinema, ma Hunnam ha avuto una relazione complicata con suo padre. Suo padre era un commerciante di rottami che aveva una dura reputazione a Newcastle, la città inglese in cui era cresciuto Hunnam. Ma i suoi genitori divorziato quando Hunnam era giovane e suo padre non era in giro spesso. Tuttavia, Hunnam sta portando avanti un progetto che spera gli consentirà di elaborare completamente la loro relazione e riflettere sulla vita di suo padre. Nel 2017, Hunnam ha detto che lo era pianificare un filmsu suo padre, in cui spera di recitare nel ruolo del defunto signor Hunnam. Lo ha descritto come 'un dramma biografico sulla famiglia sull'amore e sul conflitto tra ambizione e famiglia', e ha detto che voleva recitare in un film come questo da un po '.

Hunnam è preoccupato per il lavoro

Samuel De Roman / Getty Images

Per sei anni, Hunnam sapeva di avere uno stipendio sicuro come Jax Teller. Fintanto che Figli dell'anarchia ha ottenuto solide valutazioni, non aveva molto di cui preoccuparsi. Tutto quello che doveva fare era presentarsi sul set, fare il suo lavoro e chiamarlo un giorno. Ma una volta che lo show ha terminato la sua corsa, è stato responsabile di prendere grandi decisioni sulla sua prossima mossa per definire la carriera, e si è sentito molto intimidito dal processo.

Sì, Hunnam è chiaramente definito finanziariamente, ma chiunque si guadagni da vivere con la propria arte si preoccupa sempre del lavoro - e quindi dei soldi - alla fine si prosciugherà. Hunnam afferma di lottare con questa particolare insicurezza. 'È una cosa difficile quantificare la propria carriera', ha detto The Talks, 'perché per certi versi sono in una posizione in cui voglio essere, sto lavorando con buoni registi e raccontando storie interessanti ... Ma mi sento sempre come se fossi un film fallito lontano dall'essere disoccupato'.



Sembra che Hunnam possa essere abbastanza critico con se stesso. Non è un fan del processo di scelta dei ruoli e non gli piace sentire la pressione di riuscire ogni volta al botteghino. Invece, lo trova estremamente stressante e preoccuparsi del lavoro è qualcosa a cui tutti possiamo relazionarci.

campionato di giustizia al botteghino

Vuole cambiare la sua immagine

Non è un segreto che Hunnam sia famoso per il suo bell'aspetto. Non è timido dettoche è sempre stato ben accolto dal pubblico femminile e quando ha interpretato Jax, fan femminili di Figli dell'anarchia svenne sopra di lui. Ma Hunnam è un attore nel cuore, non un modello, e vuole guadagnare rispetto e attenzione per i suoi talenti, non per il suo aspetto. Si sentì a disagio con il modo in cui alcune persone lo percepivano durante il suo tempo su Figli dell'anarchia, come qualcuno che ha raggiunto la fama solo sull'aspetto fisico.

Hunnam ha lottato per il fatto che, sì, essere di bell'aspetto è certamente un vantaggio a Hollywood, ma vuole ancora essere riconosciuto per il suo duro lavoro e per i ruoli di terra basati sul merito. Quando si tratta di come gli altri lo vedono, Hunnam detto InStyle, 'Cerco di non pensarci troppo perché sto solo cercando di modellare la mia percezione di me stesso e di sentirmi fiducioso nella mia identità'. Hunnam ha poi ammesso che ci saranno sempre persone che lo vedono solo come il 'bel ragazzo', ma nonostante lo stigma, vuole ancora affrontare la sfida di far funzionare ogni performance al meglio delle sue capacità.

