I peggiori remake dei film di tutti i tempi

Di Jane Harkness/22 gennaio 2020 8:41 EDT/Aggiornato: 21 aprile 2020 11:23 EDT

I remake hanno una cattiva reputazione nel mondo del cinema, ma non è sempre meritato. A volte, i remake migliorano davvero il loro materiale di origine - basta guardare i remake ricevuti positivamente come La mosca, La piccola bottega degli orrorie le numerose iterazioni di È nata una stella. Ci sono casi in cui un regista non rende giustizia a una storia quando la porta sul grande schermo e ci vuole un nuovo cast e una troupe per perfezionarla.

Ma i remake presentano sempre una certa sfida: devi fare appello ai fan del film originale mentre fai colpo su una nuova serie di critici e attiri fan che potrebbero non avere familiarità con l'originale. È un duro bilanciamento ed è facile rovinarlo. E quando un remake fallisce, in genere puoi aspettarti che i fan e i critici siano eccezionalmente duri: c'è la sensazione comune che un buon film o franchise possa essere contaminato da un rifacimento scadente. Ecco una carrellata di alcuni dei peggiori remake di tutti i tempi, a dimostrazione del fatto che a volte, tentare di migliorare un film decente non può far altro che un flop al botteghino.



Get Carter (2000)

Nel film poliziesco britannico del 1971 Prendi Carter, Il gangster londinese Jack Carter ritorna nella sua città dopo la morte di suo fratello. Quando sospetta un fallo, decide di scavare più a fondo e scoprire chi era veramente responsabile. Mentre ritorna nel mondo del crimine organizzato della città, le tensioni aumentano e ne conseguono conflitti violenti.

Il remake del 2000 di Prendi Carter, con protagonista Sylvester Stallone, non è stato certamente un punto positivo nella carriera di Stallone. Questa volta, la storia è ambientata in America, con Carter un agente di polizia che vive a Las Vegas che torna a casa a Seattle dopo la morte di suo fratello. Ma non è stato necessariamente il cambiamento di ambientazione a deludere i critici, anche se ha dato al film un aspetto diverso - era il fatto che la trama sembrava piuttosto formica e inventata rispetto all'originale, nonostante il fatto che avrebbe dovuto essere un mistero di suspense. 'Carter, che va a Seattle per dare la caccia all'assassino di suo fratello, potrebbe essere entrato in un labirinto del male', ha scritto Owen Gleiberman per Spettacolo settimanale, 'ma la sua risposta ad esso - la vendetta tolta da ogni vulnerabilità o sfumatura - è tanto vuota quanto monolitica'.

The Women (2008)

La commedia del 1939 Le donne recitava un cast tutto al femminile, e mentre uno dei temi principali del film sono le relazioni dei personaggi con gli uomini, non si vede un solo uomo in tutto il film - anche i loro animali domestici sono donne.



Con una spinta per una maggiore rappresentazione femminile nei film, penseresti a quel rifacimento Le donne ha rappresentato una grande opportunità: un aggiornamento del film per il pubblico moderno sarebbe probabilmente un successo. Ma il remake del 2008 ha lasciato molto a desiderare: non era all'altezza dello stesso standard artistico dell'originale. Non era così spiritoso o affascinante, e mentre nel cast c'erano protagonisti di talento Carrie Fisher e Meg Ryan, le loro abilità erano in gran parte sprecate. Confrontando il film con l'originale, Linda Barnard ha scritto per La stella, 'Quello che allora era un dialogo scattante da madam miagolanti che recitavano un gioco di moralità su tutto ciò che puzza di alta società, ora flaccidamente flap, perso nella traduzione dal vecchio al nuovo'.

The Fog (2005)

InJohn CarpenterIl classico cult del 1980La nebbia, Una nebbia misteriosa copre una città della California, portando i fantasmi di marinai morti che terrorizzano i residenti. Il concetto avrebbe potuto essere banale, ma la lentezza del film ben fatto ai momenti spaventosi ha catturato il pubblico. Sembrava un film che potesse beneficiare di un remake con effetti speciali aggiornati, ma come dimostra questo sforzo del 2005, è fin troppo facile rovinare completamente la trama.

