Perché Stregobor di The Witcher sembra così familiare

Netflix Di Patrick Phillips/1 gennaio 2020 10:45 EDT

L'adattamento tanto atteso di Netflix dell'amatissima serie fantasy e di videogiochiThe Witcherè finalmente alle porte e ci sta offrendo un promemoria di ciò che è una bestia di un essere umano Henry Cavill. Va bene, con un po 'di fortuna,The Witcheroffre anche un promemoria che - oltre a possedere un bicipite anormalmente grande - Cavill è anche un attore piuttosto solido che meritaUn saccopiù credito di quanto ottenga per la sua interpretazione dell'ultimo figlio di Krypton nella foto del 2013 di Zack Snyder meglio di quanto ricordiUomo d'Acciaio.

Ovviamente, una parte importante di ciò che rende così memorabile il lavoro di Cavill nei panni dell'omicida bestia è la sua interazione con il cast mutevole dello show di giocatori di supporto. Mentre il volto di Cavill è di gran lunga il più immediatamente riconoscibile traThe WitcherÈ un insieme impressionante, ce ne sono molti altri nel cast di supporto della serie che sicuramente saranno familiari agli spettatori.



Primo fra tutti: Lars Mikkelsen, che interpreta il mago oscuro / illusionista Stregobor in conflitto sulla serie. E sì, prima di andare troppo avanti rispetto a noi stessi, andremo avanti e ammettiamo che il volto dell'attore danese è tanto più familiare perché assomiglia moltissimo al suo fratello più famoso, Mads Mikkelsen (Royal Casino,Doctor Strange, TVHannibal). Tuttavia, la somiglianza di Lars con suo fratello non è l'unica ragione per cui il suo viso è familiare. In effetti, è probabile che tu l'abbia visto sul piccolo schermo più volte negli ultimi anni.

Ecco perché Stregobor di The Witchersembra così familiare.

Lars Mikkelsen ha osato imbrogliare con Holmes e Watson su Sherlock

BBC / MasterpieceTheater

Anche se attualmente sta guadagnando rave per interpretare un mago oscuro connivente con un intelletto penetrante The Witcher, lo spettacolo non è certo il primo tentativo di Lars Mikkelsen di sfondare sul piccolo schermo. A quanto pare, l'attore ha avuto una corsa piuttosto fantastica interpretando tipi intellettuali nel corso degli anni. Pertanto, scommetteremmo che molti di voi che sono sicuri di aver visto la faccia di Stregobor prima di allora potrebbero avere familiarità con il cattivo ricattatore di livello geniale Charles Augustus Magnussen - uno dei cattivi più subdoli che abbia mai affrontato Holmes (Benedict Cumberbatch) e Watson (Martin Freeman) nell'adattamento moderno perfetto per la BBC Sherlock.



Mikkelsen è apparso nell'episodio 'Il suo ultimo voto', che ha trovato Holmes e Watson a caccia di una raccolta di lettere profondamente personali che venivano usate come ricatto contro Lady Elizabeth Smallwood (Lindsay Duncan). La loro ricerca ha portato Holmes e Watson in rotta di collisione con il duplicato magnate dei media di Mikkelsen - un percorso che termina con Magnussen che alla fine sorpassa Holmes, lasciando così al leggendario sleuth nessun corso d'azione, ma di sparare a Magnussen in testa nella speranza di salvare vite e futuri di tutti quelli che contano per lui.

'His Last Vow' è andato in onda come il finale della terza stagione molto apprezzata diSherlock, e rimane uno degli episodi più belli della serie di quattro stagioni della serie, ottenendo ben 12 nomination agli Emmy quell'anno (guadagnando vittorie per Cumberbatch, Freeman e Best Miniseries). Si potrebbe ipotizzare che ciò fosse in gran parte dovuto al ritratto mutevole e anti-moralista di Mikkelsen del vile ma geniale Magnussen, sebbene il comitato per le nomination agli Emmy abbia egregiamente snobbato l'attore per il suo lavoro nell'episodio.

Lars Mikkelsen ha lanciato con Underwoods su House of Cards

Netflix

Mikkelsen potrebbe non aver ottenuto l'amore per l'Emmy che probabilmente ha guadagnato per il suo turnoSherlock, ma non c'è dubbio che il suo notevole aspetto nella serie abbia innalzato significativamente il suo profilo. È quasi una certezza che lo showrunner Beau Willimon è stato veloce a cogliere la particolare verve di Mikkelsen per il ruolo di cattivi e brutali cattivi quando stava recitando un ruolo chiave di supporto nella serie drammatica originale di NetflixCastello di carte.



Se ti consideri un fan di Castello di carte, quindi siamo abbastanza sicuri che una grande e grossa lampadina ti sia appena venuta in mente, perché il turno di Mikkelsen mentre il leader russo calcolatore e manipolatore spudoratamente della serie Viktor Petrov rimane uno dei punti salienti di uno spettacolo che ha visto picchi e valli drammatici durante la sua tumultuosa corsa di sei stagioni. Di tutti i memorabili giocatori secondari che andavano e venivano nel corso dei 73 episodi della serie, il potente arco di 13 episodi di Mikkelsen come Petrov è quello che continua a rimanere più alto, anche solo perché la presenza del personaggio è stata sentita così spesso anche quando non era sullo schermo.

È difficile immaginare che l'ottone di Netflix non fosse acutamente consapevole della potente presenza sullo schermo di MikkelsenCastello di carte, e la capacità dell'attore di reggere il confronto con alcuni drammatici e potenti picchiatori ha probabilmente portato al suo castingThe Witcher.

In realtà potrebbe essere la sua voce che riconosci

Disney / Lucasfilm

Se non hai mai avuto un momento per fare il check-in con nessuno dei dueCastello di carte oSherlock, è del tutto possibile che tu non riconosca affatto il volto di Mikkelsen - ma la voce dell'attore potrebbe suonare un campanello mentre guardiThe Witcher. In tal caso, quasi sicuramente lo riconoscerai dalla famosa galassia molto, molto lontano, attraverso il Guerre stellari franchising è convincenteaggiunta animataStar Wars Rebels.

fase 4

Impostare tra gli eventi diStar Wars: Revenge of the Sith e l'O.G. capitolo iniziale della trilogiaStar Wars: una nuova speranza,ribelli segue i travagli di un'equipaggio di astronavi che coraggiosamente si oppone all'Impero Galattico, che è impegnato a attraversare la galassia stampando i resti dell'Ordine Jedi. Nella sua corsa di quattro stagioni,Star Wars Rebelsha caratterizzato i talenti vocali di artisti vantati come David Oyelowo (Selma), Clancy Brown (Thor: Ragnarok), Jason Isaacs (il Harry Potterfranchising) e Phil LaMarr (Futurama).Ha anche caratterizzato le voci del grande schermoGuerre stellariallume Forest Whitaker (Saw Gerrera), Ian McDiarmid (imperatore Palpatine), Frank Oz (Yoda) e James Earl Jones (Darth Vader). Mikkelsen è stata la voce dietro il temuto leader imperiale Grandammiraglio Thrawn, che ha spesso tormentato il gruppo di ribelli ragtag durante la serie.

Mikkelsen ha una serie di progetti in lavorazione; per citarne solo una coppia, sarà protagonista del prossimo film poliziescoThe Knife Thrower,e sul seriale danese per piccoli schermiCrescere, che sta attualmente girando. Nel frattempo, però, si sta godendo il profilo elevato che viene fornito con il suo ruolo di supporto The Witcher, più serie TV su richiesta nel mondo.