Perché Hope di Ant-Man sembra così familiare

Di Mansoor mithaiwala/25 aprile 2017 16:53 EDT

Interpretare Hope van Dyne nel Marvel Cinematic Universe ha spinto Evangeline Lilly di nuovo agli occhi del pubblico. Ha fatto il suo debutto da supereroe in Peyton Reed Uomo formica nel 2015, e ha in programma di riprendere il suo ruolo nel sequel del film, Ant-Man and the Wasp, che uscirà nel 2018, quando sarà (finalmente!) vestita come The Wasp. Ma se hai visto il primo film e hai pensato di riconoscere Lilly, anche quando stava sfoggiando un nuovo taglio di capelli, c'è una ragione per questo.

Kingdom Hospital (2004)

Come tutti gli altri a Hollywood, Evangeline Lilly ha iniziato a recitare recitando in alcuni ruoli non parlanti (e non accreditati) in spettacoli come Smallville (che è apparsa in quattro volte), Tru Calling, Freddy vs. Jason, Il film di Lizzie McGuire, e persino donne bianche. Un altro progetto simile è stato Kingdom Hospital, basato sulla miniserie di Lars von Trier Il Regno. Stephen King ha adattato la serie danese per il pubblico americano nel 2004, che ha impiegato diversi aspiranti attori e attrici, tra cui Lilly. Ha interpretato un personaggio semplicemente descritto come la fidanzata di Benton nell'ottavo episodio della miniserie, 'Heartless'. A parte interpretare una modella in una pubblicità nel film TV Rubare Sinatra, Kingdom Hospital è stato il primo ruolo accreditato dell'attrice. E non aveva ancora nessuna linea.



Lost (2004-2010)

Non ci volle molto perché Lilly salisse alle stelle da un'attrice sconosciuta a fama mondiale. È stata scelta per un ruolo da protagonista in ABC Perduto lo stesso anno in cui è apparsa Kingdom Hospital. Lilly interpretava il fuggitivo Kate Austen, che era atterrato su un'isola inesplorata insieme al resto dei passeggeri del volo Oceanic 815. Il J.J. Le serie prodotte da Abrams sono diventate uno degli spettacoli più visti in televisione e, anche se è stato trasmesso per sette anni, è ancora il ruolo più riconoscibile di Lilly fino ad oggi, se non per le classifiche, almeno per il riconoscimento del settore. I Saturn Awards, i Golden Globes e persino i Teen Choice Awards la nominano regolarmente come migliore attrice mentre lo spettacolo era in onda.

The Long Weekend (2005)

Un anno dopo aver colpito il grande momento con Perduto, Evangeline Lilly ha assunto un piccolo ruolo nel film commedia canadese Il lungo weekend, con protagonista torta americanaChris Klein e RoswellBrendan Fehr. Ora che è un'attrice famosa, sembra strano che Lilly abbia pensato che sarebbe stata una buona idea apparire nella commedia sessuale del 2005. Dopotutto, ha interpretato Simone, una top model deceduta il cui funerale traspare durante il film, a cui i due fratelli partecipano. Certo, vanno lì solo in cerca di altre donne con cui dormire.

The Hurt Locker (2008)

C'è stato un divario di tre anni tra Il lungo weekend e il film successivo, Evangeline Lilly, è apparso nel film di Kathryn Bigelow, premio Oscar The Hurt Locker. A differenza del suo ruolo senza parole nella citata commedia sessuale, Lilly ha avuto una parte di rilievo nel film. Ha interpretato Connie James, la moglie di William James di Jeremy Renner. Anche se ha avuto solo un breve ruolo nel film, ha comunque vinto il Gotham Award per il miglior cast d'ensemble insieme al resto dello staff. E considerando questo Perduto aveva cominciato a rilassarsi all'epoca, partecipando The Hurt Locker metterla in grado di iniziare a pensare a una carriera cinematografica una volta conclusa la famosa serie.



Successivamente (2008)

Lilly ha seguito il suo ruolo in The Hurt Locker con un ruolo da protagonista nel thriller psicologico in seguito. Basato sul romanzo francese E dopo... di Guillaume Musso, in seguito è stato diretto da Gilles Bourdos e interpretato da Romain Duris come Nathan Del Amico e John Malkovich come Joseph Kay. Lilly ha interpretato la moglie divorziata di Nathan, Claire. Anche se il film è stato tecnicamente rilasciato dopo The Hurt Locker, è stato girato nel 2007. Inoltre, il pubblico americano potrebbe non essere affatto a conoscenza del film, considerato che mai rilasciato negli Stati Uniti.

Real Steel (2011)

Jack Shephard potrebbe aver detto a Kate che devono tornare indietro, ma una volta Perduto Finito, Evangeline Lilly aveva gli occhi fissi sul grande schermo. Lasciò il piccolo schermo quando salì a bordo di Shawn Levy Vero acciaio, basato sul racconto 'Steel' del 1953 di Richard Matheson. A differenza dei suoi precedenti ruoli come moglie (o ex moglie) del personaggio principale, Lilly si è imposta da sola, interpretando Bailey Tallet, la figlia dell'allenatore di boxe di Charlie Kenton (Hugh Jackman). Il film è stato anche interpretato da Dakota Goyo e Anthony Mackie, e ha continuato a incassare $ 300 milioni In tutto il mondo. Era abbastanza per sollecitare lo studio per iniziare i colloqui sul sequel. Sebbene all'epoca il progetto sembrasse andare avanti, per fortuna non ne è venuto fuori nulla. Altrimenti, non avremmo potuto vedere Lilly passare dal fantascienza alla fantasia.

The Hobbit: The Desolation of Smaug (2012)

Sebbene Vero acciaio è stata una bella transizione dal piccolo schermo al grande schermo, il ruolo più importante di Evangeline Lilly dalla conclusione di Perduto era come Tauriel in Peter Jackson Lo Hobbit trilogia. Ha fatto il suo debutto nei panni dell'elfo, noto anche come la figlia della foresta, nel secondo film della trilogia, la desolazione di Smaug. Tauriel è un personaggio originale creato per la serie di film e non ha una controparte in J.R.R. Il romanzo di Tolkien. Per questo motivo, Lilly inizialmente era preoccupato sull'assunzione del ruolo, ma il fatto che Jackson fosse alla base del progetto la convinse ad accettarlo. '(Jackson e lo scrittore Fran Walsh) lo sanno (Terra di Mezzo) così bene. Non creeranno un personaggio che non è fedele al mondo di Tolkien. '



The Hobbit: The Battle of the Five Armies (2013)

La Warner Bros. inizialmente aveva in programma di rilasciarne due Hobbit film, ma in seguito hanno scelto di spezzare il secondo film in una nuova trilogia della Terra di Mezzo. Quando il cast e la troupe sono tornati per le riprese, il team creativo dietro il progetto aveva aggiunto nuovi punti della trama, tra cui un triangolo amoroso con Tauriel al centro. È stata una mossa audace da parte dei cineasti, perché quando Evangeline Lilly ha firmato per il ruolo, la sua unica clausola era che non ci sarebbe stato un triangolo amoroso. E non c'era.

'Per tutto il tempo che ho sparato. Per un anno di riprese non c'è stato un triangolo amoroso ', ha detto Accedi a Hollywood. 'E poi sono tornato per le riprese nel 2012 ... e all'improvviso (c'è stato) un triangolo amoroso proprio davanti ai miei occhi.' Aveva già filmato le sue scene per la desolazione di Smaug, quindi non c'era modo di sfuggire. Doveva impegnarsi a finire La battaglia dei cinque eserciti.