Sebbene Carpenter abbia prodotto il remake, non ha trovato un accordo con i critici. Le paure non hanno solo evocato la vera paura, e i fantasmi non si sono rivelati minacciosi o intimidatori. E se un film horror non è davvero spaventoso, sembra solo noioso e confuso - ci sono poche ragioni per guardare. Scrivere per ScreenCrush, il critico Matt Singer ha chiesto se fosse 'uno dei peggiori film mai realizzati'. Nella sua recensione, ha scherzato, 'Questo film non è nemmeno così nebbioso! Le nuvole in due terzi di questo film sono così rarefatte da non giustificare nemmeno una notifica push dall'app meteo del tuo telefono. '



darcy lewis

The Stepfather (2009)

Il patrigno è uno slasher del 1987 che fa abbastanza paura da farti sentire un po 'diffidente nei confronti di qualsiasi estraneo che incontri. Il film parla di un assassino che uccide la sua famiglia, cambia la sua identità e poi si sposa con un'altra famiglia in modo da poter ripetere il processo. La figliastra diventa sospettosa nei suoi confronti, ma può dimostrare chi è in tempo per salvare la sua famiglia?

Il film si colloca tra l'orrore, il thriller poliziesco e la commedia nera, e la trama è abbastanza interessante da attirare fan di vari generi e portare il pubblico a una conclusione soddisfacente. Ma il remake del 2009 di Il patrigno non è riuscito a raggiungere lo stesso. La tensione semplicemente non c'è, i buchi della trama sono fonte di distrazione e il climax del film lega tutto un po 'troppo ordinatamente, con una serie prevedibile di eventi che portano agli ultimi momenti. Per il AV Club, Scott Tobias ha scritto: 'Anche secondo gli standard del remake horror, Il patrigno imposta la barra dell'inutilità. '

Psycho (1998)

Riprendere un film horror classico non è un compito facile per un regista. Il remake del 1998 di Psicopatico chiarito questo. L'originale 1960 Psicopatico è stato agghiacciante e i fan non stavano esattamente chiedendo un rifacimento: è considerato uno dei migliori film di Alfred Hitchcock, e solo sentire la voce di Norman Bates è ancora abbastanza per farti strisciare la pelle.

Il remake non ha richiesto molta licenza artistica, optando invece per una copia shot-for-shot dell'originale. Mentre lo guardi, è difficile non chiedersi perché valga la pena girare un remake se il film si discosta a malapena dal materiale originale. Anche la maggior parte della sceneggiatura e della colonna sonora erano estremamente simili. Per finire, il film è stato nominato per un totale di tre Premi Golden Raspberrye ha vinto per Worst Remake e Worst Director. 'Anche con l'elenco delle riprese di Hitchcock ... Van Sant non può inventare nient'altro che un debole tributo al maestro, dimostrando che ci vuole più di un buon storyboard per far funzionare un film', ha scritto Sean Axmaker per Revisione online dei nitrati.

Il giro del mondo in 80 giorni (2004)

Intorno al mondo in 80 giorni, originariamente pubblicato nel 1956, è un'epica avventura basata sul romanzo omonimo di Jules Verne che ha finito per vincere cinque Premi Oscar, incluso il premio per il miglior film. La trama è piuttosto semplice: Phileas Fogg fa una scommessa che può girare il mondo in soli ottanta giorni e parte per una gara in tutto il mondo.

Una storia come questa sembra senza tempo - sì, sarebbe incredibilmente facile girare il mondo tra un paio di giorni, ma la storia potrebbe ancora risuonare con il pubblico moderno. Tuttavia, il remake del 2004 non ha attirato il pubblico sulla stessa emozionante avventura dell'originale. Invece, seguiva a malapena la trama del romanzo di Verne, e lo era nominato per Worst Remake at the Razzies - e alla fine ha vinto il remake più sgradito agli Stinkers Bad Movie Awards. Marty Mapes lo ha riassunto per Abitudine cinematografica: 'Intorno al mondo in 80 giorni è il tipo di film che dovresti vedere se stai cercando una scusa per sederti in un teatro con aria condizionata per due ore e hai già visto tutti i bei film. '

Total Recall (2012)

Richiamo totale, un affascinante film di fantascienza pubblicato nel 1990, segue il muratore Douglas Quaid, che inizia a fare sogni inquietanti sulla vita su Marte. Viene impiantato un chip di memoria che gli darà un'esperienza di realtà virtuale di lavoro come agente segreto sul pianeta. Ma man mano che il film va avanti, il confine tra realtà e finzione si confonde, e fatica a capire chi è veramente - e cosa ha fatto davvero su Marte.