Charlie Hunnam ha colpito la palestra

Kevin Winter / Getty Images

Durante le riprese Figli dell'anarchia, Charlie Hunnam era molto sotto pressione per rimanere in buona forma. Doveva apparire in forma e tonico sul set. Dopotutto, Jax non si sarebbe lasciato andare, quindi nemmeno Hunnam. L'attore afferma che al giorno d'oggi, mangiare una dieta sana e attenersi a una routine di esercizi impegnativi sono due delle sue massime priorità. Ha confessato che quando viveva in Inghilterra, non si preoccupava troppo della nutrizione o dell'allenamento. Ma ora che è stato a Los Angeles per così tanto tempo, dove ogni tendenza popolare del benessere sembra iniziare, lui dice che è 'andato un po 'californiano' quando si tratta di cibo e fitness.

Hunnam dice anche che si rivolge costantemente all'esercizio fisico come sbocco per alleviare lo stress. I suoi sforzi in palestra e in cucina hanno sicuramente dato i loro frutti. Come molti attori che sono stati nel settore per un po ', Hunnam non è solo sfarzo e glamour. Invece, mira a prendersi cura di se stesso e a trovare l'equilibrio nella vita.

Sta esplorando nuovi progetti

David Buchan / Getty Images

Hunnam è un attore prima di ogni altra cosa. È la sua passione nella vita e non si ritirerà presto. Ma è anche aperto a esplorare nuove opportunità e mezzi creativi. Verso la fine del suo tempo Figli dell'anarchia, ha persino iniziato a scrivere sceneggiature.

Ad esempio, Hunnam ha scritto una sceneggiatura Vlad l'Impalatore, che ha sviluppato con la società di produzione di Brad Pitt, ma il progetto non è mai decollato. Qualche anno dopo, decise di cimentarsi nuovamente nella sceneggiatura. Ha basato la sua prossima sceneggiatura suRolling Stone articolo 'An American Drug Lord in Acapulco', che raccontava la triste storia di Edgar Valdez, un promettente giocatore di football del liceo che perse la sua borsa di studio - e il suo colpo per uscire dalla povertà - dopo aver avuto un orribile incidente d'auto. Valdez ha quindi iniziato un percorso pericoloso ed è diventato il leader di uno dei più grandi cartelli del Messico. 'È un'esplorazione della morte del sogno americano', Hunnam detto GQ. 'È quello che mi interessa.'

Anche Hunnam ha ha lavorato a una sceneggiatura sulla cultura zingara in Inghilterra. Non ha ancora fatto il balzo allo sceneggiatore professionista, ma sembra che Hunnam sia pronto a provare alcuni nuovi cappelli.

penn e cassiere ci ingannano

Hunnam è diventato un maestro di arti marziali

Hunnam ha sempre pensato di essere in grado di gestire se stesso in una rissa era un'abilità necessaria. Quando era giovane, viveva in un quartiere difficile e doveva sapere come difendersi. E quando ha firmato per il film King Arthur: Legend of the Sword, ha dovuto subire un regime di allenamento piuttosto intenso, che includeva l'apprendimento del jiu-jitsu brasiliano. Hunnam ha finito per diventare super nello sport e ha iniziato a sentire i benefici di una pratica coerente. In realtà, dice che il jiu-jitsu ha cambiato la sua mentalità.

'Non è nemmeno il beneficio fisico dell'allenamento; è mentale ', ha detto Salute dell'uomo. 'Quando ti alleni ogni giorno in una disciplina di combattimento, ti dà solo quell'occhio della tigre.' Anche dopo aver sparato per Re Artù finito, Hunnam bloccato con jiu-jitsu. Ha anche continuato a guadagnare il suo cintura blu nel 2018. Il nuovo hobby di Hunnam sembra aver avuto un profondo impatto su di lui. Dopotutto, non fa nulla a metà strada, ed è probabilmente una buona idea per tutti rimanere dalla sua parte buona ora.

Ha avuto un cambiamento nelle priorità

Ethan Miller / Getty Images

Per Hunnam, la vita non riguarda davvero le cose materiali ... ma non ha sempre tenuto questa prospettiva. In realtà, si tratta di un cambiamento relativamente recente. Hunnam ha ammesso che era un grande spender, in particolare quando si trattava del suo collezione sneaker. Sapeva di potersi permettere il meglio, e voleva concedersi una pazzia, ma invecchiando si rese conto che stava sprecando. Dopotutto, avere la collezione di sneaker perfetta non contava molto nel lungo periodo.

