Perché Colin di Black Mirror: Bandersnatch sembra così familiare

Getty Images Di Nina Starner/9 gennaio 2019 12:01 EDT

Netflixla serie distopica britannica Specchio nero ha dato il via al 2019 con l'uscita di Bandersnatch, un film d'avventura interattivo, a scelta, con diversi colpi di scena estremamente oscuri. Raccontando la storia di Stefan, un giovane game designer che si ritrova a perdere il controllo della sua vita di tutti i giorni, il film è stato estremamente popolare tra gli spettatori e i critici, con i fan che organizzano ossessivamente ogni finale e mappano ogni percorso esistente. Gli spettatori hanno provato più e più volte a 'vincere' il film simile a un gioco, venendo via con il messaggio esatto Specchio nero intenzionale: il libero arbitrio è spesso un'illusione e le nostre scelte sono di solito fatte per noi.

Sebbene il film sia visto attraverso la prospettiva di Stefan (DunkirkFionn Whitehead), all'inizio della storia, incontriamo forse il personaggio più importante che Stefan incontra: Colin Ritman (Will Poulter), un abile game designer che ha apparentemente dominato il mestiere ed è in grado di introdurre Stefan a un nuovo modo di pensiero. Gli spettatori potrebbero aver riconosciuto Poulter, che ha recitato sin dalla tenera età, da qualsiasi numero di progetti che sono stati popolari nel Regno Unito, negli Stati Uniti e oltre. Ecco da dove potresti aver visto ColinSpecchio nero'SBandersnatchpop-up prima.



Da Son of Rambow a School of Comedy

Getty Images

Nato nel 1993 nella zona di Hammersmith a Londra, Poulter ha studiato alla Harrodian School in città e ha scoperto la recitazione, prenotando ruoli minori fino al suo debutto cinematografico nel 2007. All'età di 14 anni, ha interpretato Lee Carter, il ruolo principale inFiglio di Rambow, diretto e scritto da Garth Jennings (La Guida di Hitchhiker alla Galassia). Una storia di maturità su due giovani ragazzi e il loro tentativo di rifare il film di Rambo Primo sangue, il film è stato presentato in anteprima a recensioni positive, in particolare per Poulter e il suo co-protagonista Bill Milner.

Poco dopo, Poulter prenotò una serie televisiva in Inghilterra chiamata Scuola di commedia, che ha iniziato la messa in onda nel 2008. Precedentemente uno spettacolo di sketch per ragazzi basato sulla scuola di Poulter, è stato presentato in anteprima alFrangia del Festival di Edimburgo e fu presto raccolto da E4, dove durò due anni. Poulter ha recitato in diversi ruoli ricorrenti, tra cui una parodia di Gordon Gekko, un insegnante di scuola politicamente scorretto, e un 'rame' degli anni '70, tra gli altri, e lo spettacolo è in gran parte accreditato del lancio della sua carriera.

Un viaggio fatidico

Getty Images

Il 2009 ha visto la più grande pausa di Poulter: è stato scelto per il ruolo di protagonista nel terzo film basato su C.S. Lewis Cronache di Narnia. Nel 2010 Voyage of the Dawn Treader, Il personaggio di Poulter, Eustace Scrubb, ha debuttato come cugino bookish, spesso irritante della famiglia Pevensie (che è composta da Peter, Susan, Edmund e Lucy, i personaggi principali dei primi due romanzi e film), con cui Edmund e Lucy sta temporaneamente. Poiché Eustace non è stato trasportato a Narnia prima degli eventi di questo film, non ha l'atteggiamento migliore per l'intera situazione, ma una volta maledetto e trasformato in un drago, diventa più gentile e più paziente, alla fine salva i suoi cugini e l'equipaggio del Dawn Treader da un serpente malvagio. Alla fine del film, Aslan dice a Eustace che, poiché è cambiato in meglio, gli sarà permesso di tornare a Narnia quando lo desidera.



Il film si è comportato bene al botteghino, ma non ha funzionato altrettanto bene, con una media del 50% su Pomodori marci. Tuttavia, alcuni critici hanno individuato la performance di Poulter, con Luke Y. Thompson di E! detto quella 'svolta di Poulter mentre Eustace inietta una nota di benvenuto del cinismo comico nel mare del sentimentalismo'.