Ecco dove il remake del 2012 è andato completamente storto: non è nemmeno ambientato su Marte. Invece, si svolge su una futura Terra distopica. Certo, quel concetto avrebbe potuto funzionare bene, ma questa versione di Richiamo totale cadde piatto in altri aspetti. Le sequenze d'azione erano l'unico vero punto luminoso del film - tutto nel mezzo trascinato con poca eccitazione. 'Mentre l'azione ha una portata eccezionale - e certamente alta nei valori di produzione - in qualche modo manca di alcun senso tangibile di tensione o drammaticità', ha scritto Joseph Walsh per CineVue.

Point Break (2015)

Nel film del 1991 Punto di rottura, Keanu Reeves interpreta un agente dell'FBI in incognito che deve indagare e infiltrarsi in un gruppo di rapinatori di banche, che sono anche grandi surfisti. Questo non è sicuramente il tuo thriller medio.

La premessa di Punto di rottura può sembrare ingombrante, ma ciò che lo ha reso uno dei cult di culto è stato il fatto che nulla del film avrebbe davvero dovuto lavorare insieme - eppure, in qualche modo, i fili della trama ridicoli si sono rivelati divertenti. Come si riacquista la magia di un film con un seguito di culto inaspettato? Bene, se il remake di Punto di rottura è un'indicazione, potrebbe non essere possibile.

2015 Punto di rotturapresenta alcune scene d'azione visivamente sbalorditive, ma a parte questo, cade piatto. In una recensione per Tempi dell'India, Reagan Gavin Rasquinha ha riassunto il fatale difetto del film: 'Punto di rottura si presenta come una serie di sequenze d'azione e talenti sportivi certamente sorprendenti con il resto del film costruito a casaccio attorno ad esso. '

Bangkok Dangerous (2008)

Nicolas Cage ha una storia di protagonista in film che si dimostrano deludenti per la critica e Bangkok pericolosa rientra sicuramente in quella categoria. L'originale Bangkok pericolosa è un thriller thailandese sul crimine di Kong, un uomo armato che non può né sentire né parlare. Lavora come assassino a noleggio, lotta per trovare un vero significato nella vita e alla fine incontra una tragica fine. È un film intenso, pieno di scene d'azione ed emotive. La versione di Cage, tuttavia, non poteva reggere il confronto con l'originale, nonostante fosse stata realizzata dagli stessi registi, i fratelli Pang.

Nel remake del 2008 di Bangkok pericolosa, vengono modificati diversi dettagli chiave. Cage interpreta il protagonista, Joe, che non è sordo o muto. La cinematografia a volte è visivamente confusa e l'idea di un sicario che alla fine guadagna coscienza sembra un cliché. Come ha osservato Scott Nash in una recensione di Tre appassionati di film, 'Il bruciato assassino shtick è vecchio e stanco'.

Village of the Damned (1995)

Nel film horror britannico del 1960 Village of the Damned, una mattina, ogni giovane donna in una piccola città si sveglia incinta e alla fine dà alla luce bambini estremamente intelligenti e spaventosamente potenti con abilità che non possono essere spiegate.

cavaliere nudo forte

Rifacimento di un film come Village of the Damned è rischioso. Fatto male, la trama di un villaggio pieno di uova aliene potrebbe apparire sciocca e fragile piuttosto che spaventosa - e sfortunatamente, è esattamente quello che è successo nel remake del 1995. Il regista John Carpenter ha perso il segno questa volta - non potrebbe essere all'altezza del successo di alcuni dei suoi altri film, come Halloween. Il ritmo è a volte disgiunto e incoerente, e mentre l'originale è stato elogiato per la sua atmosfera veramente sospensiva, il remake è stato pannellato per la sua mancanza di tensione reale. Scrivere per SF Gate, il critico Peter Stack ha scritto il film come un 'viaggio in un villaggio dei dannati noiosi'.

Ben-Hur (2016)

Il dramma storico del 1959 Ben Hur è un classico indiscusso che ha vinto 11Premi Oscar. È interessante notare che questa versione di Ben Hur era in realtà un remake, ma è decisamente migliorato nel film muto originale del 1925, Ben-Hur: A Tale of the Christ. Ha un sacco di azione, romanticismo, drammi high-stakes e una famosa corsa delle bighe che ha impressionato il pubblico per decenni. È stato difficile vedere come un remake avrebbe potuto superare la versione del 1959, ma ciò non ha impedito a Paramount di provarci.