Hunnam ha deciso di regalare la maggior parte delle sue sneaker in beneficenza e, anche se non si definisce un minimalista, non sente più il bisogno di possedere gli ultimi modelli migliori di tutto. Hunnam ora nomina l'autore Henry David Thoreau come una delle sue ispirazioni. Certo, non ha intenzione di abbandonare tutti i suoi averi e trasferirsi nel bosco, ma ha sicuramente capito che il denaro non compra la felicità.

Sta salutando la TV

Hunnam ha iniziato la sua carriera di attore lavorando in TV. È stato scoperto in un negozio di scarpe ed è stato scelto per lo spettacolo per bambini Byker Boschetto poco dopo. Ha fatto un breve periodo come a modello, che ha rapidamente deciso che non faceva per lui, quindi ha ottenuto il ruolo di Nathan Queer than Folk. Successivamente, è apparso in spettacoli come Giovani americani,Non dichiarato, e naturalmente, Figli dell'anarchia. Questi ruoli televisivi hanno definito i primi giorni della carriera di Hunnam, ma da allora Figli dell'anarchiafinito, in realtà non ha lavorato ad altri spettacoli.

Sebbene Hunnam abbia chiarito che gli manca la tranquillità che deriva da ruoli televisivi ricorrenti a lungo termine, le sue priorità sono cambiate. Negli ultimi cinque anni, Hunnam ha fatto una scelta consapevole di concentrarsi esclusivamente su film come Triple Frontier e La città perduta di Z. Resta da vedere se Hunnam vorrà tornare sul piccolo schermo ad un certo punto in futuro, ma per ora probabilmente lo catturerai solo nei film.

Hunnam è super selettivo

Quindi come fa Hunnam a scegliere i progetti al giorno d'oggi? È stato esplicito sul fatto che può essere un processo difficile per lui. Ma ha un fattore importante su cui si basa per prendere la decisione finale: il regista. 'Per me, mentre ho passato la mia carriera, ora è diventato tutto incentrato sul regista', ha detto Uproxx. 'Una grande storia o un grande personaggio sono davvero irrilevanti se non hai un regista straordinario al centro di esso.'

Ad esempio, Hunnam afferma di essere sempre stato un grande fan dei film del regista Michael Noer, quindi quando ha avuto la possibilità di lavorare con lui su il film della prigione La farfalla, ci saltò sopra. Non vuole far parte di un film a meno che non sia veramente sulla stessa pagina del regista. Sente che questa strategia lo sta servendo abbastanza bene finora. Dopotutto, una sceneggiatura emozionante e un cast stellato non possono compensare un regista debole.

film rosso 3

Le nuove prospettive di successo di Charlie Hunnam

Jacopo Raule / Getty Images

Charlie Hunnam non pensa che la fama e la ricchezza siano necessariamente indicatori di successo. A questo punto, ne ha abbastanza di entrambi per sapere che nessuno dei due porterà il vero adempimento da solo. Oggi, dice che in realtà preferisce lavorare su progetti più piccoli con meno sostegno finanziario perché sente che il regista ha un maggiore controllo creativo in quello scenario. Non sta cercando più riconoscimenti o salari più alti. Vuole solo creare film di cui è orgoglioso. Vuole sfidare se stesso e lavorare al fianco di registi che hanno idee interessanti.

'Se sono coinvolto in un progetto di cui mi sento entusiasta', ha dettoUproxx, 'e mi dà un senso di scopo, e mi dà un senso di realizzazione creativa, che è profonda realizzazione per me, e uniforma per me l'equilibrio nel mio viaggio. Il mio successo, per me, è di continuare a lavorare su cose che mi rendono eccitato. ' Sembra che Hunnam abbia avuto molto su cui riflettere da allora Figli dell'anarchia è finito, e sebbene il viaggio non sia stato sempre facile, è sicuro della direzione in cui sta andando ora.