Diventando selvaggio

Getty Images

Dopo il suo anno di successo nel 2010, Poulter ha intrapreso un progetto più piccolo, apparendo nel film indipendente britannico del 2011 Bill selvaggio. Diretta da Dexter Fletcher, la commedia poliziesca racconta la storia di Bill (Charlie Creed-Miles), che è stato recentemente rilasciato dal carcere dopo aver scontato un vizioso signore della droga (interpretato da Andy Serkis). Poulter ha assunto il ruolo di Dean, il figlio quindicenne di Bill che Bill scopre che ha abbandonato la scuola e ora lavora in un cantiere edile. Nel corso del film, Bill tenta di affrontare le ramificazioni del suo passato, coinvolgendo inavvertitamente Dean nei suoi problemi con la sua ex banda e un certo numero di altri signori della droga. Dean inizia una relazione travagliata con Steph (Charlotte Spencer), trovandosi alla fine parte di una serie di contrattempi abbastanza spaventosi, ma alla fine del film, sebbene suo padre venga rimandato in prigione, lui e suo fratello minore Jimmy (Sammy Williams) fuggire senza conseguenze.

Anche se il film è stato sicuramente una produzione più piccola della Cronache di Narnia, è andato molto meglio in senso critico, con a 100% di valutazione su pomodori marci.



La famiglia che contrabbanda insieme governa il botteghino insieme

Getty Images

Nel 2013, Poulter è apparso in Siamo i Millers, una commedia hollywoodiana di grande budget con Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Emma Roberts, Nick Offerman, Kathryn Hahn, Ed Helms e altro. Nel film, David Clark (Sudeikis), un commerciante di pentole di basso livello, è costretto a trasportare droga attraverso il confine degli Stati Uniti e in Messico. Immaginando di poter volare sotto il radar se sembra un Joe medio, arruola uno spogliarellista (Aniston) per posare come sua moglie e due fuggiaschi adolescenti che sono in realtà fratelli (Roberts e Poulter) per posare come i suoi due figli. Nei panni di Kenny, Poulter interpreta un'adolescente socialmente imbarazzante giustapposta alla sua sorella incline alla criminalità e sicura di sé, e gli ha dato la possibilità di mostrare le sue costolette da commedia (inclusa una scena in cui ottiene un morso di ragno in cui nessun uomo vorrebbe un morso di ragno) così come il suo accento americano.

Il film erariuscito al botteghino, e sebbene la risposta fosse critica tiepido al massimo, La carriera di Poulter ha avuto un inizio di partenza inestimabile. È stato scelto dalla critica, tra cui uno che lo ha etichettato come a 'vera scoperta' e ha vinto il Premio BAFTA Rising Star, che è votato dal pubblico, oltre a due MTV Movie Awards, entrambi per Siamo i Millers (in particolare, Best Breakthrough Performance e Best Kiss, che ha condiviso con Roberts e Aniston).

Labirinto in esecuzione

Getty Images

Anche se Poulter perso il ruolo principale di Augustus Waters in The Fault in Our Stars (che è andato ad Ansel Elgort), dopo la sua carriera Siamo i Millers non ha avuto meno successo per questo. Ha continuato a recitare nell'indie criminale del 2014 Plastica, che era panoramica critica al momento della sua uscita, e Poulter lo ha persino riconosciuto, detto il film era 'cattivo' e si pentiva di averne fatto parte.

Tuttavia, non ha riposato a lungo, firmando per l'adattamento cinematografico di The Maze Runner, basato su una serie popolare di romanzi per giovani adulti. Interpretato da Dylan O'Brien e Patricia Clarkson, tra gli altri, Poulter ha assunto il ruolo di Gally, un ragazzo che è in diretta competizione con Thomas (O'Brien). Ha descritto il film come a 'punto di svolta' per la sua carriera, ed è stata l'ennesima tacca di successo da aggiungere alla sua cintura, con un ottima affluenza al botteghino negli Stati Uniti e anche meglio all'estero. Quell'anno, è stato scelto come uno dei 23 attori in una Vanity Fair caratteristica intitolata 'La prossima ondata di Hollywood', accanto a giovani star come O'Brien, Shailene Woodley, Zoe Kravitz e Jaden Smith.

Glassland

Getty Images

Il prossimo progetto di Poulter fu un altro indie:Glassland, scritto e diretto da Gerard Barrett. Il film è interpretato da Jack Reynor nei panni di John, che deve aiutare la madre turbata Jean (Toni Collette) a combattere l'alcolismo grave. Cresciuto senza padre, John deve prendersi cura sia di sua madre che di suo fratello (che ha la sindrome di Down) da solo, e anche se combatte costantemente con sua madre per tenerla al sicuro e per impedirle di bere, si preoccupano profondamente l'uno dell'altro. Poulter interpreta l'amico di John Shane, che vive anche con sua madre, ma che ha un rapporto molto più arrabbiato e molto più intenso con lei, in cui spesso la abusa verbalmente per reati minori, anche se il film rivela che ciò è in parte dovuto al suo propri problemi con suo padre assente.