Quello che avrebbe potuto essere un'incredibile epopea storica con effetti speciali aggiornati si è rivelato essere un bomba al botteghino. L'estetica è stata declassata dal montaggio casuale e dalla CGI poco brillante e, a parte alcune scene d'azione emozionanti, poco sul film si è distinto. 'Un giro da brivido in alcune parti, purché tu possa perdonare l'eccitazione, i dialoghi in legno e il lungo periodo di corsa,' ha scritto Alison Rowat per The Herald. Morale della storia? Alcuni film classici dovrebbero essere lasciati soli.

The Invasion (2007)

Rispetto ai film horror di oggi, gli effetti speciali dell'originale 1956 Invasion of the Body Snatchers ha lasciato qualcosa a desiderare, ma è ancora considerato un classico. In questo film horror di fantascienza, le spore aliene si trasformano in baccelli che possono produrre sostituzioni fisiche di esseri umani - senza alcun briciolo di emozioni umane. Nel 1978 seguì un remake di successo critico e commerciale, e un'altra rivisitazione, intitolata Body Snatchers, è stato rilasciato nel 1993.

Nel 2007 è stata rilasciata un'altra versione della storia, questa volta intitolata L'invasione. Invece di creare un remake semplice, gli scrittori hanno cercato di prenderlo in una direzione diversa e renderlo più contemporaneo e politico. Il risultato? Un film che è stato ampiamente criticato per una narrazione incoerente, uno i cui temi più profondi sono stati successivamente persi. 'Assomiglia molto a un thriller fantascientifico efficace, per non parlare dell'allegra allegoria politica che è determinata a essere', ha scritto Dana Stevens per Ardesia.

The Haunting (1999)

Basato sul romanzo del 1959 The Haunting of Hill House, 1963La caccia segue un gruppo di persone che sono invitate da un investigatore paranormale a scoprire cosa sta succedendo in una casa presumibilmente infestata. I set oscuri e oscuri fanno sembrare che il male sia davvero in agguato dietro ogni angolo e la consapevolezza che la casa è davvero infestata fa sembrare ai personaggi che la loro presa sulla realtà stia scivolando.

Il remake del 1999La caccia avrebbe potuto essere migliore di un normale film di casa stregata, ma non è mai all'altezza. I partecipanti vengono attirati a casa supponendo che stiano prendendo parte a uno studio sull'insonnia. Ma una volta che i ricercatori se ne vanno, la casa si anima. È ancora una configurazione intrigante, ma la sceneggiatura mediocre non si presta esattamente alla grande recitazione; i momenti pensati per essere drammatici e spaventosi si presentano involontariamente divertenti. 'Una volta iniziate le urla, anche le tue risate,' scrisse Carlo Cavagna A proposito di film. 'La caccia è così assurdo, potresti trovarlo a fuggire ragionevolmente piacevole, a seconda del tuo apprezzamento per l'accampamento. '

House of Wax (2005)

1953 dicasa di cera è stato un successo horror in 3D in cui uno scultore immagazzina il suo museo delle cere uccidendo le persone e rivestendo i loro cadaveri di cera. In realtà era un remake di un film precedente, il 1933 Museo del mistero della cera. Il pubblico era entusiasta di questa versione, e ha fatto bene al botteghino.

Nel 2005, una versione moderna intitolata casa di cera è stato rilasciato, ma la trama era piuttosto diversa - meno simile a un vero thriller e più di un prevedibile, acuto adolescente slasher. Non c'è niente di sbagliato in uno slasher di formaggio - ma rispetto all'impatto della versione del 1953, questa rivisitazione era superficiale e dipendeva dalle paure economiche. Certo, questo era probabilmente ovvio basandosi solo sul casting: con Paris Hilton in un ruolo secondario, è improbabile che colpisca tutti i critici. Come ha scritto Maitland McDonagh guida tv, 'Fornisce alcune scene brutte e brutte, ma non c'è più scintilla nella formula di corsa-urlo-ripetizione.'

screening del test della Justice League

Day of the Dead (2008)

Il film sugli zombi del 1985 Giorno della morte segue un gruppo di scienziati e soldati che vivono in un bunker all'indomani di un'invasione di zombi. Diversi zombi sono tenuti prigionieri ai fini della ricerca. Com'era prevedibile, questa disposizione è instabile e scoppia un conflitto che minaccia la sopravvivenza stessa della razza umana.