Glassland presentato in anteprima a recensioni positivee Poulter è stato spesso scelto come straordinario, tenendo il proprio contro i talenti veterani Reynor e Collette. Poulter notò che lo era estremamente orgoglioso del film, segnando un serio successo artistico dopo una serie di sforzi più tradizionali.

La sofferenza per l'arte paga a volte

Getty Images

Nel 2015, Alejandro González Iñárritu ha seguito il suo vincitore del miglior film Birdman o (The Unexpected Virture of Ignorance) con il dramma western duro Il vendicatore. Il film, incentrato su Hugh Glass (Leonardo DiCaprio) che lotta per sopravvivere sulla frontiera congelata dopo essere stato abbandonato dal suo gruppo di compagni di caccia molto lodato, guadagnando numerosi premi e nomination, e portato dentro più di $ 530 milioni al botteghino mondiale.

Il film era notoriamente difficile da girare, con Iñárritu e Lubezki che si rifiutavano di girare a meno che non potessero girare alla luce naturale, e grazie alle cattive condizioni meteorologiche e alle location delle riprese in più paesi, il budget in mongolfiera. Poulter ci riuscì, interpretando il ruolo di Jim Bridger, che rimane fedele a Glass anche se viene ripetutamente ingannato dagli altri cacciatori mentre cercano di lasciarlo morto. Alcuni critici hanno descritto la sua parte come la più moralmente difficile nell'intero film, e lo stesso Poulter ha descritto l'esperienza come spingendosi al limite assoluto, ma in termini di prestigio, ha sicuramente dato i suoi frutti.

Un favorito critico ispirato alla realtà

Getty Images

Poulter ha quasi avuto due ruoli enormi nel 2017, ma uno ha impedito che accadesse l'altro: sebbene fosse originariamente interpretato come Pennywise the Clown in esso, è stato sostituito di Bill Skarsgård, ed è uscito con il regista originale, Cary Fukunaga (che è diventato famoso durante la prima stagione di Vero detective) grazie a un conflitto con un altro film. Poulter ha scelto di apparire in Detroit nello stesso anno, diretto da La vincitrice dell'Oscar Kathryn Bigelow e ha raccontato la storia dei 12th Street Riots del 1967 a Detroit, ed è stato rilasciato il 50 ° anniversario dell'evento. Poulter ha recitato accanto a un cast che includeva John Boyega (appena uscito da Star Wars: The Force Awakens), John Krasinski e Anthony Mackie, parte di un talentuoso ensemble in un film poliziesco del periodo storico che racconta una storia oscura della storia americana.

migliori incantesimi minecraft

Poulter ha interpretato il poliziotto sadico Philip Krauss, che uccide a vista un sospetto saccheggiatore e trascorre il resto del film incastrando persone innocenti per i crimini commessi. Dopo aver commesso numerosi atti di violenza in tutto il film, lui e i suoi uomini vengono rimossi dal servizio attivo. La performance di Poulter ha ricevuto numerosi riconoscimentie alcuni critici hanno persino creduto di poter ottenere una nomination all'Oscar per il suo ruolo difficile e polarizzante.

Bandersnatched

Il 2018 si è rivelato un anno eccezionale per Poulter, che ha accumulato più crediti di successo insieme a film di prestigio. Ritardato di un anno per dare alla star Dylan O'Brien il tempo di riprendersi da un infortunio ha sostenuto sul set, Maze Runner: The Death Cure, il terzo film della serie, è stato rilasciato all'inizio del 2018 e Poulter ha ripreso il suo ruolo di Gally, nemico di Thomas, sopravvissuto al suo attacco mortale nel primo film. In questa puntata, collabora con Thomas per abbattere il WCKD, un'organizzazione che rapisce e tortura i bambini, e loro due lavorano insieme per trovare un siero in grado di curare il bagliore, una malattia che colpisce gran parte della popolazione.

Nello stesso anno, ha anche recitato The Little Stranger, basato sull'omonimo romanzo di Sarah Waters e diretto da Lenny Abrahamson (Camera) e interpretato da Domhnall Gleeson (che ha recitato insieme a Poulter in Il vendicatore) e Ruth Wilson, nel ruolo di un veterano di guerra sfigurato ossessionato dal suo passato. Il suo ultimo ruolo importante nel 2018 è stato per gentile concessione diBlack Mirror: Bandersnatch, nel ruolo del misterioso e geniale designer di giochi Colin Ritman, che guida il personaggio principale Stefan attraverso una serie di sfide. Anche se Bandersnatch era un successo critico, Poulter ha ricevuto un feedback online così negativo che ha deciso di prendersi un po 'di tempo libero dai social media, anche se lui ha detto ai fannon considerarlo la fine, ma un 'percorso alternativo'.