Giorno della morte è un film sanguinoso, ma bilancia la violenza con una critica genuinamente ponderata alla società e alla rottura della comunicazione umana nell'era moderna. Tuttavia, il remake del 2008 rinuncia a qualsiasi tentativo di portare un vero messaggio al pubblico a favore di gore e coraggio. Non esiste un vero commento sullo stato dell'umanità, gli effetti speciali sembrano economici e gli zombi sono così intelligenti e agili che operano meno come zombi e più come esseri umani malvagi con superpoteri. 'Come le aree infette da zombi messe in quarantena, chiuderei il film in una scatola e lo lascerei per sempre', ha scherzato Jordan Snowden in una recensione di Pittsburgh City Paper.

Mr. Deeds (2002)

Adam Sandler è più che in grado di offrire una grande esibizione quando vuole - anche se ha la reputazione di sfornare commedie degne di nota, film come The Wedding Singer e Gemme non tagliate dimostrare di essere un attore migliore di quanto molti gli attribuiscano credito. Tuttavia, il suo remake del 2002 del film di Frank Capra del 1936 Il signor Deeds va in città, intitolato Mr. Deeds, non si colloca tra i suoi lavori migliori. In Il signor Deeds va in città, Longfellow Deeds si guadagna da vivere destreggiandosi con lavori strani durante la Grande Depressione, fino a quando non eredita improvvisamente $ 20 milioni dal suo defunto zio. Si innamora di Louise 'Babe' Bennett e si svolge una storia d'amore inaspettata.

La trama del remake del 2002 è simile, ma le battute sono stridenti, i personaggi sono insipidi e irritanti, e l'intera narrativa è ridotta al punto da essere praticamente offensiva per il pubblico e la memoria di Capra. In una recensione per il Seattle Times, Moira Macdonald ha scritto, 'Mr. Deeds dovrebbe essere una celebrazione della bontà della gente normale ... ma in realtà non è altro che un produttore di denaro per i registi e un veicolo stella inutile per Sandler. '

Rollerball (2002)

Il film del 1975 Rollerball praticamente abita il suo genere - cade da qualche parte tra fantascienza e film sportivi. La storia futuristica è incentrata sul famoso giocatore di rollerball Jonathan, il ragazzo più famoso e di talento del gioco, il cui successo viene usato contro di lui quando i poteri che decidono che le regole di questo sport dovrebbero cambiare per assicurarsi che sia costretto a uscire - uccidendo lui, se necessario. Jonathan dovrebbe diventare un esempio, dimostrando che l'uomo può avere successo solo attraverso la violenza e l'individualismo disinibito.

Il 2002 Rollerball il remake non fornisce in termini di commenti social rilevanti. Si svolge nel presente invece che nel futuro e si concentra principalmente sulle sequenze d'azione, ignorando le sfumature politiche che hanno reso l'originale degno di essere visto. La narrazione è instabile, i personaggi sono sottosviluppati a favore della messa in luce dei giochi violenti di Rollerball e il dialogo non è esattamente avvincente.

Pulse (2006)

Nel 2006, il film horror giapponese Kairo è stato rifatto per il pubblico americano comestampa. In Kairo, gli spiriti riescono a farsi strada nel nostro mondo attraverso Internet, causando eventi strani e terrificanti. Il film presenta due narrazioni parallele che mostrano personaggi che affrontano le conseguenze di questa invasione paranormale.

Nel remake, è stato eliminato il singolare approccio a doppia narrativa. La premessa era abbastanza simile - i fantasmi si fanno strada nel mondo dei vivi attraverso un portale aperto da Internet - ma mancava tutto ciò che rendeva l'originale un favorito di culto in Giappone. Il film si basa su immagini grottesche per ottenere i suoi punti, ma quei brividi a buon mercato non sono sufficienti per un film che non riesce ad approfondire qualsiasi tema significativo. Scrivere per Austin Chronicle, il critico Mark Savlov ha definito il remake come 'un'americanizzazione curiosamente noiosa di uno dei migliori esempi di sottile e lunatico J-horror là fuori'.

Fame (2009)

Il film del 1980 Fama segue un gruppo di studenti delle scuole superiori dopo aver ottenuto l'accettazione alla prestigiosa High School of Performing Arts di New York City. Mentre studiano i loro rispettivi mestieri, affrontano ostacoli difficili in classe, sul palco e nelle loro vite personali. Ci sono momenti che scivolano nel melodramma, ma nel complesso, i personaggi sono affabili e simpatici, e i numeri musicali sono stati un successo.

Il remake del 2009 di Fama semplicemente non ha la stessa atmosfera. È troppo lucido e raffinato, come se fosse pensato per essere uno speciale doposcuola piuttosto che un film su personaggi autentici, complessi e ambiziosi. Manca il bordo grintoso dell'originale, che sembra prendere spunti da Musical del liceo e Gioia anziché. Critico Roger Ebert ha dato al film due stelle, scrivendo: 'Il nuovo Fama è un triste riflesso della nuova Hollywood, in cui il materiale viene disinfettato e smorzato per un ipotetico mercato per adolescenti troppo sofisticato per questo. '

The Wicker Man (2006)

Il film horror britannico del 1973 The Wicker Man esplora intriganti temi religiosi mentre il devoto sergente di polizia cristiano Neil Howie indaga su un culto isolato dell'isola. Si reca sull'isola di Summerisle per trovare una ragazza scomparsa, Rowan Morrison, che crede sia stata portata sull'isola, sulla base del contenuto di una lettera anonima. Si preoccupa che abbia intenzione di essere un sacrificio umano per il culto, ma ciò che hanno pianificato per Howie è ancora più terrificante.

Il remake di Nicolas Cage del 2006 The Wicker Mannon potevo fare a meno delle inquietanti aspettative stabilite dall'originale. I momenti pensati per essere strazianti sono invece così assurdi da sembrare divertenti e l'atmosfera davvero inquietante nel film originale è completamente assente. Quando un film horror si sente più come una commedia mal concepita, è difficile venire via senza sentirsi come se fossero coinvolti tutti.

One Missed Call (2008)

Il remake americano del 2008 del film giapponese Una chiamata persa ha la particolarità di essere uno dei pochi film per segnare un enorme zero per cento sul tomatometro. L'originale Una chiamata persa non era esattamente un classico: la trama, sulla morte delle persone che ricevevano messaggi vocali dal loro futuro, era abbastanza simile ad altri film horror popolari come L'anello. Ciò significava che c'era una vera opportunità per il remake di eclissare l'originale - e mancava completamente il segno.

Non era abbastanza spaventoso per i critici e per un film che avrebbe dovuto essere avvincente e pieno di suspense, la trama era in realtà piuttosto noiosa. Anche se non parli giapponese, non sottoporti a guardare questo remake - a meno che, naturalmente, non ti capiti di trovare film horror mal recensiti che intrattengono in un modo 'così cattivo che è buono'. Invece, basta accendere l'originale e leggere i sottotitoli.

Swept Away (2002)

Il film italiano Spazzato via segue la storia di Raffaela, una donna ricca e titolata che finisce incagliata con Gennarino, un membro dell'equipaggio del suo yacht - e per rendere le cose più interessanti, sembra anche essere comunista. Ma quando finiscono per naufragare su un'isola deserta, lei non ha più il controllo, e i due finiscono per impegnarsi in una relazione amorosa inaspettata.

A volte, rifare un film straniero per un mercato diverso significa che la storia verrà massacrata nel processo - ed è esattamente quello che è successo con il remake americano di Spazzato via. I protagonisti hanno poca chimica, rendendo quasi impossibile acquistare la loro storia d'amore. In una recensione per SF Gate, Ha scritto Mick LaSalle, 'Anche lo status del campo sfugge a questa immagine tiepida e fuorviante ... Il film non è solo uno sforzo debole, ma un grosso, grosso errore.'

The Heartbreak Kid (2007)

1972 diIl ragazzino spaccacuori è un diverso tipo di commedia romantica. Lenny, egocentrico, è sposato con Lila appiccicosa e, in luna di miele, la abbandona per inseguire una manipolatrice studentessa di college di nome Kelly. Divorziato impulsivamente da Lila e propone a Kelly, ma diventa chiaro che la sua unica ragione per sposarlo è ribellarsi a suo padre. Al loro matrimonio, Lenny finisce ignorata da quasi tutti, compresa la sposa, e questa commedia oscura finisce con una nota deprimente.

doppia trama

Il remake del 2007 di Il ragazzino spaccacuori, con protagonista Ben Stiller, non ha spinto i confini del genere come l'originale. I personaggi erano cattivi fino al punto di essere antipatici e praticamente irremovibili, aggiungendosi a un'altra rom-com stantia che non riusciva a differenziarsi dai film con temi simili. Infatti, Rolling Stone soprannominato il peggior remake dell'anno. In una recensione per eFilmCritic, Peter Sobczynski ha descritto il film come 'un brutto, odioso e profondamente poco divertente hackeraggio'.